King Arthur - Il potere della spada di Guy Ritchie - la recensione di FilmTv

414_TIM.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 20/2017

King Arthur - Il potere della spada


Regia di Guy Ritchie

«Raccontami». L’Artù - detto Art - di Ritchie, proprio come il suo regista & sceneggiatore, ha un debole per lo storytelling, lo pretende dai suoi “collaboratori” e lo utilizza come arma di difesa e di sfondamento. Nell’affrontare il racconto per eccellenza, cioè il mito, nello specifico il ciclo bretone, Ritchie si trova su un terreno inospitale, e prova a fare lo stesso, cioè quello che gli viene meglio: sposta gran parte dell’azione da Camelot a Londra, pardon, Londinium, e muta Artù - nel corpo pompato di Charlie Hunnam, già shakespeariano motociclista gangster in Sons of Anarchy - in un piccolo boss della criminalità metropolitana, e in un antenato di Sherlock Holmes/Robert Downey Jr. dal cuore più buono e puro: scaltro, sbruffone, ironico, logorroico e capace di menare se serve. Della mitologia consolidata rimane poco - giusto la spada nella roccia da estrarre per diventare legittimo re -, il villain non è né Mordred né Morgana né l’inevitabile caducità del mondo che riduce ogni Camelot in rovina, ma un Jude Law usurpatore tiranno ancora in parte giovane papa, e in parte principe Giovanni. Perché la magia dello storytelling (via dialogo veloce, montaggio adrenalinico, sovrapposizione concitata di piani temporali) distilla sequenze efficaci e divertenti, il rimescolamento di carte suscita inizialmente curiosità e attenzione, ma infine non riesce a fare molto per nascondere l’essenza derivativa, estetica e narrativa, di questo King Arthur: un po’ Robin Hood e un po’ trono di spade, un po’ Peter Jackson e un po’ videogioco fantasy, ci travolge fino alla fine nella sua corsa frastornante, ma non ci dice niente.

I 400 colpi

AA
4
CB
4
AC
5
AF
4
FM
1
RMO
4
FT
4
King Arthur - Il potere della spada (2017)
Titolo originale: King Arthur: Legend of the Sword
Regia: Guy Ritchie
Genere: Fantasy - Produzione: Usa - Durata: 126'
Cast: Charlie Hunnam, Astrid Bergès-Frisbey, Jude Law, Djimon Hounsou, Eric Bana, Aidan Gillen, Freddie Fox, Craig McGinlay, Tom Wu, Kingsley Ben-Adir

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

I commenti dei lettori

" Film davvero orrendo. "
Indeficienter89
Ven, 02/06/2017 - 19:25
" Della leggenda arturiana, presa soltanto come mero spunto per un film fantasy alla Games of Thrones, rimane alla fine, in King Arthur, solo la spada nella roccia (e tralasciamo che roccia!). Per il resto, non avresti mai detto che Charlie Hunnam avrebbe mai potuto interpretare re Artù né che Guy Ritchie avrebbe mai potuto dirigere un film sulla sua figura, eppure lo fanno, perché così vanno le cose di questo mondo. Per giunta, Ritchie dirige come dirige qualsiasi altro film, anche se in questo caso sarebbe meglio provare altro: il montaggio è ingarbugliato e frenetico tanto che diviene difficoltoso seguire la trama, l'immancabile Londra viene scelta come ambientazione privilegiata pure quando non c'entra nulla, la solita banda di bricconi inglesi, neanche fossimo in Robin Hood, più che nell'azione, viene colta nel racconto di questa, giusto per intrecciare senza vero motivo i piani temporali. Alla fine ne esce proprio la schifezza che ti aspettavi. "
Indeficienter89
Ven, 16/06/2017 - 07:59

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy