Mauro Gervasini

Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.

Cineteca - FilmTv n° 04/2018

Tre agenti russi, a Parigi per vendere dei gioielli per conto del governo, si fanno sedurre dalla vita parigina e dalle manovre di Léon, l’avvocato che patrocina la causa dell’ex proprietaria dei preziosi, requisiti durante la Rivoluzione. Per rimettere a posto le cose, Mosca invia sul posto l’...

Intervista - Articolo per il sito - Solo online

Warner Bros. Entertainment Italia ha vinto nel 2017 il “biglietto d'oro”, il premio assegnato dall'associazione esercenti cinema (ANEC) alla società che ha avuto più spettatori nel corso dell'anno. Un riconoscimento importante per una stagione positiva, all'interno di un sistema che viene...

Cinerama - FilmTv n° 04/2018

(Attenzione: spoiler).

Curioso: due tra i migliori action degli ultimi tempi si intitolano “il contabile” (The Accountant) e “il pendolare” (The Commuter, in italiano diventato L’uomo sul treno). Ormai l’eroismo va cercato tra le professioni comuni o...

Cinerama - FilmTv n° 04/2018

Destinato alla prima serata di Rai1 dopo il passaggio in sala, Fabrizio De André - Principe libero rappresenta forse la rivoluzione tanto attesa nel campo della fiction tv generalista. Biopic precedenti diversamente interessanti, si pensi a Rino Gaetano - Ma il cielo è sempre più...

Locandina - FilmTv n° 04/2018

Di Arsenico e vecchi merletti è interessante più il contesto produttivo che non il film in sé, pur trattandosi di un classico della commedia americana. Prima di tutto, Frank Capra lo realizza quando matura, dopo 15 anni di collaborazione ininterrotta, il suo divorzio professionale con...

Cineteca - FilmTv n° 03/2018

1975, Roma. Il poeta e regista Pier Paolo Pasolini sta terminando il lavoro di post produzione di Salò e tra una seduta in moviola e l’altra scrive lettere e concede interviste. Gli amici, preoccupati, lo mettono in guardia invitandolo a smettere con gli articoli contro il potere. Una...

Servizio - Articolo per il sito - Solo online

Fabio (Rovazzi), giovane neolaureato, definito dal padre Ninni Bruschetta “il vegetale” per la scarsa iniziativa e la tendenza a uniformarsi al luogo comune sulla sua generazione di “sdraiati”, si barcamena come può senza soddisfacenti prospettive professionali ed esistenziali. La fidanzata lo...

Servizio - Articolo per il sito - Solo online

Il vegetale, prodotto da Piero Crispino per 3ZERO2 con la partecipazione di The Walt Disney Company (che lo distribuisce nelle sale dal 18 gennaio) è ideato, scritto e diretto da Gennaro Nunziante. Storico partner creativo di Checco Zalone, con il quale ha lavorato sin dai tempi della...

Servizio - Articolo per il sito - Solo online

Da Che vuoi che sia di Edoardo Leo a Addio fottuti musi verdi dei The Jackall, il lavoro, o meglio, la crisi del lavoro tra i giovani, ha cominciato a essere raccontata, seppure con modalità diverse, ma sempre restando fedeli alla vocazione tutta italiana per la commedia....

Cinerama - FilmTv n° 03/2018

«La mia musica è come tu quando stai a tavola e ti mangi un pasto completo». Così Luigi Ciaravola in arte Gigione. Il quale, per chi non lo sapesse, in certe zone del mezzogiorno è più popolare di Laura Pausini. Lo racconta il regista Valerio Vestoso in questo bel documentario che è in verità...

Locandina - FilmTv n° 03/2018

Capitolo finale di una specie di trilogia (cosiddetta “dell’Apocalisse”) cominciata nel 1982 con La cosa e proseguita nel 1987 con Il signore del male, Il seme della follia è probabilmente il più teorico film di John Carpenter (70 anni il 16 gennaio 2018: auguri!)....

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 02/2018

In una specie di realtà alternativa (quindi né distopia né generica fantascienza), dove la magia convive con le leggi della fisica, un poliziotto (Will Smith) è costretto a uscire di pattuglia con l’unico collega orco (Joel Edgerton), per onorare un programma anti-discriminazione del governo....

Locandina - FilmTv n° 02/2018

Tra Il massacro di Fort Apache (1948) e Rio Bravo (1950) sta questo I cavalieri del nord ovest, il cui titolo originale She Wore a Yellow Ribbon (il “nastrino giallo” indica che chi lo porta è innamorato di qualcuno) è soave come solo tre anni prima My...

Cineteca - FilmTv n° 01/2018

Diego de la Vega finge di essere un cortigiano dissoluto per potersi accreditare, risultando innocuo, nel palazzo del colonnello Huerta, usurpatore del governatore della California amico di Diego e da poco assassinato. Il giovane nobile all’inizio è solo in cerca di vendetta, poi entra in...

Servizio - Articolo per il sito - Solo online

Dopo avere seminato il panico tra un tecnico del suono e i musicisti che hanno appena eseguito per Radio Mosca il Concerto per pianoforte e orchestra numero 23 di Mozart, senza registrarlo, Josiph Stalin si abbandona ai soliti frizzi e lazzi con i membri del politburo, Kruščëv, Berija...

Servizio - Articolo per il sito - Solo online

Una storia russa raccontata da uno scozzese figlio di un napoletano ma ispirata a un fumetto francese con due coprotagonisti americani (Steve Buscemi è Kruscev, Jeffrey Tambor Malenkov) e un formidabile cast british (svettano su tutti Jason Isaacs nei panni di Žukov e Simon Russell Beale in...

Servizio - Articolo per il sito - Solo online

Nonostante la chiave comica e grottesca, Morto Stalin, se ne fa un altro è molto accurato nella ricostruzione storica, pur permettendosi un paio di licenze “poetiche” (non è provato che Berija fosse, seppur indirettamente, responsabile della morte di Stalin o che fosse un così...

Cinerama - FilmTv n° 01/2018

Il ragazzo invisibile e Natasha (Galatéa Bellugi, stessi poteri del mutante Marvel Pyro, bella new entry), hanno identici super problemi familiari. Qualcuno rapisce gli “speciali” più potenti del mondo per un progetto alla Magneto, e un “normale” miliardario russo si atteggia a spietato Stryker...

Serial Minds Piattaforma - FilmTv n° 01/2018

Ok. Un western. Vero. Derivativo il giusto (Gli spietati e Il cavaliere della valle solitaria, Corbucci e Leone, Frank Perry e Walter Hill) ma senza strafare, con molte buone idee, il ritorno degli indiani (paiute, originari abitanti del Colorado, dove si svolge la storia) e...

Locandina - FilmTv n° 01/2018

Lo scrive Alberto Farassino, massima autorità godardiana: Bande à part è «il Pulp Fiction della nouvelle vague», non a caso Quentin Tarantino ha chiamato la sua casa di produzione come il film. Che è geniale, nonostante il suo autore non lo ami e anzi lo abbia definito «...

Cinerama - FilmTv n° 52/2017

Gruppo di famiglie in un esterno: la spiagga di Mondello, in Sicilia, dove intorno al rivenditore di bibite abusivo si riuniscono per le vacanze uomini, donne e bambini. Il documentarista Giovanni Totaro racconta tutto (e tutti) con empatia, immergendo i personaggi nei colori più veri del vero...

Locandina - FilmTv n° 52/2017

David Lean. Ci si pensa troppo poco, eppure Steven Spielberg lo cita come maestro numero uno (il suo film “leaniano” per eccellenza è L’impero del sole, del cui libro d’origine il cineasta britannico aveva acquistato i diritti; non lo realizzò convinto dalla moglie che non aveva...

Cinerama - FilmTv n° 51/2017

Un giovane marsigliese d’origine armena sceglie la lotta armata per rivendicare i diritti di un popolo, sulle orme di Soghomon Tehlirian che nel 1921, a Berlino, uccise un ex ministro turco tra i responsabili del genocidio (venendo poi assolto da un tribunale tedesco). Robert Guédiguian, pure...

Locandina - FilmTv n° 51/2017

Senza soldi per terminare Je vous salue, Marie, Jean-Luc Godard accetta nel 1985 di girare Detective, una specie di noir da un soggetto del produttore Alain Sarde. Motivi alimentari quindi, in un periodo preceduto dall’ennesimo ripensamento sul ruolo morale (cosa filmare e...

Cineteca - FilmTv n° 51/2017

In una città degli Stati Uniti vengono trovate assassinate alcune donne: tutte avevano un difetto fisico. Nel mirino del serial killer anche una ragazza muta, che ha perso la parola a seguito di un trauma. La giovane è a servizio nella casa di un professore che vive con la matrigna inferma,...

Servizio - FilmTv n° 50/2017

Da un saggio di Gianni Canova all’ultimo film di Andrey Zvyagintsev, passando per le serie tv: viaggio nel rapporto tra potere e audiovisivo contemporaneo.

Locandina - FilmTv n° 50/2017

Il sole è il capitolo finale della trilogia sul potere di Aleksandr Sokurov cominciata nel 1999 con Moloch e proseguita nel 2001 con Toro, anche se l’autore ha in un paio d’occasioni rivelato di pensare a una tetralogia comprendente anche Faust (2011). Moloch...

Cinerama - FilmTv n° 49/2017

Un gruppo di terroristi dell’IRA guidati da Cillian Murphy raggiunge a Boston (ma in verità il film è tutto girato a Brighton, Inghilterra) una banda di contrabbandieri per acquistare un carico di armi. Ci cono due intermediari, una donna (Brie Larson) e una specie di giovane dandy diversamente...

Locandina - FilmTv n° 49/2017

Mi sia concesso un approccio più personale a questo testo, credo giustificato dalle circostanze del colpo di fulmine per La chamade (nomen omen: intraducibile in italiano se non con “cuore in gola” o con l’originale significato militare “segnale di resa”). Nonostante la...

Cinerama - FilmTv n° 48/2017

Camilla, 17 anni, ha un’audizione per entrare in un’importante accademia di danza, si prepara con l’amica Sara, meno rigorosa. Quando solo una delle due ce la fa, il loro rapporto si deteriora fino alle estreme conseguenze. Non sentivamo parlare di Lendaro dai tempi dello splatterone scolastico...

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy