Dillinger è morto ma è vivo!

970x250.JPG

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che Wichita è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 13:30.

Arriva il 31 maggio su Prime Video una delle nuove serie più attese dell'anno. Si chiama Good Omens, ed è tratta dal romanzo di Neil Gaiman e Terry Pratchett Buona Apocalisse a tutti! Impossibile non ripensare a American Gods , egualmente tratta da un romanzo dello scrittore inglese.

Tra i film che abbiamo già visto dell'edizione 2019 del Festival di Cannes c'è La Gomera di Corneliu Porumboiu, che non ci ha convinto. Vi invitiamo a confrontare le parole di Roberto Manassero con quelle di Sangiorgio, che con questa recensione, qualche anno fa, nella rubrica Scanners, presentava quest'autore della Nuova onda rumena.

Il cast dei sequel di Avatar cresce (ve ne parliamo nella prossima newsletter, nella vostra casella di posta sabato 18 maggio). Per l'occasione vi riproponiamo un confronto critico pubblicato all'epoca dell'uscita del primo film.

Il calciomercato delle piattaforme streaming e dei canali a pagamento, dai destini sempre più intrecciati. Un'analisi di Andrea Bellavita.

Lo scorso 9 maggio è morto a Seattle lo sceneggiatore Alvin Sargent, fra gli sceneggiatori più eclettici e di maggior successo nelle ultime cinque decadi di Hollywood. Suo è Paper Moon , che gli valse la prima nomination agli Oscar. Vi riproponiamo la locandina di Gianni Amelio.

La citazione

«Non solo Dio non esiste, ma provate a trovare un idraulico durante il week end! (Woody Allen)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
8649
servizi
3092
cineteca
2812
opinionisti
1906
locandine
1028
serialminds
820
scanners
488

News


9 Ottobre 2018

Dillinger è morto ma è vivo!

"CG Entertainment chiama a raccolta tutti i fan per pubblicare per la prima volta in alta definizione Blu Ray il controverso capolavoro di Marco Ferreri Dillinger è morto nella versione restaurata in digitale da CSC-Cineteca Nazionale a partire dai negativi originali 35 mm messi a disposizione dell’avente diritto Movie7 Media, con la supervisione alla color correction di Luciano Tovoli e la supervisione al restauro del suono di Federico Savina. Per partecipare al crowdfunding basta collegarsi sul sito cgentertainment.it all’indirizzo www.cgentertainment.it/film-dvd/dillinger-e-morto/f21907/  e pre-acquistare una copia entro il 5 novembre. Al raggiungimento di 300 pre-acquisti la versione restaurata di Dillinger è morto sarà pubblicata in una prestigiosa edizione speciale limitata e numerata".

Questa, cari lettori, è la notizia. Permettetemi una chiosa. Non si tratta semplicemente di un'occasione "commerciale" o di una comune media partnership tra Film Tv e l'editore del Blu Ray, ma di un'operazione culturale perché parliamo di un classico del cinema italiano (quattordicesimo nella nostra classifica dei migliori di tutti i tempi) considerato da tanti, quasi tutti, il capolavoro di Ferreri (io e Alberto Pezzotta gli preferiamo di un cicinin Break Up - L'uomo dei cinque palloni, ma i due film "si parlano", sono quasi un dittico). Ed è giusto, perfino necessario, che finalmente lo si riesca a vedere su supporto digitale con i suoi colori, i suoi suoni, la sua essenza cinematografica finalmente rispettati. Marco Ferreri dirige Dillinger è morto nel 1969, non lo scrive con il "pard" abituale Rafael Azcona - benché sia quest'ultimo l'ispiratore, non accreditato - ma con Sergio Bazzini, che solo un anno primo aveva cosceneggiato Grazie zia di Salvatore Samperi entrando pure lui nella leggenda, con Lisa Gastoni. Sceglie come protagonista Michel Piccoli, conosciuto durante una visita sul set di La chamade di Alain Cavalier, e poi Annie Girardot nei panni della cameriera-amante e Anita Pallenberg, la moglie sempre a letto ammalata di... tedio, o giù di lì. C'è una storia, in Dillinger è morto? Sembra di no ma invece sì, quasi astratta, un triangolo mortale imprigionato in un "paesaggio anemico" alla Mario Schifano, l'artista che prestò a Ferreri il suo appartamento affinché diventasse il set del film (ma la cucina è quella della casa di Ugo Tognazzi). Insomma, un film epocale Dillinger è morto, che anche grazie al vostro aiuto continuerà a vivere.

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Addio e grazie per tutte le news #127

17 Maggio 2019

Il primo Batman vampiro magico
Con Ben Affleck preso da molti altri problemi, non ultimo allontanarsi il più possibile dal disastro aereo che è finora stato l'universo...

Addio e grazie per tutte le news #126

16 Maggio 2019

Santo Guglielmo da Evanston
Praticamente tutte le testate internazionali che hanno battuto questa notizia, direttamente dal Festival di Cannes dove il gran visir in...

Addio e grazie per tutte le news #125

15 Maggio 2019

Le spade laser avrebbero fatto comodo contro gli zombie di ghiaccio
Viene fuori che David Benioff e D.B. Weiss se lo possono scordare il...

Addio e grazie per tutte le news #124

14 Maggio 2019

Addio a Doris Day  
Doris Day
è scomparsa ieri a 97 anni. Troppo presto, a dispetto della...

Addio e grazie per tutte le news #123

10 Maggio 2019

Il positivo venerdì di László Nemes
Può anche non accettarne la filosofia o il messaggio più o meno voluto che stanno veicolando, caro László Nemes, dal...

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy