Il vero contributo di Tony Gilroy a Rogue One: A Star Wars Story

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Ilaria Feole dice che Due per la strada è il film da salvare oggi in TV.
Su Cine Sony alle ore 10:10.

Dove sono finite le sex symbol? Dal nostro archivio, una riflessione del 2012 di Roy Menarini.

Rick Alverson (in concorso a #Venezia75 con The Mountain ) è un comico da prendere decisamente sul serio. Lo avevamo segnalato negli Scanners.

Manca poco per la quinta stagione (su Netflix dal 14 settembre). Il cavallo più (o meno) famoso di Hollywoo sta per tornare.

Tra i 30 registi italiani più votati del nostro sondaggio pubblicato su FilmTv n° 34 c'è lui. Noi lo conosciamo bene, e voi?

Per festeggiare David Cronenberg che verrà premiato con il Leone alla carriera a Venezia 75 abbiamo pensato di rendere disponibili tutti gli articoli archiviati nella nostra collezione Locandine. A partire da La zona morta.

La citazione

«What happened to Gary Cooper? The strong, silent type. That was an American. He wasn’t in touch with his feelings. He just did what he had to do. (David Chase - The Sopranos)»

cinerama
8138
cineteca
2926
servizi
2687
opinionisti
1714
locandine
992
serialminds
738
scanners
471

News


6 Aprile 2018

Il vero contributo di Tony Gilroy a Rogue One: A Star Wars Story

Il capostipite della famiglia Gilroy, fratello maggiore del regista e sceneggiatore Dan e del gemello montatore John, non aveva ancora detto la sua sull'esperienza avuta nella post-produzione di Rogue One: A Star Wars Story, per il quale è stato chiamato a montaggio concluso per girare nuovamente molte scene e, addirittura, rimettere mano alla sceneggiatura. 

Tony Gilroy ammette che la sua prima e più importante fortuna è stata non essere un fan dell'universo di Star Wars, e di non aver accettato la collaborazione con l'intenzione di tornare a dirigere un nuovo capitolo. Si è presentato come un regista assunto con uno scopo, e ha potuto trattare il materiale che gli è stato consegnato con la dovuta, scientifica obiettività: «Non ho mai avuto troppo interesse per la saga, quindi non avevo neanche un riferimento. Ma la cosa non mi faceva paura. Inoltre la produzione era talmente impantanata... erano in guai davvero davvero terribili, sarebbe stato impossibile non migliorare la situazione».

Sul ruolo che ha avuto dal momento in cui è stato ingaggiato in avanti, Gilroy è lapidario e senza troppe ambiguità: «Sono arrivato quando il director's cut era già pronto. E alla fine della fiera ho richiesto e facilmente ottenuto un credito come sceneggiatore».

Ed è spettacolare sentire parlare Gilroy – vecchio lupo di mare dell'industria cinematografica, spesso chiamato in corsa dalle produzioni per sistemare a martellate film che paiono senza speranza – del processo creativo che lo ha portato a modificare il montato del film, quando perde tutta la poesia ereditata dal padre Frank, commediografo premio Pulitzer: «Se prendi Rogue One e pensi a tutte le difficoltà che ci sono state dietro, tutta la confusione, tutte le persone intelligenti e tutto il casino che, dai e dai, ha portato a questo risultato: alla fine la questione è molto molto semplice. È un film in cui “Gente, guardate, alla fine tutti quanti muoiono”. Quindi è un film che parla di sacrificio. Non sembra tanto un capitolo della saga di Star Wars. Per me è più un film in stile I lunghi giorni delle aquile».
 

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Annunciato un film sul salvataggio dei ragazzi thailandesi intrappolati nella grotta

18 Settembre 2018

Ci voleva un agente di spettacolo con molto pelo sullo stomaco per ottenere i diritti di sfruttamento su una storia così fresca, e Universal Pictures aveva l'uomo giusto. Matt...

Tutti i vincitori degli Emmy 2018

18 Settembre 2018

Ci volevano Bill Hader (anch'egli vincitore di una statuetta) e HBO per, finalmente, far salire da vincitore sul palco degli Emmy un sacerdote della Tv americana: Henry...

Il misterioso caso della scomparsa di Fan Bingbing

17 Settembre 2018

Il problema delle autorità cinesi, ora che il mercato cinematografico dell'ex Impero celeste è il secondo al mondo per incassi, è che l'esposizione mediatica delle loro personalità più in vista...

Quando Jake Gyllenhaal realizzò per caso il sogno di Barry Jenkins

17 Settembre 2018

Il primo esempio dei poteri taumaturgici di Jake Gyllenhaal era stato portato da Jamie Lee Curtis, che qualche tempo fa aveva rivelato di aver accettato di ritornare nel suo...

Steve McQueen sul cinema: «Deve essere un'esperienza condivisa»

14 Settembre 2018

L'occasione è quella della presentazione ufficiale di Widows – Eredità criminale, thriller proiettato per la prima volta pochi giorni fa nella cornice del Toronto Film...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy