Le locandine di Film TV

Locandine /// Poster memorabili di film imperdibili, dal 1999 ad oggi.

La ragazza con la valigia

Regia di: Valerio Zurlini


Anno: 1961
Genere: Drammatico
Produzione: Italia/Francia
Durata: 113 minuti

Cast: Claudia Cardinale, Jacques Perrin, Romolo Valli, Corrado Pani, Gian Maria Volonté

La valigia del fonico


Gianni Amelio su La ragazza con la valigia

Stiamo dimenticando per fortuna che cos'è una colonna guida. Da quando anche da noi i film si girano con la presa diretta del suono (e all'estero se la ridono quando leggono nel nostri titoli di testa suono in presa diretta: per loro è una norma inutile da sottolineare), dagli anni '80 più o meno, si ha cura del sonoro non meno che dell'immagine. E la registrazione dei dialoghi nel momento stesso in cui vengono pronunciati è un segno di rispetto per lo spettatore e per l'attore. Per molti anni (paradossalmente, dal neorealismo in poi) la voce veniva in un secondo tempo. Se l'interprete era preso dalla strada spesso lo si faceva doppiare da un professionista. Se un attore giovane aveva un difetto di pronuncia, un accento un po' forte, si chiamava in aiuto un fine dicitore del palcoscenico. E per gli attori stranieri Cinecittà era una pacchia frustrante: recitavano nella loro lingua (al contrario dei nostri attori all'estero...), e il doppiaggio ci metteva una pezza. Colonna guida si chiamava la traccia registrata durante le riprese dal tecnico del suono (detto sbrigativamente fonico) e serviva solo come promemoria per la post-sincronizzazione; poi la si buttava. Spesso era sporca, con la voce del regista che dava ordini in contemporanea, e rumori molesti che s'intrufolavano a volontà. l due protagonisti di La ragazza con la valigia, Claudia Cardinale e Jacques Perrin, sono doppiati da Adriana Asti e Massimo Turci. E sono doppiati in modo superbo, ammirevole. Ma ogni volta che rivedo questo film - il più bello, secondo me, di Valerio Zurlini - sento nostalgia delle voci vere di Claudia e Jacques. Straordinari come appaiono visivamente, non credo che lo fossero di meno con le loro voci magari acerbe e imperfette. Osservando i movimenti delle labbra notiamo che tutti e due recitano in francese, la loro lingua madre. Non so se nella versione doppiata a Parigi le voci siano le loro. Ma anche così non sarebbe più la stessa cosa: il suono rifatto in sala, anche con i migliori accorgimenti, non ha mai il calore e la verità di un fiato emesso mentre si gira: sarà tecnicamente perfetto, ma ci emoziona di meno. Zurlini era un grande direttore di attori. Non si perdeva in chiacchiere, creava ogni volta il clima giusto, stimolava l'intimità. La Cardinale e Perrin sono dall'inizio alla fine di questo film coinvolti e coinvolgenti. Che bel regalo sarebbe ritrovare, in qualche fondo di magazzino, la colonna guida delle loro voci originali...

I gioielli di Monsieur Demy

Lola - Donna di vita di Jacques Demy

Dedicato a Max Ophüls. Non poteva essere altrimenti visto il nome dell’eroina (Lola, cugina immaginaria della Montès), visto Il piacere con cui Jacques Demy scombina carte e pagine dei suoi protagonisti, vista la soave Ronde ...

Cecilia Ermini

451: film che brucia

Fahrenheit 451 di François Truffaut

Ho sempre scritto - diceva Ray Bradbury - per esprimere una certa speranza o per placare i fantasmi di un incubo personale. L'incubo evocato in Gli anni della Fenice è particolarmente spaventoso, anche se può lasciare freddi i patiti...

Gianni Amelio

I cattivi siamo noi

Avatar di James Cameron

È come se, a un certo punto della conquista del West, gli indiani fossero riusciti, unendo tutte le tribù e chiamando in aiuto le creature delle praterie, delle montagne e delle paludi (bisonti e coyote, avvoltoi e alligatori), a sopraffare i...

Emanuela Martini

Il fantasma del tempo

Interstellar di Christopher Nolan

In Interstellar, nono lungometraggio di Christopher Nolan e spettacolare, esplicita incursione nella fantascienza dopo le avventure di Batman e dopo Inception (del quale comunque riprende alcuni temi e atmosfere), ci sono due...

Emanuela Martini

In the name of love

Pride di Matthew Warchus

Nel 1984, quando il primo ministro Margaret Thatcher stava smantellando il Welfare State britannico ed era nel pieno della guerra contro i sindacati, un gruppetto di giovani gay londinesi pensò di dare una mano ai minatori, cominciò a...

Emanuela Martini

Archivio Locandine

Titolo Film Autore FilmTv n°
Ognuno è il suo gatto A proposito di Davis di Ethan Coen Giulio Sangiorgio 29 / 2017
Viaggio allucinante Garage Olimpo di Marco Bechis Mauro Gervasini 28 / 2017
A piede libero Footloose di Herbert Ross Mauro Gervasini 27 / 2017
L'assedio di Heidegger Distretto 13 - Le brigate della morte di John Carpenter Mauro Gervasini 26 / 2017
Mondo nano Il favoloso mondo di Amélie di Jean-Pierre Jeunet Mauro Gervasini 25 / 2017
Noi, Daniel Blake Io, Daniel Blake di Ken Loach Mauro Gervasini 24 / 2017
Solo per i suoi occhi Octopussy - Operazione piovra di John Glen Mauro Gervasini 23 / 2017
I texani ammazzano al sabato La caccia di Arthur Penn Mauro Gervasini 22 / 2017
Il senza nome Un detective - Macchie di belletto di Romolo Guerrieri Mauro Gervasini 21 / 2017
Quell'oscuro oggetto del desiderio La notte brava del soldato Jonathan di Don Siegel Giulia D'Agnolo Vallan 20 / 2017
Attenti al padrone Cane bianco di Samuel Fuller Giulia D'Agnolo Vallan 19 / 2017
I furbi e i cretini Il federale di Luciano Salce Alberto Pezzotta 18 / 2017
The Irish Señor Alvarez Kelly di Edward Dmytryk Mauro Gervasini 17 / 2017
Un battito d'ali La farfalla sul mirino di Seijun Suzuki Mauro Gervasini 16 / 2017
Il capolavoro Il giovedì di Dino Risi Mauro Gervasini 15 / 2017
Gabba Gabba Hey 31 di Rob Zombie Mauro Gervasini 14 / 2017
La galassia può attendere Guardiani della galassia di James Gunn Ilaria Feole 13 / 2017
La natura dell'uomo Il quarto uomo di Paul Verhoeven Pier Maria Bocchi 12 / 2017
Il regista della furia Notte senza fine di Raoul Walsh Mauro Gervasini 11 / 2017
Nel mezzo del cammin Sicario di Denis Villeneuve Mauro Gervasini 10 / 2017
Riserva americana I guerrieri della palude silenziosa di Walter Hill Mauro Gervasini 09 / 2017
Si può fumare! Imputato alzatevi! di Mario Mattòli Mauro Gervasini 08 / 2017
La via della cedevolezza Sugata Sanshiro di Akira Kurosawa Mauro Gervasini 07 / 2017
Magnifica ossessione La mia droga si chiama Julie di François Truffaut Mauro Gervasini 06 / 2017
Odissea morale Il disprezzo di Jean-Luc Godard Alberto Pezzotta 05 / 2017
La madre dei sospiri Suspiria di Dario Argento Mauro Gervasini 04 / 2017
Meridiano di sangue Il buio si avvicina di Kathryn Bigelow Mauro Gervasini 03 / 2017
Quale tempo per l'eros La vita di Adele di Abdellatif Kechiche Mauro Gervasini 02 / 2017
Otto bastardi The Hateful Eight di Quentin Tarantino Emanuela Martini 01 / 2017
L’oblio degli uomini Francofonia di Aleksandr Sokurov Emanuela Martini 52 / 2016

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy