Stop&Go: serie che si fermano e serie che (ri)partono

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Maria Sole Colombo dice che Via Castellana Bandiera è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 05:00.

Nel 2010 usciva nelle sale Saw 3D, sottotitolo "Il capitolo finale". Il prossimo 31 ottobre, giusto per festeggiare degnamente Halloween, sarà distribuito S aw: Legacy , a dimostrazione che di "finale", in verità, non c'era nulla. La saga di Jigsaw continua, la ripercorriamo a ritroso in attesa del nuovo film...

La leggenda dell'El Dorado, la follia di Klaus Kinski, il capolavoro di Werner Herzog.

A fine mese uscirà nelle sale A ciambra , la sua nuova pellicola ma Jonas Carpignano è ormai ben più di una promessa. Tenetelo d'occhio e soprattutto cercate questo film.

Se pensate che per raccontare bene cosa significhi essere nero in America, oggi, una serie tv debba per forza finire in predica o in espliciti j’accuse vi siete sbagliati. Sospesa fra realismo e surrealismo, Atlanta restituisce una quasi costante percezione di disagio, di tensione, di incomprensione culturale al limite del nonsense . Questo significa essere neri in America, oggi. E questa è la serie che Ilaria Feole vi consiglia di iniziare in questa settimana quasi ferragostiana.

Il Trono di Spade è troppo spinto per la Rai? Ecco cosa ne pensava nel 2013 Andrea Bellavita.

La citazione

«Quando chiesero a Marx cos’è la dittatura del proletariato rispose: ”la Comune di Parigi, perché ha abolito l’esercito e la polizia”. Poi vennero i Soviet e Solidarnosc. Questo è il movimento. Non nacquero per caso. (C.L.R. James)»

cinerama
7371
cineteca
2340
servizi
2095
opinionisti
1459
locandine
941
serialminds
600
scanners
437

News


6 Maggio 2017

Stop&Go: serie che si fermano e serie che (ri)partono

Oltre ad aver rinnovato per nuove stagioni Freakish, altre serie low budget per ragazzini e il caso del momento The Handmaid's Tale, Hulu ha annunciato due progetti di alto profilo: la serie sui supereroi adolescenti della Marvel Runaways, che si scoprono figli di supercriminali e scappano di casa, e The First di Beau Willimon, showrunner delle prime quattro stagioni di House of Cards e dedicata alla prima missione umana su Marte, che l'autore descrive come una storia «sul nostro indomabile bisogno di raggiungere nuovi orizzonti».

Di altrettanto notevole profilo è la prima serie di Paramount Networks, la rete che sostituirà Spike all'inizio dell'anno prossimo, e che debutterà in questa arena con i 10 episodi di Yellowstone, scritti dal ricercatissimo sceneggiatore di Sicario Hell or High Water Taylor Sheridan, per la produzione della Weinstein Company. Yellowstone, ambientata ai giorni nostri in Montana, racconta della famiglia Dutton, proprietaria del più grande ranch degli States, i cui confini sono minacciati da più forze. «Una serie attuale e senza tempo, che esplora sia temi drammaticamente rilevanti del mondo di oggi sia l'essenza della famiglia» ne ha detto Sheridan.

Sono ben 11 le nuove serie commissionate da BBC, tra cui classici come La guerra dei mondi in una miniserie di tre episodi scritta da Peter Harness (Jonathan Strange and Mr. Norrell), Piccole donne anch'essa in tre parti, affidate all'ideatrice di Call the Midwife Heidi Thomas, e Narciso nero dall'autrice di Apple Tree Yard Amanda Coe. BBC si affida ancora una volta allo sceneggiatore Andrew Davies per l'adattamento del ponderoso romanzo di Vikram Seth A Suitable Boy (in Italia Il ragazzo giusto). Lungo come Guerra e pace dovrebbe diventare una miniserie di 8 puntate girata in India e con un cast, per la prima volta su BBC, completamente non bianco. Il romanzo racconta di Lata, che cresce nell'India del 1951 con la madre decisa a trovarle marito tra tre spasimanti, una vicenda che si intreccia ai tumulti storici del tempo. Inoltre l'autore del rilancio di Doctor Who Russel T. Davies sta scrivendo per Stephen Frears i tre episodi di A Very English Scandal. Sono poi in programma: Girl/Hajiuna coproduzione con Netflix in otto episodi dall'autore di Humans Joe Barton, su un detective di mezza età di Tokyo che cerca suo fratello a Londra, ricercato per omicidio; Informer, thriller in sei parti prodotto da Sam Mendes; Come Homeminiserie drammatica ambientata in Irlanda e scritta da Danny Brocklehurst (Ordinary Lies); The Wilsons, sulla storia vera della nonna dell'attrice Ruth Wilson (anche protagonista), che alla morte del marito scoprì la sua altra famiglia; Summer of Rockets di Stephen Poliakoff, mini semi autobiografica in 6 episodi; Overshadowed, otto puntate di breve durate per BBC Three.

Rimaniamo in Inghilterra con la notizia che Sky 1 ha ordinato una seconda stagione di Jamestown ancora prima del debutto della serie, iniziata ieri e scritta da Bill Gallagher (The Paradise), che racconta di alcuni coloni britannici in America nel diciassettesimo secolo. E sarà sviluppata in Inghilterra anche Jerusalem, per Lionsgate Television dal bestseller di non-fiction dello storico Simon Sebag Montefiore, coinvolto anche nella produzione. L'ambizioso progetto vuole raccontare, attraverso una saga dinastica in più stagioni, la storia della città (il libro parte addirittura dai tempi di re Davide per arrivare alla guerra dei sei giorni del 1967).

Sundance Channel ha rinnovato per una terza stagione Hap and Leonard, che adatterà il romanzo di Lansdale Il mambo degli orsi in sei nuovi episodi. Confermato anche lo showrunner della seconda annata, John Wirth.

Fox ha cancellato The Pitch e ci riprova con The Passage, l'adattamento della trilogia fantasy e vampiresca di Justin Cronin, di cui ha commissionato una nuova sceneggiatura. Il pilot, ancora senza cast, dovrebbe essere diretto da Marcos Siega questa estate. La trama della saga inizia con una cospirazione governativa per poi trasformarsi in uno scenario post-apocalittico popolato di vampiri. La vicenda copre infatti oltre un secolo di eventi e racconta di una ragazza, Amy, che deve salvare la razza umana. Il progetto è prodotto tra gli altri dalla Scott Free di Ridley Scott.

Infine il libro Shattered: Inside Hillary Clinton’s Doomed Campaign, sull'ultima sfida elettorale americana, è in procinto di diventare una miniserie, ancora in cerca di una rete. Il libro, scritto da due autori che hanno seguito da vicino la campagna elettorale della Clinton, è molto critico verso il candidato democratico, cui attribuisce le colpe della sconfitta. Sulla vittoria di Trump è inoltre in cantiere una miniserie per HBO firmata da Jay Roach, Tom Hanks e Gary Goetzman.

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Il prossimo film con Matt Damon

19 Settembre 2017

Dopo il doppio passaggio alla Mostra di Venezia con Suburbicon e Downsizing, Matt Damon ha un nuovo progetto: sarà John R....

Viaggi nel tempo per Michael Bay

19 Settembre 2017

Il romanzo di fantascienza dello scrittore di origini taiwanesi Wesley Chu, Time Salvager, sarà alla base del prossimo film di Michael Bay. Si tratta di...

Il prossimo film di Elisabeth Moss

19 Settembre 2017

Non erano passate nemmeno 24 dalla vittoria agli Emmy Awards come miglior attrice protagonista di una serie drammatica per The Handmaid's Talequando è...

Toronto International Film Festival 2017: tutti i vincitori

18 Settembre 2017

Questa notte, oltre agli Emmy, sono stati annunciati anche i vincitori del 42esimo Toronto International Film Festival, una delle vetrine più importanti - insieme,...

La scomparsa di Harry Dean Stanton

16 Settembre 2017

L'attore Harry Dean Stanton, nato nel Kentucky nel 1926, si è spento ieri per cause naturali all'età di 91 anni. Il critico Roger Ebert aveva coniato anche per lui la “Regola di...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy