Neill Blomkamp ci riprova, stavolta con il sequel di RoboCop

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che Brama di vivere è il film da salvare oggi in TV.
Su Cine Sony alle ore 21:05.

Una serie tv da cominciare? Attenzione, perché secondo Alice Cucchetti è magnetica e non potrete fare a meno di finirla.

La figura del Papa è stato oggetto di recente di una delle nostre liste. Ma se il Papa, più che una presenza, fosse una specie di fantasma irraggiungibile? Ovviamente, secondo Marco Ferreri.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Il blu è un colore caldo, soprattutto se si tratta di un giallo di Simenon raccontato da Amalric.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Life... don't talk to me about life...»

scelta da
Alice Cucchetti

cinerama
8277
cineteca
3049
servizi
2826
opinionisti
1776
locandine
1000
serialminds
755
scanners
477

News


12 Luglio 2018

Neill Blomkamp ci riprova, stavolta con il sequel di RoboCop

MGM non ha ancora perso le speranze con RoboCop. Così – nonostante gli scarsi risultati, sia di pubblico sia di critica, fatti registrare dal remake del 2014 diretto dal povero José Padilha – decide di riprovarci con l'entusiasmo di chi ha grossa fiducia nel mercato cinese, l'unico a non trattare a pesci in faccia il precedente capitolo.

Per il sequel, che sarà intitolato RoboCop Returns, la major va sul sicuro con la convocazione (in veste di produttori) di Ed Neumeier e Michael Miner, gli sceneggiatori della seminale follia diretta nel 1987 da Paul Verhoeven. La sceneggiatura del seguito si basa su quella scritta dai due per il regista olandese subito dopo il successo dell'originale, e mai realizzata anche perché Verhoeven riteneva non fosse di classe dirigere sequel. Ad adattarla e modernizzarla è stato chiamato Justin Rhodes, autore anche della sceneggiatura del prossimo Terminator diretto da Tim Miller.

La trama finora svelata sta tutta nel titolo: RoboCop torna per riportare l'ordine a Detroit. A dirigerlo è stato chiamato il sudafricano trapiantato in Canada Neill Blomkamp, ancora alla ricerca di un titolo che non faccia rimpiangere il suo esordio con District 9. La partenza sembra, come sempre a Hollywood, trionfale: «L'originale ha decisamente avuto un effetto enorme su di me quando ero ragazzo», ha dichiarato il regista tra lo stupore generale, rincarando la dose con: «L'ho amato moltissimo e rimane uno dei classici della fantascienza di fine 20esimo secolo, con un significato profondo nascosto sotto la superficie. E questo è uno degli obiettivi a cui vorremmo avvicinarci con il sequel. È la mia aspirazione.» 

Prosegue Blomkamp: «Quello con cui ero in connessione da ragazzo si è evoluto con il tempo. All'inizio consumismo, materialismo e il reaganesimo – quel tormentone dell'America anni '80 sotto steroidi – erano i temi che mi sembravano più evidenti. Ma invecchiando, ho cominciato a sentire la vicinanza con il tema dell'identità e della ricerca della stessa. Finché la parte umana del film rimane intatta, una buona narrazione funziona a prescindere dal periodo storico in cui si colloca o in cui viene vista. Quello che mi piace di RoboCop è che, come un bel film western, o di fantascienza o drammatico, la connessione umana è davvero importante per una storia ben raccontata. Quindi quello che mi attira adesso del film è questa persona alla ricerca della sua identità perduta, strappatagli da persone che adesso ne stanno traendo profitto, il tutto mentre la sua memoria è in balia degli eventi. Ecco cosa mi affascina».

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Addio e grazie per tutte le news #019

14 Novembre 2018

I bei ricordi di giovinezza di Michael Douglas
Michael Douglas
una manciata di cose le ha fatte, nella sua carriera cinematografica. Per usare un eufemismo. E le ha fatte...

Annunciato il programma del 36esimo Torino Film Festival

14 Novembre 2018

La 36esima edizione del Torino Film Festival partirà e si chiuderà in grande stile, con la collaborazione fra Jason Reitman e Hugh Jackman ...

CineTRIP #002

14 Novembre 2018

 

dove andare, cosa vedere e soprattutto perché
15-18 novembre 2018

LAMBRUSCO, POPCORN E CORTI
Piccoli film...

Addio e grazie per tutto il pesce #018

13 Novembre 2018

E Zeffirelli, per puro spirito di competizione, rilancia
Non è un caso che Franco Zeffirelli abbia da poco annunciato il coinvolgimento in una nuova regia...

Addio a Stan Lee

13 Novembre 2018

Avevamo tutti creduto fosse un po' immortale, Stan Lee. Anche le nuove generazioni, cresciute pensando fosse solo il vecchino che ricorreva con buffi cammei in tutti i film...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy