David Lynch a tutto campo

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che Collateral è il film da salvare oggi in TV.
Su Paramount Channel alle ore 21:15.

Ulteriore omaggio a sir Roger Moore ricordando però il suo impegno civile e umanitario come ambasciatore Unicef, al quale dedicammo un articolo nel 2013...

In concorso a Cannes con 120 battements par minute , Robin Campillo era già nei nostri cuori da tempo. Questa settimana vi segnaliamo un suo film del 2013, ancora inedito in Italia.

Un nuovo Sherlock americano? Più House che Holmes, con Watson al femminile (Lucy Liu). È stato appena rinnovato per una sesta stagione e noi vi invitiamo a (ri)scoprirlo dall'inizio.

Esce di scena a 89 anni sir Roger Moore, che ricordiamo in Vivi e lascia morire, il suo primo Bond e uno dei migliori della serie

Song to Song ci ricorda quanto sia pittorica l'arte di Terrence Malick, che si è ispirato a Edward Hopper sin da I giorni del cielo . Ma qual è il contributo al cinema del grande pittore iperrealista americano? Ecco i registi, i fotografi, i sognatori che hanno cercato e cercano di rubare lo sguardo e i luoghi dei suoi quadri

La citazione

«Il cinema è come un uomo a cavallo che arriva in una cittadina del West, e noi non sappiamo niente di lui. (Jean-Claude Carrière)»

scelta da
Marianna Cappi

cinerama
7196
cineteca
2241
servizi
1884
opinionisti
1379
locandine
697
serialminds
553
scanners
423

News


19 Maggio 2017

David Lynch a tutto campo

La segretezza è stata al centro della campagna promozionale della nuova Twin Peaks, senza alcuna anteprima fornita ai critici (e nemmeno al festival di Cannes) e con solo pochissimo nuovo materiale impiegato nei trailer (sotto l'ultimo). La serie è vicinissima al debutto, con la messa in onda dei primi due episodi domenica 21 seguiti dall'immediata diffusione online degli episodi tre e quattro, ma anche ora David Lynch conferma l'attitudine "no spoiler" in una lunga intervista concessa a IndieWire (sotto il link al testo originale), dove in compenso ha parlato del suo personale rapporto con la serie, dell'evoluzione della Tv e del cinema e dei suoi animali preferiti.

«Sono invecchiato di 25 anni» dice laconicamente riguardo a com'è cambiato rispetto al debutto di Twin Peaks, ma poi aggiunge «Se si guarda al mondo in cui viviamo oggi ci sono cose diverse rispetto a 25 anni fa, ma molte cose sono ancora le stesse. Io sono sempre lo stesso».

Alla conclusione delle riprese della nuova serie si è sentito «triste perché era finita, ed è stata un tale piacere da girare, ma mi sono anche sentito bene per il raggiungimento dell'obiettivo». Confessa però di non essersene separato del tutto e di sognare ancora, a volte, i personaggi di Twin Peaks e il loro mondo. 

«La tecnologia non ha cambiato il modo di raccontare le storie. È digitale anziché analogica, ma la narrazione rimane la stessa, solo con strumenti diversi. Il digitale si suppone sia più efficiente, e in un certo senso lo è, ma ti da anche così tante possibilità che può rallentarti». Gli sembra invece molto diverso lo scenario televisivo: «La maturità delle Tv via cavo è davvero una bella cosa. Niente pubblicità. È come un piccolo teatro. È cinema sullo schermo di una Tv. Ho sempre pensato anche della serie originale che fosse un film, ma era un'eccezione il resto della produzione televisiva era diverso da quella cinematografica. Oggi invece il cinema può essere in Tv».

Confessa poi di aver rivisto la serie originale: «L'episodio pilota è quello che dà il tono a tutto, per me è molto speciale, è l'essenza di Twin Peaks. Mi fa piacere che ci siano così tante teorie sulla serie e anche se non le leggo ritengo che tutte loro siano valide. Siamo tutti detective, vogliamo capire le cose. La vita è la prima cosa che vogliamo capire e quindi è bello che la gente cerchi delle interpretazioni. Le ultime cose che ho visto che mi hanno fatto pensare sono Mad Men e Breaking Bad, mi hanno trasportato in un mondo e accompagnato nel modo giusto».

Riguardo il cinema ha poi spiegato: «Lo scenario è cambiato moltissimo. I cinema d'essai non ci sono più e nelle grandi sale vengono proiettati solo certi tipi di film, che sono molto distanti da me. Se facessi un film sarebbe nelle sale una settimana a Los Angeles e New York e poi andrebbe direttamente in Tv». 

«Lavoro seguendo le idee e se le idee arrivano come animali, allora uso gli animali. Mi piacciono i cervi, i maiali, soprattutto i maialini, e alcuni cani». Dice Lynch mentre il gatto dell'intervistatore miagola per protesta.

Della collaborazione con Angelo Badalamenti racconta: «Scrive musica che muove l'anima e il cuore. Mi piace lavorare e parlare con lui, e poi lui compone quello che gli chiedo». 

Infine, alla domanda se sente pressione per la partenza imminente della serie, dice: «No, mi sento bene, mi sento davvero bene».

L'ultimo criptico trailer della nuova Twin Peaks

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Lascia un commento

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Stop&Go: serie che si fermano e serie che (ri)partono

27 Maggio 2017

Annunciata da Indiana Production, coinvolta anche nel prossimo film di Virzì The Leisure Seeker, una serie recitata in inglese da Il Gattopardo di Tomasi de...

Cannes 2017 - Il TotoPalma di FilmTv

27 Maggio 2017

Mentre aspettiamo la cerimonia di premiazione, che comincerà domani 28 maggio alle ore 19:15, raccogliamo i pronostici di tutti i collaboratori presenti al festival nel nostro TotoPalma 2017....

La scomparsa di Toni Bertorelli

27 Maggio 2017

Ricoverato dall'inizio di maggio, si è spento ieri Toni Bertorelli, attore cuneese che ancora nei suoi ultimi mesi di vita ha fatto parlare di sé. Artisticamente per il ruolo...

John Landgraf e le serie Tv di oggi e di domani

26 Maggio 2017

Uno spot diffuso durante il Super Bowl recitava: «In un anno con oltre 450 serie, una sola rete ha i tre titoli più amati dalla critica: il drama più celebrato, la comedy più acclamata, il...

I piani di Netflix per il cinema

26 Maggio 2017

Per effetto del conflitto tra Netflix, il Festival di Cannes e l'associazione degli esercenti francesi, il film della Croisette più commentato nei primi giorni...

Cannes 2017

In diretta da Cannes, tutte le recensioni dei film in concorso nel nostro Speciale Cinerama

cannes verticale.jpg

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy