CineTRIP #008

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Giulio Sangiorgio dice che Il mistero della camera gialla è il film da salvare oggi in TV.
Su TV2000 alle ore 21:05.

È cominciata anche in Italia l'ottava stagione di Il trono di spade , che sarà l'ultima. La settima stagione, se vi ricordate, ci aveva diviso: qui trovate il Perché no di Fiaba Di Martino.

Il 24 aprile è la data in cui usciranno in Francia dvd e bluray di High Life di Claire Denis, con Robert Pattinson e Juliette Binoche. Ancora non è prevista un'uscita nelle sale italiane, ma per l'occasione rispolveriamo la recensione di un altro film invisibile della stessa regista.

State già seguendo su TIMVision la seconda stagione di Killing Eve ? Vi riproponiamo l'intervista doppia alle due attrici protagoniste realizzata per l'arrivo della prima stagione, l'anno scorso.

Remake, reboot, prequel, sequel. E degli adattamenti, non possiamo proprio fare a meno? L'opinione di Roy Menarini.

Michelle Yeoh è appena stata scelta da James Cameron per i tre sequel previsti di Avatar. Vi riproponiamo allora la locandina di Emanuela Martini scritta per il film del 2009.

La citazione

«Quando la leggenda diventa realtà, si stampi la leggenda (John Ford)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
8590
servizi
3060
cineteca
2790
opinionisti
1889
locandine
1024
serialminds
811
scanners
487

News


9 Gennaio 2019

CineTRIP #008

 

dove andare, cosa vedere e soprattutto perché
10 - 13 gennaio 2019

A PROPOSITO DI... NOI
Cominciamo l'anno con una cosa nostra. Molti di voi si saranno accorti che siamo in edicola con un Film Tv rinnovato, stampato su carta ecocompatibile e con quattro pagine in più dedicate alle trame/recensioni dei film programmati sulle piattaforme streaming. Un nuovo inizio per il giornale, che festeggiamo con una tre giorni di incontri e proiezioni, venerdì sabato e domenica nella saletta di via San Giovanni alla Paglia 9, a Milano. Un dibattito sul valore del cinema in sala, il dialogo con Federica Fabbiani autrice di Zapping di una femminista seriale (il tema è la figura della donna nella serialità contemporanea), il collettivo femminista italiano a presentare il film L'aggettivo donna, la proiezione del nuovo lavoro di Luca Ferri Dulcinea, presente l'autore; i samurai di cui ha scritto Stefano Locati in un poderoso saggio, l'horror Stellastrega a chiudere la domenica e subito prima i redattori (o almeno alcuni) del blog I 400 calci a presentare il loro volume Guida da combattimento a Sylvester Stallone. Imperativo categorico: esserci.
Festa FilmTv, c/o FilmTvLab Milano, 11, 12, 13 gennaio
filmtvlab.it

POLVERE D'ARGENTINA
Quattro lungometraggi, tutti molto belli e contesi dai festival. Parliamo dei film di Lucrecia Martel, cineasta argentina, in programmazione all'Oberdan di Milano. E si parte dall'ultimo, magnifico, ancora inedito in Italia, Zama, presentato fuori concorso alla Mostra di Venezia nel 2017. Storia di Don Diego de Zama, funzionario spagnolo che a fine 700 è costretto ad aspettare un trasferimento che non arriva mai, una parabola ispirata al vero. Prima, dopo, intorno a Zama, gli altri tre titoli, dal più celebrato La ciénaga, premiato a Berlino nel 2000, altra storia di stasi ma contemporanea, due famiglie ferme in una zona paludosa a La niña santa, racconto di due ragazzine, una delle quali “baciata” da una vocazione improvvisa, non cercata. E infine La donna senza testa, vittima forse di una signora che al volante urta qualcosa, non sa bene, penserà a un cane, finché un cadavere affiora. I conti con la storia, le identità, la realtà contemporanea, il convivere civile e sentimentale al centro di una poetica originale. La proiezione di Zama del 10 gennaio sarà introdotta dal critico Andrea Chimento.
Rassegna Lucrecia Martel, Spazio Oberdan Milano fino al 21 gennaio
www.cinetecamilano.it

LE MILLE E UNA NOTTE
I lettori/spettatori più cinefili possono dunque prepararsi all'evento. La Fondazione Prada, sempre in quel di Milano (questa settimana va così, anche perché altrove, in Italia, la ripresa culturale dopo le feste pare un po' più lenta), proietta Le livre d'image, film di Jean-Luc Godard presentato al Festival di Cannes nel 2016. Uno dei lavori di ricerca sperimentale ai quali ci ha abituato negli ultimi tempi, ma questo, a dire del regista, ha una trama (!). Parole sue, racconta «Una specie di fiaba su una falsa rivoluzione in medio oriente organizzata dal capo di un emirato fittizio rinasto senza risorse petrolifere». Non avendone visto che qualche spezzone visionario on line confesso di avere una gran voglia di recuperarlo. E poi dura solo 84 minuti! Le livre d'image, Fondazione Prada Milano, sabato 12 h. 18, 20, 22
www.fondazioneprada.org

Per segnalazioni di eventi, rassegne, festival: cinetrip3@gmail.com

 

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Addio e grazie per tutte le news #112

18 Aprile 2019

Nuvoloso con possibilità di Tarantino
Non ce l'hanno fatta, il Festival di Cannes e Quentin Tarantino, a osare un annuncio irresponsabile e confermare la...

Addio e grazie per tutte le news #111

17 Aprile 2019

Addio a Monkey Punch
La vulgata della bibbia di...

Addio e grazie per tutte le news #110

16 Aprile 2019

Continuiamo così, facciamoci del male
Lo zapping. Che come tutte le attività fatte a mezzo cervello rivelano molto dell'inconscio. All'apice del duopolio Rai/Mediaset era...

Addio e grazie per tutte le news #109

10 Aprile 2019

Almeno questi anziani non hanno la fissa delle slot machine
Ultimamente era già passato il buon Hayao Miyazaki, e nemmeno per la prima volta, a ricordarci una grande...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy