Viola Davis si dice pentita di aver accettato un ruolo in The Help

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Giulio Sangiorgio dice che Scemo di guerra è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 10:25.

Una serie tv da cominciare? Attenzione, perché secondo Alice Cucchetti è magnetica e non potrete fare a meno di finirla.

La figura del Papa è stato oggetto di recente di una delle nostre liste. Ma se il Papa, più che una presenza, fosse una specie di fantasma irraggiungibile? Ovviamente, secondo Marco Ferreri.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Il blu è un colore caldo, soprattutto se si tratta di un giallo di Simenon raccontato da Amalric.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Il banco di prova di un'intelligenza di prim'ordine è la capacità di tenere due idee opposte in mente nello stesso tempo e, insieme, di conservare la capacità di funzionare (Francis Scott Fitzgerald)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
8277
cineteca
3049
servizi
2826
opinionisti
1776
locandine
1000
serialminds
755
scanners
477

News


12 Settembre 2018

Viola Davis si dice pentita di aver accettato un ruolo in The Help

Viola Davis, tre volte candidata all'Oscar una volta (nel 2016 con Barriere) vincitrice, a domanda risponde. Incalzata dal New York Times al Toronto Film Festival su un ruolo che si è pentita di aver accettato nel corso della sua carriera, l'attrice ha risposto: «Se ho mai interpretato ruoli di cui poi mi sono pentita? Certo, e quello di The Help è nel mio elenco. Essere un modello e prendere in mano quel tipo di testimone in un momento della tua vita in cui stai lottando per rimanere a galla, è stato difficile. Ma ho scelto di essere una leader».

Quello che ha fatto pentire il premio Oscar a proposito di quella parte, inoltre, sono state le critiche (che l'attrice ritiene corrette) al film nel suo complesso, accusato di aver dato eccessivo credito alle donne bianche nel miglioramento della questione razziale, invece di mettere più enfasi possibile al ruolo rivestito dalle vere eroine della storia, le cameriere afroamericane come la Aibileen interpretata dalla Davis.

«Mi sembra che, alla fine, le voci della servitù non sono quelle che sono state sentite. Io conosco Aibileen e conosco Minny. Sono le mie nonne e le mie mamme. E so che quando si realizza un film la cui premessa è voler far capire cosa significasse, nel 1963, lavorare al servizio di una famiglia bianca e crescere dei bambini, il risultato deve essere che si deve davvero capire cosa si provava all'epoca, ed è una cosa che non ho percepito durante il film», queste le parole di Davis. Che, al di là delle plausibili critiche, ci tiene a ricordare che: «Le amicizie che si sono create su quel set rimarranno per tutta la vita. Ho comunque fatto una grande esperienza con le mie colleghe, persone straordinarie. E non avrei potuto desiderare un collaboratore migliore di Tate Taylor, il regista».

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Addio e grazie per tutte le news #019

14 Novembre 2018

I bei ricordi di giovinezza di Michael Douglas
Michael Douglas
una manciata di cose le ha fatte, nella sua carriera cinematografica. Per usare un eufemismo. E le ha fatte...

Annunciato il programma del 36esimo Torino Film Festival

14 Novembre 2018

La 36esima edizione del Torino Film Festival partirà e si chiuderà in grande stile, con la collaborazione fra Jason Reitman e Hugh Jackman ...

CineTRIP #002

14 Novembre 2018

 

dove andare, cosa vedere e soprattutto perché
15-18 novembre 2018

LAMBRUSCO, POPCORN E CORTI
Piccoli film...

Addio e grazie per tutto il pesce #018

13 Novembre 2018

E Zeffirelli, per puro spirito di competizione, rilancia
Non è un caso che Franco Zeffirelli abbia da poco annunciato il coinvolgimento in una nuova regia...

Addio a Stan Lee

13 Novembre 2018

Avevamo tutti creduto fosse un po' immortale, Stan Lee. Anche le nuove generazioni, cresciute pensando fosse solo il vecchino che ricorreva con buffi cammei in tutti i film...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy