Addio a John Gavin, Giulio Cesare in Spartacus

970x250.JPG

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che La dominatrice è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 05:20.

Uno dei film più amati di Albertone, uno dei suoi personaggi più indimenticabili. La locandina è di Emanuela Martini.

Il 28 febbraio comincia in prima assoluta su Joi la terza stagione di una serie che abbiamo molto amato. Dove eravamo rimasti?

Il vincitore della Berlinale69 è Nadav Lapid, nostra vecchia conoscenza, con il film Synonymes . Vi ricordate quando presentammo Policeman su FilmtVOD?

Ricordiamo il grande cineasta francese, autore del monumentale Shoah , che ha dedicato la vita a indagare il possibile ruolo dell’immagine nella rappresentazione della storia.

Se fossi una donna sarei scandalizzata dal dibattito sulle quote rosa. Molto probabilmente non amerei essere identificata con un colore appiccicoso, infantile e nauseante come il rosa. Quando un uomo politico o un giornalista usa quel colore per identificare la presenza femminile non lo fa solo per scarsa fantasia, ma per tranquillizzarsi con l’immagine di una signorina dal grembiulino color confetto, tutta pizzi, trine, boccoli e totalmente inoffensiva. Se fossi una donna avrei preferito spaziare dal rosso incandescente al grigio glaciale.

La citazione

«Povero pensiero... finisce sempre per sfracellarsi contro il muro dei fatti. (Lev Troskij)»

scelta da
Adriano Aiello

cinerama
8462
servizi
2975
cineteca
2739
opinionisti
1847
locandine
1015
serialminds
786
scanners
482

News


10 Febbraio 2018

Addio a John Gavin, Giulio Cesare in Spartacus

Si è spento poco prima di compiere 87 anni John Gavin, all'anagrafe Juan Vincent Apablasa. Ad annunciarlo è stato l'amico William Friedkin: «Un triste giorno, il mio grande amico John Gavin è morto questa mattina. È stato uno degli uomini migliori che abbia mai conosciuto e come un fratello per me. Che possa riposare in pace».

Gavin ha avuto, per due decenni, una luminosa carriera davanti alla macchina da presa a Hollywood. Ma il lavoro di attore è stato solo un aspetto di una vita rimarchevole. Negli anni 70, dopo aver diradato i suoi impegni come interprete è stato eletto come presidente del Sindacato attori americano e ha occupato la carica per due mandati, dal 1971 al 1973. E in una parabola simile a quella dell'amico Ronald Regan, a capo del sindacato nei primi anni 60, nel 1981 è stato appuntato dallo stesso presidente ex attore come ambasciatore degli Stati Uniti in Messico, carica ricoperta dal 1981 al 1986.

Come attore, Gavin ha conosciuto il successo alla fine degli anni 50 grazie alla sua doppia collaborazione con Douglas Sirk, in Il tempo di vivere e ne Lo specchio della vita a fianco di Lana Turner. Gli anni 60 cominciano con una stagione impegnativa, ma ricca di soddisfazioni. Nello stesso anno collabora con Michael Curtiz (Olympia), Stanley Kubrick (interpreta Giulio Cesare in Spartacus) e Alfred Hitchcock, che si prende la soddisfazione di scioccarlo sul set di Psycho. L'anno successivo c'è anche tempo per lavorare insieme a Peter Ustinov (Giulietta e Romanoff), mentre nel 1967 è il fidanzato di Mary Tyler Moore agli ordini di George Roy Hill nella commedia musicale MIllie.

John Gavin è anche celebre per aver sfiorato, in due diverse occasioni, il ruolo di James Bond. Nel 1971 aveva già firmato per sostituire George Lazenby in Agente 007. Una cascata di diamanti. Ma i vertici della United Artist bloccarono l'accordo, preferendogli la certezza al botteghino data da Sean Connery. Due anni dopo si ripresenta la stessa occasione e ancora una volta Gavin è a un passo dall'iconico ruolo con licenza di uccidere, ma per Agente 007. Vivi e lascia morire il produttore Harry Saltzman vuole a tutti i costi un attore britannico, finendo con lo scritturare il manzo monoespressione Roger Moore. 

 

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Tutto quello che c'è da sapere su Cartoomics 2019

20 Febbraio 2019

Si avvicina marzo. E con esso, oltre agli improvvisi scrosci di pioggia e le prime scalmane primaverili, torna puntuale anche il Cartoomics, la convention di cultura pop...

Addio e grazie per tutte le news #078

18 Febbraio 2019

Non più di un soprammobile per l'attico di New York
Sarà incredibile vedere come la stessa notizia verrà assorbita dai due lati del muro immaginario. Anzi, dai due spalti...

Berlinale69 - Gli Orsi di FilmTv

16 Febbraio 2019

Mentre aspettiamo la cerimonia di premiazione raccogliamo i pronostici di tutti i collaboratori presenti al festival.

Per ogni critico trovate il film preferito e il pronostico sul...

Addio e grazie per tutte le news #077

15 Febbraio 2019

Will, le sorelle Wachowski e il bullet time
Come diamine sarebbe stata la trilogia di Matrix con Will Smith al posto di Keanu...

Addio e grazie per tutte le news #076

14 Febbraio 2019

Qualcuno faccia rilassare James Cameron
C'è un ottimo modo per verificare se l'indole di una persona tende più allo spensierato o all'intenso. Basta portarla al cinema a...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy