Stop&Go: serie che si fermano e serie che (ri)partono

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che Collateral è il film da salvare oggi in TV.
Su Paramount Channel alle ore 21:15.

Ulteriore omaggio a sir Roger Moore ricordando però il suo impegno civile e umanitario come ambasciatore Unicef, al quale dedicammo un articolo nel 2013...

In concorso a Cannes con 120 battements par minute , Robin Campillo era già nei nostri cuori da tempo. Questa settimana vi segnaliamo un suo film del 2013, ancora inedito in Italia.

Un nuovo Sherlock americano? Più House che Holmes, con Watson al femminile (Lucy Liu). È stato appena rinnovato per una sesta stagione e noi vi invitiamo a (ri)scoprirlo dall'inizio.

Esce di scena a 89 anni sir Roger Moore, che ricordiamo in Vivi e lascia morire, il suo primo Bond e uno dei migliori della serie

Song to Song ci ricorda quanto sia pittorica l'arte di Terrence Malick, che si è ispirato a Edward Hopper sin da I giorni del cielo . Ma qual è il contributo al cinema del grande pittore iperrealista americano? Ecco i registi, i fotografi, i sognatori che hanno cercato e cercano di rubare lo sguardo e i luoghi dei suoi quadri

La citazione

«Quando chiesero a Marx cos’è la dittatura del proletariato rispose: ”la Comune di Parigi, perché ha abolito l’esercito e la polizia”. Poi vennero i Soviet e Solidarnosc. Questo è il movimento. Non nacquero per caso. (C.L.R. James)»

cinerama
7196
cineteca
2241
servizi
1884
opinionisti
1379
locandine
697
serialminds
553
scanners
423

News


6 Maggio 2017

Stop&Go: serie che si fermano e serie che (ri)partono

Oltre ad aver rinnovato per nuove stagioni Freakish, altre serie low budget per ragazzini e il caso del momento The Handmaid's Tale, Hulu ha annunciato due progetti di alto profilo: la serie sui supereroi adolescenti della Marvel Runaways, che si scoprono figli di supercriminali e scappano di casa, e The First di Beau Willimon, showrunner delle prime quattro stagioni di House of Cards e dedicata alla prima missione umana su Marte, che l'autore descrive come una storia «sul nostro indomabile bisogno di raggiungere nuovi orizzonti».

Di altrettanto notevole profilo è la prima serie di Paramount Networks, la rete che sostituirà Spike all'inizio dell'anno prossimo, e che debutterà in questa arena con i 10 episodi di Yellowstone, scritti dal ricercatissimo sceneggiatore di Sicario Hell or High Water Taylor Sheridan, per la produzione della Weinstein Company. Yellowstone, ambientata ai giorni nostri in Montana, racconta della famiglia Dutton, proprietaria del più grande ranch degli States, i cui confini sono minacciati da più forze. «Una serie attuale e senza tempo, che esplora sia temi drammaticamente rilevanti del mondo di oggi sia l'essenza della famiglia» ne ha detto Sheridan.

Sono ben 11 le nuove serie commissionate da BBC, tra cui classici come La guerra dei mondi in una miniserie di tre episodi scritta da Peter Harness (Jonathan Strange and Mr. Norrell), Piccole donne anch'essa in tre parti, affidate all'ideatrice di Call the Midwife Heidi Thomas, e Narciso nero dall'autrice di Apple Tree Yard Amanda Coe. BBC si affida ancora una volta allo sceneggiatore Andrew Davies per l'adattamento del ponderoso romanzo di Vikram Seth A Suitable Boy (in Italia Il ragazzo giusto). Lungo come Guerra e pace dovrebbe diventare una miniserie di 8 puntate girata in India e con un cast, per la prima volta su BBC, completamente non bianco. Il romanzo racconta di Lata, che cresce nell'India del 1951 con la madre decisa a trovarle marito tra tre spasimanti, una vicenda che si intreccia ai tumulti storici del tempo. Inoltre l'autore del rilancio di Doctor Who Russel T. Davies sta scrivendo per Stephen Frears i tre episodi di A Very English Scandal. Sono poi in programma: Girl/Hajiuna coproduzione con Netflix in otto episodi dall'autore di Humans Joe Barton, su un detective di mezza età di Tokyo che cerca suo fratello a Londra, ricercato per omicidio; Informer, thriller in sei parti prodotto da Sam Mendes; Come Homeminiserie drammatica ambientata in Irlanda e scritta da Danny Brocklehurst (Ordinary Lies); The Wilsons, sulla storia vera della nonna dell'attrice Ruth Wilson (anche protagonista), che alla morte del marito scoprì la sua altra famiglia; Summer of Rockets di Stephen Poliakoff, mini semi autobiografica in 6 episodi; Overshadowed, otto puntate di breve durate per BBC Three.

Rimaniamo in Inghilterra con la notizia che Sky 1 ha ordinato una seconda stagione di Jamestown ancora prima del debutto della serie, iniziata ieri e scritta da Bill Gallagher (The Paradise), che racconta di alcuni coloni britannici in America nel diciassettesimo secolo. E sarà sviluppata in Inghilterra anche Jerusalem, per Lionsgate Television dal bestseller di non-fiction dello storico Simon Sebag Montefiore, coinvolto anche nella produzione. L'ambizioso progetto vuole raccontare, attraverso una saga dinastica in più stagioni, la storia della città (il libro parte addirittura dai tempi di re Davide per arrivare alla guerra dei sei giorni del 1967).

Sundance Channel ha rinnovato per una terza stagione Hap and Leonard, che adatterà il romanzo di Lansdale Il mambo degli orsi in sei nuovi episodi. Confermato anche lo showrunner della seconda annata, John Wirth.

Fox ha cancellato The Pitch e ci riprova con The Passage, l'adattamento della trilogia fantasy e vampiresca di Justin Cronin, di cui ha commissionato una nuova sceneggiatura. Il pilot, ancora senza cast, dovrebbe essere diretto da Marcos Siega questa estate. La trama della saga inizia con una cospirazione governativa per poi trasformarsi in uno scenario post-apocalittico popolato di vampiri. La vicenda copre infatti oltre un secolo di eventi e racconta di una ragazza, Amy, che deve salvare la razza umana. Il progetto è prodotto tra gli altri dalla Scott Free di Ridley Scott.

Infine il libro Shattered: Inside Hillary Clinton’s Doomed Campaign, sull'ultima sfida elettorale americana, è in procinto di diventare una miniserie, ancora in cerca di una rete. Il libro, scritto da due autori che hanno seguito da vicino la campagna elettorale della Clinton, è molto critico verso il candidato democratico, cui attribuisce le colpe della sconfitta. Sulla vittoria di Trump è inoltre in cantiere una miniserie per HBO firmata da Jay Roach, Tom Hanks e Gary Goetzman.

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Lascia un commento

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Stop&Go: serie che si fermano e serie che (ri)partono

27 Maggio 2017

Annunciata da Indiana Production, coinvolta anche nel prossimo film di Virzì The Leisure Seeker, una serie recitata in inglese da Il Gattopardo di Tomasi de...

Cannes 2017 - Il TotoPalma di FilmTv

27 Maggio 2017

Mentre aspettiamo la cerimonia di premiazione, che comincerà domani 28 maggio alle ore 19:15, raccogliamo i pronostici di tutti i collaboratori presenti al festival nel nostro TotoPalma 2017....

La scomparsa di Toni Bertorelli

27 Maggio 2017

Ricoverato dall'inizio di maggio, si è spento ieri Toni Bertorelli, attore cuneese che ancora nei suoi ultimi mesi di vita ha fatto parlare di sé. Artisticamente per il ruolo...

John Landgraf e le serie Tv di oggi e di domani

26 Maggio 2017

Uno spot diffuso durante il Super Bowl recitava: «In un anno con oltre 450 serie, una sola rete ha i tre titoli più amati dalla critica: il drama più celebrato, la comedy più acclamata, il...

I piani di Netflix per il cinema

26 Maggio 2017

Per effetto del conflitto tra Netflix, il Festival di Cannes e l'associazione degli esercenti francesi, il film della Croisette più commentato nei primi giorni...

Cannes 2017

In diretta da Cannes, tutte le recensioni dei film in concorso nel nostro Speciale Cinerama

cannes verticale.jpg

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy