Giulio Sangiorgio

Giulio Sangiorgio

Nasce su quel ramo del lago di Como e, quando non guarda, scrive. Gli piace il cinema comico - Buster Keaton, Jerry Lewis, Charlie Bowers, Pierre Etaix - quindi non può che diffidare della facile ironia. Pretende che i film sfidino le convinzioni del suo sguardo, per questo preferisce, sempre, ciò che eccede. Lo guida Chris Marker, piange Alain Resnais e, ingenuamente, crede che non esista correlazione tra l'r moscia e la voglia costante di cinema francese. Dirige Film Tv, sceglie film per Filmmaker, edita libri per Bietti Heterotopia. Non è in grado di stendere un suo profilo, ma sa che l'anagramma del suo nome è Luigio Nasogrigio. «E di me dico "egli"; – uno che non mi riguarda». Solo per ora, però.

Intervista - FilmTv n° 37 / 2016

In Concorso a Venezia e in sala dal 15 settembre 2016, Questi giorni, decimo film di Giuseppe Piccioni, prodotto da Matteo Levi, Verdiana Bixio e Rai Cinema. Quattro giovani donne di provincia on the road, quattro ritratti inconclusi, in corso, un viaggio d’inconsapevole abbandono del...

Cineteca - FilmTv n° 37 / 2016

In un inquietante futuro, i cittadini del Paese dell’Ordine sono sotto il controllo dell’Esercito della Salute Pubblica: il disc-jockey noto come “Orso Scoppiato” e la moglie femminista sono costretti a lasciare la loro casa e le loro attività per recarsi in un villaggio vacanze in cui vengono...

Cinerama - FilmTv n° 36 / 2016

Un antidoto al #fertilityday: il corpo di Laurie Anderson (il corpo-da-sogno, tratteggiato a matita) fa rinascere quello di Lolabelle. Un rat terrier. Il suo cane defunto. Comincia con uno scambio Heart of a Dog: un parto impossibile per una dipartita. È un elogio funebre e una forma...

Servizio - FilmTv n° 36 / 2016

Vedi alla voce “americanata”: «azione, comportamento caratterizzati da un gusto ingenuo di grandiosità e di esibizione, quale si suole attribuire agli americani». Parole che definirebbero una categoria critica di dubbia validità metodologica (e sicuro qualunquismo culturale), se non ci fosse...

Intervista - FilmTv n° 36 / 2016

1+20. «Abbiamo archiviato 20 anni. Questo è un nuovo inizio. Un episodio pilota». Così i direttori artistici Alessandro Beretta e Carla Vulpiani (che da quest’anno sostituisce Vincenzo Rossini) ci raccontano la prossima edizione del Milano Film Festival, in programma dall’8 al 18 settembre 2016...

Cineteca - FilmTv n° 36 / 2016

Adam è un musicista underground di Detroit che conduce una vita notturna. Eve, sua moglie, abita a Tangeri. Stanno insieme, letteralmente, da secoli: sono vampiri, eleganti e bohemien. Cercano, nell’isolamento, la fuga da un mondo che giudicano allo stadio terminale. Il titolo originale,...

Cineteca - FilmTv n° 36 / 2016

Non volendo finire come la sorella Mandarina, rimasta incinta a 13 anni, o come Samantha, ragazza oggetto del rione, Cate si tiene lontana da certi giochi. Il suo amore è per il vicino di casa occhialuto Gigi, la cui vita è minacciata da Tonio, fratello della giovane. Le sue giornate, sotto il...

Cinerama - FilmTv n° 35 / 2016

Bum. Camera fissa, campo lungo su una cava carbonaria, raffinati intarsi di strade nel paesaggio cinese, un quadro perfettamente calibrato. Un’esplosione. Bum. Frammenti ricadono in ralenti, come in Zabriskie Point. Comincia così, con uno schianto, Behemoth. Un sublime, estatico,...

Servizio - FilmTv n° 35 / 2016

In concorso, a Venezia, ci sono due oggetti che un tempo avremmo chiamato documentari: Spira mirabilis di D’Anolfi e Parenti e Voyage of Time di Terrence Malick. Distantissimi per costi realizzativi, per la ricerca sulle immagini (da un lato la precisa macchina analitica degli...

Cinerama - FilmTv n° 34 / 2016

Blake Lively vs Megashark. Una donna, uno squalo. E il mare-mammà. Lei è una studentessa di medicina, surfista, texana, in gita alla stessa spiaggia ritratta nella foto felice di sua madre, morta dopo una lunga malattia. Lo squalo (messicano: colpa di Trump?) è come dev’essere: gigantesco,...

Cinerama - FilmTv n° 34 / 2016

Estate 1910. Baia di Slack. Persone scompaiono. Un ispettore indaga come può. Nel frattempo due giovani (e due famiglie) s’incontrano: Ma Loute, figlio di pescatori indigeni, e Billie, figlia (o figlio?) di nobili in abituale villeggiatura. Un Romeo e Giulietta nel nord della Francia?...

Speciale - FilmTv n° 33 / 2016

Nelle storie del cinema e nei commenti dei critici gli 80 sono anni persi, grigi, mesti. Opachi e orrendi. «Il decennio più stupido nella storia italiana del Novecento», secondo Morando Morandini. Il cinema? «Ne è stato uno degli specchi». Paolo Bertetto, nel 1982, pubblica un pamphlet...

Cineteca - FilmTv n° 33 / 2016

Su un aereo, un gruppo di persone si trova in pericolo. Nel prologo, il cameo tra Penélope Cruz e Antonio Banderas (con risibile difetto di pronuncia) provoca l’incidente di cui il film intero è l’effetto collaterale. L’ossessione securitaria del presente è messa in scacco da un siparietto...

Cinerama - FilmTv n° 32 / 2016

Ben Russell, amato da festival e galleristi, ci ha insegnato che può esistere un cinema etnografico (che cerca di comprendere luoghi e popoli, spogliandosi per quanto possibile da uno sguardo viziato e pregiudiziale) che al posto di cercare un rigore d’analisi, una visione neutra, un...

Cineteca - FilmTv n° 31 / 2016

L’ingegner Guido Carani ha avuto un figlio dalla sua relazione con Luisa, morto in un incidente in una cava. La donna, delusa dalla vita e vedendo sfumare il matrimonio per la differenza sociale esistente fra loro, ha preferito prendere i voti. Ossessionato da queste tristi vicende, Guido...

Cinerama - FilmTv n° 31 / 2016

Inside Out lo diceva chiaro e tondo: a esser protagoniste, oggi, sono le emozioni. Si scorra una pagina social: emozione batte informazione. Opinione sconfigge analisi. Cuoricini, mi piace. Focolai di odio e amore. Il mondo conferma. Le reaction populiste. Il dibattito binario. I voti...

Cinerama - FilmTv n° 30 / 2016

Jackie Chan, superati i 60 anni, continua a ballare con leggiadria, coreografando calci e pugni in un’elegantissima danza tra il kung fu e la comica muta. Johnny Knoxville, quello di Jackass, fa quello che sa fare: cadere, sbattere, rotolare, esaltare il sadismo dello spettatore con performance...

Cineteca - FilmTv n° 30 / 2016

Il destino degli abitanti di una cittadina dello Yorkshire cambia a seconda che Celia accenda o meno una sigaretta. Ispirato da una frase di L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera, Alain Resnais adatta (con due film, questo e il gemello No Smoking) l’...

Editoriale - FilmTv n° 29 / 2016

Uno dei migliori omaggi ad Abbas Kiarostami, morto il 4 luglio 2016, è un supercut. Uno di quei video-galleria in cui si giustappongono gattini che entrano in scatole, frasi di Donald Trump che si contraddice, volti di vincitori di X-Factor ipereccitati. Etc. È una pratica che...

Cineteca - FilmTv n° 29 / 2016

Massimo è sommerso dai debiti. Non per questo smette di vivere nell’agio, nel lusso, nello spreco. Si fa prestare soldi da usurai, frequenta una minorenne (da cui aspetta un figlio) e seduce la donna amata da un amico, uscito dal carcere dopo essere stato accusato ingiustamente, e per colpa sua...

Cinerama - FilmTv n° 29 / 2016

L’ironia, da Arma letale in poi, è per l’action una religione monoteistica, in uno stato teocratico. Alleggerire è dettame. Ridere. Giocare. I miti degli anni 80 si sono demistificati offrendo al pubblico la propria senilità. Il gioco con gli stereotipi del genere è portato ovunque al...

Cinerama - FilmTv n° 29 / 2016

Tra i paradossi affrontati in La nuova lotta di classe di Slavoj Žižek c’è uno dei miti con cui la sinistra s’autoassolve. Ovvero quello secondo cui «un nemico è qualcuno di cui non hai mai ascoltato la storia». Falso. «Il mascheramento è ingannevole. La verità non è dentro, è fuori,...

Cinerama - FilmTv n° 28 / 2016

Crediamo nel cinema brutto, non in quello mediocre. Perché bisogna pensare che ogni immagine sia degna d’analisi, per fare il critico cinematografico. Fare un passo indietro, sospendere il giudizio, trattenere l’ego, concedere al film l’aria per parlarti, anche con i propri difetti. Perché ci...

Cinerama - FilmTv n° 28 / 2016

La vita è un romanzo. Pronto per l’editore. Roba «da cesso». Pulp, come al tempo della gioventù cannibale (erano gli anni 90, ricordate L’ultimo Capodanno di Marco Risi?). È la storia autobiografica (sì/no/forse) del protagonista, il racconto di un copy sull’orlo di una crisi...

Cinelab: Intervista - FilmTv n° 28 / 2016

Dopo il Nastro d’argento 2015 per L’attesa del maggio, Simone Massi (nel nuovo poster per la Mostra del cinema di Venezia 2016) s’era ritirato dal proprio mestiere. Quello di autore di corti animati. Uno dei maggiori, con i suoi film di terra e storia, con le memorie partigiane e...

Cinerama - FilmTv n° 27 / 2016

Ana Lily Amirpour è nata a Londra ed è cresciuta negli States. L’Iran è la sua terra d’origine, ma quello di A Girl Walks Home Alone at Night, il suo (americano) lungo d’esordio, è un Iran astratto, ibrido, guardato dalla diaspora, immerso nel pop. Fatto di pulp e nouvelle vague, in un...

Cinerama - FilmTv n° 27 / 2016

Detroit, probabilmente. C’è un male, tra i giovani del luogo. Si contrae sessualmente. Ti contagia con un demone. Uno spettro che ti insegue, lento, e ineluttabile. Non lo riconosci, perché il suo aspetto cambia di continuo. È tua madre, è un adulto, è un vecchietto. È chiunque. E vuole...

Cineteca - FilmTv n° 26 / 2016

Nell’Inghilterra dei primi anni del secolo scorso, i romanzi dell’irriverente Angel Deverell raccolgono un crescente successo. Tuttavia la donna, a causa del suo rifiuto di accettare le convenzioni sociali, è pesantemente ostacolata dall’establishment culturale, soprattutto in seguito allo...

Cinerama - FilmTv n° 26 / 2016

«È la fontana della giovinezza/questo pozzo catodico?». In questi versi di Valerio Magrelli si racchiude uno dei sensi di American Ultra, filmetto per il fresco clima multisala, scritto da Max Landis (figlio di) sulla scia dei superdisagiati con superpoteri messa in luce già in ...

Serial Minds - FilmTv n° 26 / 2016

Non è una serie comica. Non solo, non troppo, non abbastanza. Scritta da Corrado Guzzanti con il Mattia Torre di Boris e diretta da Edoardo Gabbriellini, Dov’è Mario? è una satira sciatta, sfilacciata, un carnevale mal scritto e mal diretto (pieno, comunque, di trovate di...

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy