Soul Men di Malcolm D. Lee - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 31/2009

Soul Men


Regia di Malcolm D. Lee

Due sulla strada come Elwood e Jake per rimettere insieme la banda. Louis (Samuel L. Jackson) e Floyd (il compianto Bernie Mac), al crepuscolo e litigiosi come Sam & Dave, abbandonati dal loro frontman Marcus Hooks deceduto all'improvviso (John Legend che cita alla lettera Smokey Robinson), decidono di dimostrare al mondo che loro, invece, sono vivi. Proprio come la Stax di Memphis, etichetta soul principe, che pensava al film come al tassello della propria operazione di rilancio. Malcolm D. Lee, cugino di Spike, non fa miracoli, ma cita correttamente costumi e storie. Esemplare il montaggio iniziale che dal doo wop finisce al P-Funk. Legnosetto, invece, quando si tratta di muoversi attraverso uno script prevedibile e indeciso. Affidandosi ai due straordinari protagonisti (mortificati da un doppiaggio inerte) e a un umorismo sessista, Soul Men porta comunque il risultato a casa. Immensi i cameo di Isaac Hayes, Vanessa del Rio (incredibile...) e Millie Jackson che da par suo (e come potrebbe essere altrimenti?) gratifica Louis e Floyd di un sonoro fuck you (omaggio a un suo album che si perde nel solito fan#*!¤). Non ci crederete, ma il parrucchiere del film si chiama... Robert Louis Stevenson.

Soul Men (2008)
Titolo originale: Soul Men
Regia: Malcolm D. Lee
Genere: Commedia - Produzione: USA - Durata: 103'
Cast: Samuel L. Jackson, Bernie Mac, Sharon Leal, Adam Herschman, Sean Hayes, Affion Crockett, Fatso-Fasano, Jackie Long, Mike Epps, John Legend

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy