Addio e grazie per tutte le news #014

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Fiaba Di Martino dice che Agora è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai2 alle ore 00:20.

A volte, molto raramente, capita che un film di Quentin Dupieux arrivi a essere visibile, per un po', come Rubber , questa settimana in streaming. Molti suoi film però rimangono invisibili al pubblico italiano, come quello di cui vi proponiamo la recensione questa settimana.

Dopo l’elezione di Donald Trump del 2016, Mauro Gervasini realizza una ricognizione sui film e i cambiamenti a Hollywood durante i due mandati del primo presidente americano nero, Barack Obama. Vi riproponiamo le sue riflessioni.

Siamo gli Oscar, e per rispondere a #OscarsSoWhite ora sì che ci preoccupiamo di dare visibilità agli artisti Neri e Donna! Ma in modo meccanico, superficiale e tutto sommato dannoso. Un'analisi di Ilaria Feole del 2018, pienamente attuale.

Muore a 97 anni la fidanzata d'America, Doris Day, una carriera leggendaria di cantante e attrice ma soprattutto il volto dell' american girl . In una filmografia per lo più dedicata alla commedia brillante scegliamo un titolo diverso, uno dei più famosi thriller di Alfred Hitchcock, per ricordarla.

Il 18 giugno arriva su Sky Atlantic la seconda stagione, ma in origine era una miniserie senza seguito: i nuovi episodi sono tutti diretti da Andrea Arnold, e non vediamo l'ora di tornare a seguire le vicende delle protagoniste di Big Little Lies. La recensione della prima stagione, di Alice Cucchetti.

La citazione

«Ognuno prende i limiti del suo campo visivo per i confini del mondo. (Arthur Schopenhauer)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
8704
servizi
3134
cineteca
2834
opinionisti
1924
locandine
1032
serialminds
832
scanners
491

News


7 Novembre 2018

Addio e grazie per tutte le news #014

In preparazione un film su Breaking Bad, la già disastrata pro loco di Albuquerque ringrazia
È un film di cui non si sa ancora nulla. Né il titolo, gira solo quello falso con cui il progetto firma nei motel: Greenbrier, né se sarà un sequel, un prequel, un remake musical, un entr'acte, una rivisitazione operistica o l'immancabile parodia pornografica. E non si sa nemmeno se torneranno i personaggi interpretati da Bryan Cranston e Aaron Paul. Quello che si sa è che Vince Gilligan ha raggiunto un accordo con Sony Television per scrivere e potenzialmente dirigere un lungometraggio, ma comunque non si sa se per la Tv, il cinema, il telefonino o il videocitofono, che c'entra qualcosa con Breaking Bad e sicuramente è ambientato in New Mexico. Dove speravano di attirare la produzione di una cosa spensierata tipo Un poliziotto ancora in prova (alle 21 su Canale 20) piuttosto che un'altra storia che racconti le prodezze imprenditoriali della manifattura e distribuzione di metanfetamina.

Sono già tornati gli anni 2000?
In una delle opere di zombificazione più rapide di cui si abbiano ricordi, gli anni 2000 cominciano a spingere forte per insinuarsi nel mercato della nostalgia. Ah, quando si stava meglio. Ah, quando Britney Spears e le Spice Girls e gli *NSYNC e Piotta si trovavano a masterizzare CD e a guardare Il favoloso mondo di Amélie. Ah, quando le biciclette e i walkman e Stranger Things non sono più abbastanza. Non si spiega altrimenti il reboot chiesto da Universal per Shrek e Il gatto con gli stivali, entrambi affidati all'ingegno di Christopher Meledandri, miglior nome della settimana e anche produttore dei tre Cattivissimo me. È il caso di cominciare a pensare già anche a un reboot di Harry Potter e il calice di fuoco (alle 21.30 su Italia 1)? Uno in cui Pattinson sopravvive e fonda la prima boyband di Hogwarts.

Un Deadpool natalizio e in versione Disney
Pare proprio uno di quei momenti spartiacque in cui una cosa inventata a fin di bene finisce per essere un disastro. Come quando si usava l'ecstasy per la terapia di coppia – la moglie voleva certamente più bene al marito, ma anche al postino, al pastore e alla lattaia – o come quando si sono inventati la pizza con l'ananas per le persone senza occhi e senza papille gustative, ma la situazione è sfuggita di mano. L'influenza Disney comincia già a farsi sentire dalle parti di Fox, che ha annunciato la distribuzione speciale (per 12 giorni) sotto le feste natalizie di una versione concessa ai minori di Deadpool 2. Il nuovo montaggio, con l'aggiunta di una scena appositamente voluta e prodotta da Ryan Reynolds, si intitolerà Once Upon a Deadpool e per ogni biglietto staccato, un dollaro finirà nel conto dell'associazione benefica autoesplicativa F-ck Cancer. È una cosa indubbiamente molto bella, ma non siamo pazzi di gioia all'idea di inondare i cinema con rimontaggi alternativi dello stesso film, ci sono cattive persone che potrebbero approfittarsene per una nuova versione di 50 sfumature di grigio. A proposito di folli estati: La pazza gioia è su RaiMovie alle 23.40.

In breve:
Fanno una serie Tv ispirata a Explorers, fantascientifica avventura del 1985 in cui Joe Dante fece debuttare su grande schermo River Phoenix al fianco di Ethan Hawke, che sarà scritta e prodotta da Cary Fukunaga, l'ex signor True Detective. A proposito di nostalgia: un remake di un film anni '80 il cui protagonista è ossessionato dai film di fantascienza anni '50. Prima o poi il cortocircuito ci farà frizzare.  

Natalie Portman ha veramente deciso che non è contenta se non riesce a fare tutto. Oltre ai ben noti exploit della sua vita perfetta e a un futuro film da regista in cui interpreterà anche entrambe le gemelle protagoniste, la Portman se la spassa anche con i documentari in veste di produttrice e narratrice. Con Eating Animals, in cui affronta un argomento che le sta a cuore come il trattamento degli animali da parte dell'industria alimentare, l'attrice punta a vincere nella stessa edizione l'Oscar come attrice in Vox Lux e quello come miglior documentario.

Il contributo video di oggi dichiara concluse le elezioni di midterm statunitensi con un omaggio al più grosso troll sulla faccia della terra, Sacha Baron Cohen. Che non solo piglia per i fondelli la gente rimbambita con i suoi nuovi personaggi, ma riesce ad andare ancora forte anche con i vecchi. Qui rispolvera un classico Borat, alle prese con un po' di campagna elettorale pro Trump.

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Addio e grazie per tutte le news #143

14 Giugno 2019

Si stava meglio quando si stava pagani
Non che la chiesa cattolica, in quanto braccio armato, secolare e burocratico della fede che dovrebbe rappresentare, abbia fatto solo...

Addio e grazie per tutte le news #142

13 Giugno 2019

L'amaro calice
Si mettano a letto i bambini, che è arrivato il momento di guardarsi in faccia e parlare di cose scabrose e diseducative. C'è uno spettro umano che si muove...

Addio e grazie per tutte le news #141

11 Giugno 2019

Più Bill Murray per tutti
Il mito di re William, l'anarchico conquistatore di Hollywood, è grande tanto quanto il piffero che gli frega a Bill Murray di...

Addio e grazie per tutte le news #140

10 Giugno 2019

La regina degli ectoplasmi demoniaci
Ci hanno messo un sacco a partire, su quello non ci piove. Ma se le leggi della fisica applicate all'industria cinematografica ci...

Addio e grazie per tutte le news #139

7 Giugno 2019

Divertirsi, ma con moderazione
Sapete chi, fra tutte le persone del mondo, andrebbe obbligatoriamente invitato a ogni compleanno, chi è la vera anima di qualsiasi festa?...

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy