David Lynch a tutto campo

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Maria Sole Colombo dice che Via Castellana Bandiera è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 05:00.

Nel 2010 usciva nelle sale Saw 3D, sottotitolo "Il capitolo finale". Il prossimo 31 ottobre, giusto per festeggiare degnamente Halloween, sarà distribuito S aw: Legacy , a dimostrazione che di "finale", in verità, non c'era nulla. La saga di Jigsaw continua, la ripercorriamo a ritroso in attesa del nuovo film...

La leggenda dell'El Dorado, la follia di Klaus Kinski, il capolavoro di Werner Herzog.

A fine mese uscirà nelle sale A ciambra , la sua nuova pellicola ma Jonas Carpignano è ormai ben più di una promessa. Tenetelo d'occhio e soprattutto cercate questo film.

Se pensate che per raccontare bene cosa significhi essere nero in America, oggi, una serie tv debba per forza finire in predica o in espliciti j’accuse vi siete sbagliati. Sospesa fra realismo e surrealismo, Atlanta restituisce una quasi costante percezione di disagio, di tensione, di incomprensione culturale al limite del nonsense . Questo significa essere neri in America, oggi. E questa è la serie che Ilaria Feole vi consiglia di iniziare in questa settimana quasi ferragostiana.

Il Trono di Spade è troppo spinto per la Rai? Ecco cosa ne pensava nel 2013 Andrea Bellavita.

La citazione

«Non è più possibile parlare d'arte escludendo la scienza e la tecnologia. Non è più possibile analizzare i fenomeni fisici escludendo le realtà metafisiche. (Gene Youngblood)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
7371
cineteca
2340
servizi
2095
opinionisti
1459
locandine
941
serialminds
600
scanners
437

News


19 Maggio 2017

David Lynch a tutto campo

La segretezza è stata al centro della campagna promozionale della nuova Twin Peaks, senza alcuna anteprima fornita ai critici (e nemmeno al festival di Cannes) e con solo pochissimo nuovo materiale impiegato nei trailer (sotto l'ultimo). La serie è vicinissima al debutto, con la messa in onda dei primi due episodi domenica 21 seguiti dall'immediata diffusione online degli episodi tre e quattro, ma anche ora David Lynch conferma l'attitudine "no spoiler" in una lunga intervista concessa a IndieWire (sotto il link al testo originale), dove in compenso ha parlato del suo personale rapporto con la serie, dell'evoluzione della Tv e del cinema e dei suoi animali preferiti.

«Sono invecchiato di 25 anni» dice laconicamente riguardo a com'è cambiato rispetto al debutto di Twin Peaks, ma poi aggiunge «Se si guarda al mondo in cui viviamo oggi ci sono cose diverse rispetto a 25 anni fa, ma molte cose sono ancora le stesse. Io sono sempre lo stesso».

Alla conclusione delle riprese della nuova serie si è sentito «triste perché era finita, ed è stata un tale piacere da girare, ma mi sono anche sentito bene per il raggiungimento dell'obiettivo». Confessa però di non essersene separato del tutto e di sognare ancora, a volte, i personaggi di Twin Peaks e il loro mondo. 

«La tecnologia non ha cambiato il modo di raccontare le storie. È digitale anziché analogica, ma la narrazione rimane la stessa, solo con strumenti diversi. Il digitale si suppone sia più efficiente, e in un certo senso lo è, ma ti da anche così tante possibilità che può rallentarti». Gli sembra invece molto diverso lo scenario televisivo: «La maturità delle Tv via cavo è davvero una bella cosa. Niente pubblicità. È come un piccolo teatro. È cinema sullo schermo di una Tv. Ho sempre pensato anche della serie originale che fosse un film, ma era un'eccezione il resto della produzione televisiva era diverso da quella cinematografica. Oggi invece il cinema può essere in Tv».

Confessa poi di aver rivisto la serie originale: «L'episodio pilota è quello che dà il tono a tutto, per me è molto speciale, è l'essenza di Twin Peaks. Mi fa piacere che ci siano così tante teorie sulla serie e anche se non le leggo ritengo che tutte loro siano valide. Siamo tutti detective, vogliamo capire le cose. La vita è la prima cosa che vogliamo capire e quindi è bello che la gente cerchi delle interpretazioni. Le ultime cose che ho visto che mi hanno fatto pensare sono Mad Men e Breaking Bad, mi hanno trasportato in un mondo e accompagnato nel modo giusto».

Riguardo il cinema ha poi spiegato: «Lo scenario è cambiato moltissimo. I cinema d'essai non ci sono più e nelle grandi sale vengono proiettati solo certi tipi di film, che sono molto distanti da me. Se facessi un film sarebbe nelle sale una settimana a Los Angeles e New York e poi andrebbe direttamente in Tv». 

«Lavoro seguendo le idee e se le idee arrivano come animali, allora uso gli animali. Mi piacciono i cervi, i maiali, soprattutto i maialini, e alcuni cani». Dice Lynch mentre il gatto dell'intervistatore miagola per protesta.

Della collaborazione con Angelo Badalamenti racconta: «Scrive musica che muove l'anima e il cuore. Mi piace lavorare e parlare con lui, e poi lui compone quello che gli chiedo». 

Infine, alla domanda se sente pressione per la partenza imminente della serie, dice: «No, mi sento bene, mi sento davvero bene».

L'ultimo criptico trailer della nuova Twin Peaks

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Il prossimo film con Matt Damon

19 Settembre 2017

Dopo il doppio passaggio alla Mostra di Venezia con Suburbicon e Downsizing, Matt Damon ha un nuovo progetto: sarà John R....

Viaggi nel tempo per Michael Bay

19 Settembre 2017

Il romanzo di fantascienza dello scrittore di origini taiwanesi Wesley Chu, Time Salvager, sarà alla base del prossimo film di Michael Bay. Si tratta di...

Il prossimo film di Elisabeth Moss

19 Settembre 2017

Non erano passate nemmeno 24 dalla vittoria agli Emmy Awards come miglior attrice protagonista di una serie drammatica per The Handmaid's Talequando è...

Toronto International Film Festival 2017: tutti i vincitori

18 Settembre 2017

Questa notte, oltre agli Emmy, sono stati annunciati anche i vincitori del 42esimo Toronto International Film Festival, una delle vetrine più importanti - insieme,...

La scomparsa di Harry Dean Stanton

16 Settembre 2017

L'attore Harry Dean Stanton, nato nel Kentucky nel 1926, si è spento ieri per cause naturali all'età di 91 anni. Il critico Roger Ebert aveva coniato anche per lui la “Regola di...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy