Werner Herzog e i suoi prossimi progetti

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che Teodora imperatrice di Bisanzio è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 17:45.

Dove sono finite le sex symbol? Dal nostro archivio, una riflessione del 2012 di Roy Menarini.

Rick Alverson (in concorso a #Venezia75 con The Mountain ) è un comico da prendere decisamente sul serio. Lo avevamo segnalato negli Scanners.

Manca poco per la quinta stagione (su Netflix dal 14 settembre). Il cavallo più (o meno) famoso di Hollywoo sta per tornare.

Tra i 30 registi italiani più votati del nostro sondaggio pubblicato su FilmTv n° 34 c'è lui. Noi lo conosciamo bene, e voi?

Per festeggiare David Cronenberg che verrà premiato con il Leone alla carriera a Venezia 75 abbiamo pensato di rendere disponibili tutti gli articoli archiviati nella nostra collezione Locandine. A partire da La zona morta.

La citazione

«sarà mica la maniera di lavorare… non si lavora così dai… ogni lavoro anche il più banale necessita di un minimo di regia»

scelta da
Andrea Bellavita

cinerama
8155
cineteca
2939
servizi
2701
opinionisti
1720
locandine
993
serialminds
739
scanners
471

News


12 Settembre 2018

Werner Herzog e i suoi prossimi progetti

In realtà Werner Herzog sarebbe nel pieno del tour promozionale del suo documentario, co-diretto insieme a André Singer, di prossima uscita. Meeting Gorbachev, il titolo spiega tutto, ha debuttato al Telluride Film Festival e sta per essere proiettato a Toronto. Ma l'autore tedesco, dinamo in costante movimento, pensa già ai prossimi progetti. 

Per prima cosa, la confessione: «Presto farò parte di un grosso film, parte di un franchise importante, a proposito del quale non dovrei dire assolutamente nulla. Posso solo rivelare il titolo. Il nome in codice è 'Huckleberry'. Per l'amor di dio, è chiaramente solo una copertura». L'ultimo film prodotto da una major in cui Herzog era apparso davanti alla macchina da presa è stato Jack Reacher, nel 2012, quando ha interpretato il cattivo Zac, antagonista del superuomo Tom Cruise. Merito, a detta dello stesso regista, della fama che il suo Grizzly Man gli ha portato negli Stati Uniti: «Sono molto più conosciuto, in giro per il mondo, grazie a film che ho realizzato 40 anni fa. Ma Grizzly Man ha toccato certe corde all'interno dei paesi più industrializzati, forze per via della sua natura selvaggia. Recito dai primi anni '70, in film tedeschi come australiani. Sono innamorato di tutto quello che riguarda il cinema: recitazione, sceneggiatura, regia, montaggio. Tutto».

L'altro mistero attuale sui movimenti di Herzog è il suo recente viaggio in Giappone, dove è andato a girare un film, in giapponese e utilizzando attori non protagonisti, di cui non si sa ancora nulla: «È stato tutto una continua e interessante sfida in Giappone. Avevo un ottimo traduttore, che mi ha aiutato a plasmare i dialoghi in modo che ogni azione potesse essere precisamente descritta agli attori. Di modo che potessero trovare la loro strada all'interno della battuta, ma seguendo certi punti fermi. Deve essere un processo preciso, altrimenti ci sono delle conseguenze nel prosieguo della storia». Per girare in Giappone, Herzog ha usato attrezzature molto leggere per poter seguire i suoi attori in mezzo alla folla e alle comparse, ignare di essere riprese. Non è la prima volta che Herzog lavora nel paese del Sol Levante, avendo diretto in precedenza un'opera a teatro. 

Nel frattempo, il cineasta stava anche lavorando al materiale su un documentario, prodotto da BBC, dedicato a Bruce Chatwin, con cui Herzog aveva stretto un'amicizia interrotta solo dalla morte dello scrittore, avvenuta nel 1989. Per il film, il tedesco ha viaggiato fino in Argentina, seguendo le orme percorse dall'amico per scrivere il suo primo libro In Patagonia, e in Australia, la cui cultura aborigena ha ispirato a Chatwin Le vie dei canti
 

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


John C. Reilly e la sua esperienza in La sottile linea rossa

24 Settembre 2018

John C. Reilly prosegue nella peculiare parabola di una carriera che lo ha portato a essere nominato all'Oscar per Chicago, ma anche a essere protagonista di ...

Rafiki ottiene una settimana di tregua dalla censura keniana

24 Settembre 2018

Come parte di un più ampio movimento per la tutela dei diritti LGBT nello stato africano, l'Alta Corte del Kenya, lo scorso venerdì, ha rimosso il blocco di censura imposto a Rafiki...

Svelato il nuovo progetto di Todd Haynes

24 Settembre 2018

Dal 1991, anno in cui Todd Haynes ha esordito dietro la macchina da presa cinematografica, a oggi, il regista californiano ha sempre avuto la calma dei giusti nello scegliere...

Michael B. Jordan potrebbe seguire le orme di Willem Dafoe e Liev Schreiber

21 Settembre 2018

Michael B. Jordan, oltre ad avere la testa per scegliere i progetti giusti, ha il fisico (e che fisico) e l'ha già dimostrato più di una volta. È stato Killmonger, sfaccettato...

Trent Reznor e Atticus Ross cureranno la colonna sonora della serie tratta da Watchmen

21 Settembre 2018

Per festeggiare una buona notizia non c'è niente di meglio di un'altra buona notizia. Damon Lindelof, infatti, ha stappato una bottiglia di quello buono dopo che la futura...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy