Giulio Sangiorgio

Giulio Sangiorgio

Nasce su quel ramo del lago di Como e, quando non guarda, scrive. Gli piace il cinema comico - Buster Keaton, Jerry Lewis, Charlie Bowers, Pierre Etaix - quindi non può che diffidare della facile ironia. Pretende che i film sfidino le convinzioni del suo sguardo, per questo preferisce, sempre, ciò che eccede. Lo guida Chris Marker, piange Alain Resnais e, ingenuamente, crede che non esista correlazione tra l'r moscia e la voglia costante di cinema francese. Dirige Film Tv, sceglie film per Filmmaker, edita libri per Bietti Heterotopia. Non è in grado di stendere un suo profilo, ma sa che l'anagramma del suo nome è Luigio Nasogrigio. «E di me dico "egli"; – uno che non mi riguarda». Solo per ora, però.

Cineteca - FilmTv n° 26 / 2016

Abel Davos, dopo aver messo a segno una rapina a Milano, cerca di evitare la cattura fuggendo in Francia. Appena varcato il confine cerca di mettere in salvo la famiglia. Affidatosi al giovane Raymond, si rende conto che la mala parigina lo ha inesorabilmente abbandonato al suo destino. Un...

Cinerama - FilmTv n° 25 / 2016

A Trier interessa indagare il rapporto tra esistere e raccontare, cogliere i modi in cui la vita sa farsi letteratura, e viceversa. Reprise era la storia di due amici, e romanzieri. Oslo, August 31st era un adattamento aggiornato, immerso in un realismo dolce e banale, del...

Scanners - FilmTv n° 25 / 2016

Nel cielo sopra Varsavia c’è un piccolo buco nero. Se ne accorgono, i protagonisti. Si chiedono cosa sia, en passant. Come fosse nulla. C’è una macchia d’inchiostro, sul disegno di un vecchio pittore. Ma è stato un incidente. C’è uno specchio che si rompe, in una camera d’albergo, a...

Cineteca - FilmTv n° 25 / 2016

Alla morte dei due eroi della polizia cittadina, nel dipartimento si eleva l’entusiasmo di tutte le coppie di agenti: l’obiettivo? Prendere il posto dei beniamini. Tra gli (auto)candidati ci sono il frustrato Allen Gamble e il sedentario Terry Hoitz, duo poco assortito, impresentabile. Può...

Cinerama - FilmTv n° 24 / 2016

Madre e figlio. Lei vecchia, scorbutica e solitaria, con i sentimenti trattenuti, e così i risentimenti. Lui appena uscito di prigione, 50 anni di fallimento, nessun posto dove andare, se non la casa della madre. Poche camere, un appartamento. Personaggi secondari, un amico tenero, una donna da...

Cinerama - FilmTv n° 24 / 2016

Magda è una madre (di un bimbo calciatore), una moglie (abbandonata dal marito), una precaria (inoccupata a tempo indeterminato) e una malata. «Cáncer de mama», le dice il medico. Cancro di mamma, di mammella. Le viene diagnosticato il giorno in cui incontra Arturo, e basta un minuto...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 24 / 2016

«Tra un po’, con i miei amici invasati, ingeriremo pastiglie per giungere freschi all’after hour. In sinto. Mi sento felice, ma è una sensazione illusoria che poi col tempo svanisce. Che storia!». È la Discomusic secondo Elio e le storie tese e (con generi musicali differenti e la...

Cineteca - FilmTv n° 24 / 2016

Roma. I coniugi Gino ed Elvira, dopo 40 anni di matrimonio, vivono separati. A causa di uno sfratto ora abitano uno con una figlia e uno con l’altra, ai capi opposti della città. La lontananza, aggiunta al tradimento coniugale di una figlia, risveglia in loro affetto e desiderio che credevano...

Cinerama - FilmTv n° 23 / 2016

Saga di videogame strategici, gioco di gestione della guerra, Warcraft è stato un prodotto centrale nell’evoluzione del genere. Nel 2001 Allen Adham, cofondatore e programmatore di Blizzard, sottolineava: «Gli elementi multiplayer del gioco richiedono la tecnologia della rete...

Intervista - FilmTv n° 23 / 2016

In sala esce L’uomo che vide l’infinito, sul matematico Srinivasa Ramanujan. L’ennesimo film occidentale in cui il britannico Dev Patel interpreta “l’indiano” e in cui come protagonista c’è un genio eccentrico, dotato di un handicap simbolico o non (qui l’essere straniero). L’occasione...

Cinerama - FilmTv n° 22 / 2016

Francia, XVII secolo. Una storia d’amore incestuoso. Di un sentimento che è, semplicemente, e non c’è niente da dire, nulla da spiegare: nessuna causa, nessuna premessa, tabula rasa della psicologia, della sociologia. Beltà e convulsione. L’amore come assioma, come in Main dans la main...

Cineteca - FilmTv n° 22 / 2016

1948, 1970, 1980, oggi. Una famiglia araba, in Palestina, dalla fondazione dello stato di Israele ai giorni nostri. Ci sono dei versi di Stato d’assedio, poesia di Mahmoud Darwish, che tornano in mente pensando ai film di Elia Suleiman: «Quando si è assediati, il tempo diventa spazio/...

Cinerama - FilmTv n° 21 / 2016

Non finge Almodóvar. Sa che il suo immaginario, oggi, è pelle splendida, prigionia: solo allo specchio, e difficilmente in grado di dire del mondo. Gli amanti passeggeri era un manifesto: un ritorno alla movida anni 80, al cinema in festa, ma con un senso per il comico funereo...

Cinerama - FilmTv n° 21 / 2016

1992, Abcasia. Ivo, estone in esilio, taglia il legno, costruisce cassette, si prende cura della piantagione di mandarini del compatriota Margus, che desidera un ultimo raccolto, prima di andarsene. Il conflitto tra la Georgia e la repubblica secessionista di Abcasia s’è inasprito, e giunge...

Cineteca - FilmTv n° 21 / 2016

In una cabina collettiva a Ostia, una domenica d’agosto, sfila una serie di personaggi: componenti di una squadra di pallacanestro femminile, militari vanitosi, addetti alla pompa di benzina, nonni con nipotina incinta, donne in lite con l’assicurazione, una coppia che vuole consumare il primo...

Cinerama - FilmTv n° 20 / 2016

Qui per Gaglianone è ancora la Val di Susa. «Una stanza di casa mia», la chiama Luca Rastello. Giornalista e romanziere, ucciso nel 2015 dal cancro con cui lottava dal 2006, è protagonista dell’ennesimo, limpido documentario d’ascolto di Gaglianone. Un film semplice: una conversazione...

Cinerama - FilmTv n° 19 / 2016

Nuovo film terapeutico dell’associazione irpina Noi con loro ONLUS, che «opera nell’assistenza sociale, sociosanitaria e terapeutica in favore dell’infanzia, dei portatori di handicap e di qualsiasi persona svantaggiata per condizioni fisiche, psichiche, sociali». Fondata da Anna Maria Scarinzi...

Cinerama - FilmTv n° 19 / 2016

«All’improvviso, il crescente ritmo ditirambico della Realtà che selvaggiamente si crea. Sua decomposizione. Catastrofe. Vergogna». Parole del Diario di Witold Gombrowicz. Una formula d’accesso a Cosmo, il suo ultimo romanzo, e alla fitta selva d’ogni libro precedente. Parole...

Editoriale - FilmTv n° 19 / 2016

Tutto il meglio del cinema europeo (con la Francia a fare la regina, in co-produzione selvaggia), tutte le sfumature di Hollywood e dintorni (si veda il Fuori concorso), i nomi che contano del cinema asiatico. Etc. etc., ma sempre deluxe. Ovvero: ecco il Festival di Cannes (11-22 maggio 2016...

Servizio - FilmTv n° 19 / 2016

69° Festival di Cannes - Film in concorso

 

  • Toni Erdmann di Maren Ade [Germania/Austria, 162’] con Peter Simonischek, Sandra Hüller 
    A otto anni da Palermo Shooting di Wim Wenders, la Germania torna in Concorso. Con la giovane Maren Ade, Orso d’...

Cineteca - FilmTv n° 19 / 2016

Christian e Tara, Gina e Ryan. Doppia coppia: un produttore e la sua compagna, la segretaria e l’attore raccomandato. Quando Christian scopre il rapporto nascosto che lega Tara e Ryan, si innesca l’effetto domino di delitti e castighi. Sono modi e frasi rituali quelli che abitano The...

Cineteca - FilmTv n° 19 / 2016

Prostitute e clienti, in tre paesi. «Dio è davvero un Dio geloso - /Non riesce a sopportare di vedere/Che noi preferiamo non con Lui/Ma l’uno con l’altro giocare». Comincia con questi versi di Emily Dickinson, Whores’ Glory, ultimo film (prima di esser ucciso dalla malaria nel 2014...

Cinerama - FilmTv n° 18 / 2016

Dice Wikipedia: «Il film affronta tutte (ma proprio tutte!, ndr) quelle problematiche negative relative ai social network e all’uso nefasto che ne fanno gli utenti, specialmente i fruitori più deboli incapaci di difendersi da un mezzo alquanto subdolo e a volte mostruoso e distruttivo...

Cinerama - FilmTv n° 18 / 2016

Fugge dall’amato, fa un incidente in auto, si sveglia in un rifugio sotterraneo. Con lei un giovane sciapo. E il padre padrone di casa blindata. Il mondo fuori - le dice - è una tabula rasa, corroso da un attacco chimico, ridotto a paesaggio postatomico. Colpa degli alieni? La tensione di ...

Cinerama - FilmTv n° 17 / 2016

C’è un motivo per cui l’ultimo film di Pedro Costa comincia con delle fotografie. Non scatti di Fontainhas, quartiere ai margini di Lisbona, ghetto in cui il cinema di Costa trova, da Ossos in poi, ragione d’esistere. Sono fotografie di un pioniere danese, Jacob Riis, scattate a New York, all’...

Cinerama - FilmTv n° 17 / 2016

«Tutti siamo torrenti di una sola acqua», dice la didascalia. «Dicono che l’acqua ha una memoria. Questo film dimostra che ha anche una voce». Il titolo originale è El botón de nácar, il bottone di perla. Nel documentario i bottoni sono due: uno è quello con cui è stato comprato, da un...

Intervista - FilmTv n° 16 / 2016

Un albergo di lusso, un G8 di ministri dell’economia, il direttore del Fondo monetario internazionale, e tre ospiti eccentrici: una scrittrice di libri per bimbi, una popstar e un monaco certosino. Poi una morte inaspettata, sospetta. E un segreto. Giallo sui generis, pesatura del capitale...

Cinerama - FilmTv n° 16 / 2016

«Ci sono due direzioni in cui le persone ancora esistenti possono andare: (a) la stasi o (b) lo sfacelo», scriveva Lester Bangs. È opinione diffusa che Robert De Niro abbia scelto il piano (b): uno sfascio di ruoli alimentari e giochetti sulla memoria di un’icona oggi senile. Nonno scatenato,...

Cinerama - FilmTv n° 16 / 2016

Entrano nel Platz, i fratelli De Serio. In quella che è stata una delle maggiori baraccopoli d’Europa, un luogo ampio e obliato nella loro Torino, sul fiume Stura. Un campo rom. E dunque uno di quei luoghi mai visticon occhi propri, uno di quei posti che esistono solo nei numeri e nelle morali...

Cinerama - FilmTv n° 15 / 2016

«Caro Silvano». È una film-lettera, Dal ritorno. Una lettera impossibile, da un mondo a un oltremondo. Silvano Lippi se n’è andato il 3 ottobre 2014, mentre Cioni finiva di girare. E il suo film è dedicato a quest’uomo, e allo scarto tra l’immagine e la storia. Silvano ha fatto parte...

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy