Addio e grazie per tutte le news #074

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Fiaba Di Martino dice che Agora è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai2 alle ore 00:20.

A volte, molto raramente, capita che un film di Quentin Dupieux arrivi a essere visibile, per un po', come Rubber , questa settimana in streaming. Molti suoi film però rimangono invisibili al pubblico italiano, come quello di cui vi proponiamo la recensione questa settimana.

Dopo l’elezione di Donald Trump del 2016, Mauro Gervasini realizza una ricognizione sui film e i cambiamenti a Hollywood durante i due mandati del primo presidente americano nero, Barack Obama. Vi riproponiamo le sue riflessioni.

Siamo gli Oscar, e per rispondere a #OscarsSoWhite ora sì che ci preoccupiamo di dare visibilità agli artisti Neri e Donna! Ma in modo meccanico, superficiale e tutto sommato dannoso. Un'analisi di Ilaria Feole del 2018, pienamente attuale.

Muore a 97 anni la fidanzata d'America, Doris Day, una carriera leggendaria di cantante e attrice ma soprattutto il volto dell' american girl . In una filmografia per lo più dedicata alla commedia brillante scegliamo un titolo diverso, uno dei più famosi thriller di Alfred Hitchcock, per ricordarla.

Il 18 giugno arriva su Sky Atlantic la seconda stagione, ma in origine era una miniserie senza seguito: i nuovi episodi sono tutti diretti da Andrea Arnold, e non vediamo l'ora di tornare a seguire le vicende delle protagoniste di Big Little Lies. La recensione della prima stagione, di Alice Cucchetti.

La citazione

«E questo è quanto (Casinò - Martin Scorsese)»

cinerama
8704
servizi
3134
cineteca
2834
opinionisti
1924
locandine
1032
serialminds
832
scanners
491

News


12 Febbraio 2019

Addio e grazie per tutte le news #074

Il saggio agente di Leonardo DiCaprio
Leonardo DiCaprio è ormai a quel livello professionale in cui – oltre a perpetuare il sogno del dottor Mengele scegliendo di avere esclusivamente partner bionde, supermodelle, più alte del metro e settantacinque e categoricamente sotto i 27 anni – fa diventare oro cine-televisivo tutto quello che tocca. O meglio, può permettersi di impegnarsi solo in progetti che vanno dall'oro in su. Oltre a essere bravi, belli e stacanovisti, per arrivare a certe vette è necessaria anche la fortuna di avere un ottimo agente. Uno di quelli che, quando nel 2010 compri i diritti per un romanzo storico che intreccia, alla fine dell'800, le storie dell'architetto che ha organizzato la Fiera Colombiana di Chicago e di un affascinante farmacista serial killer, ti impedisce di rovinarti la carriera interpretando l'affascinante farmacista serial killer nella trasposizione cinematografica che volevi affidare a Martin Scorsese. Dopo lo scampato pericolo, però, a DiCaprio rimanevano sul groppone i diritti di The Devil in the White City; e anche a Scorsese era rimasto in agenda l'impegno su quel progetto, e Scorsese non modifica mai la sua agenda. I due hanno risolto grazie all'intervento di Hulu, che ha messo in lavorazione una serie tratta dal romanzo di Erik Larson di cui DiCaprio e Scorsese saranno produttori. Esiste un mondo parallelo in cui la carriera dell'attore premio Oscar si è schiantata contro il farmacista serial killer e ora è alle prese con il sequel di Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo – Il mare dei mostri (su Nove alle 21.25).

Cuccuruccuccu Palomar
Continua, surreale come un testo di Battiato, l'infilata di grandi progetti ad ampio respiro internazionale promossi da Palomar, casa di produzione italiana con trent'anni di storia, passati per la maggior parte a contare i proventi delle repliche di Il commissario Montalbano. Poi la vendita ai francesi di Mediawan e la svolta extra fiction della Tv di lusso (la qualità) con la partenza della serie tratta da Il nome della rosa. Una piccola parentesi cinematografica con la produzione di La paranza dei bambini – tratto dall'omonimo romanzo di Saviano e al momento in concorso alla Berlinale con il sublime titolo internazionale Piranhas – e Palomar è subito pronta a tornare al suo nuovo corso televisivo. Hanno confermato, infatti, la serie spaghetti western carasau e patate That Dirty Black Bag, per la quale il sardo Mauro Aragoni ha ripreso e allargato la sua pluripremiata webserie Quella sporca sacca nera. Il regista e sceneggiatore, all'esordio in una grande produzione, sarà affiancato dal collega irlandese Brian O'Malley, che ha già un paio di lungometraggi alle spalle. Si sono sentite battute molto meno esilaranti di una che inizia con “Ci sono un regista sardo e un regista irlandese sul set pugliese di uno spaghetti western”. Forse solo “Ci sono Bradley Cooper e Robert De Niro in un film e non è una commedia brutta” per poi mostrare, tra lo stupore generale, Limitless (su Canale 20 alle 21).

In breve:
Abbiamo perso Lars von Trier. Non che l'avessimo mai propriamente avuto, vista la sua tendenza a essere artista a sé, ma è certo che stavolta è perso del tutto. Praticamente esiste questa galleria di arte contemporanea ad Anversa, si chiama M HKA, che sta ospitando un'installazione creata dal regista danese e finanziata dalla sua produttrice Marianne Slot e dall'uomo d'affari russo Leonid Ogarev. Nessuna storia in cui si accenna a un uomo d'affari russo è mai finita bene. I tre, in combutta, hanno acquistato un doppio diamante bianco da dodici carati, tagliato da due diverse pietre, lo hanno messo sotto una teca e collegato a un visore di realtà virtuale, l'hanno chiamato Melancholia: The Diamond, e hanno detto a tutti che era un artistico richiamo allegorico al film di von Trier, quello in cui un pianeta si è talmente stufato dei capricci di Kristen Dunst che decide di venire a picchiarsi sulla Terra, e che il suddetto von Trier continuerà a fare la stessa cosa con tutti i suoi film. Avete tempo fine al 5 maggio per andare a vedere il diamante ad Anversa, io resto a casa a vedere Bridget Jones's Baby (su Canale 5 alle 21.20). 

HBO ha finalmente fatto quello che in tanti avrebbero sempre voluto, ma mai potuto. Hanno ricoperto di soldi Álex de la Iglesia per fargli girare una mattata sotto forma di serie Tv in otto episodi. La splendida baracconata si intitolerà 30 Coins e racconterà di padre Vergara, esorcista, pugile ed ex carcerato, che oggi vive in un remoto villaggio della Spagna sperando di essersi lasciato alle spalle il turbolento passato. Ci pensano l'ambizioso sindaco Paco e la veterinaria Elena a rompere le balle, costringendo i tre a fare squadra in mezzo alla cospirazione globale per il controllo delle trenta monete destinate a Giuda Iscariota per il suo tradimento a Gesù. Vendutissima. Ancora prima di sapere che de la Iglesia l'ha scritta insieme al mitologico, metà uomo metà codice fiscale, Jorge Guerricaechevarría.

Il contributo video dell'oggi sono le prime immagini di una di quelle cose che, come un esame proctologico, si attendono con grossa cautela, ignari se l'esperienza sarà dolorosa, piacevole o entrambe. Si tratta del primo trailer del delicatissimo adattamento in serie Tv, fatto da George Clooney per Hulu, di Comma 22, romanzo überculto di Joseph Heller. Una di quelle opere di ingegno uniche a cui, con una trasposizione mediocre, si farebbe un torto davvero imperdonabile. Daje Giorgio, facciamo il tifo per te.

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Addio e grazie per tutte le news #143

14 Giugno 2019

Si stava meglio quando si stava pagani
Non che la chiesa cattolica, in quanto braccio armato, secolare e burocratico della fede che dovrebbe rappresentare, abbia fatto solo...

Addio e grazie per tutte le news #142

13 Giugno 2019

L'amaro calice
Si mettano a letto i bambini, che è arrivato il momento di guardarsi in faccia e parlare di cose scabrose e diseducative. C'è uno spettro umano che si muove...

Addio e grazie per tutte le news #141

11 Giugno 2019

Più Bill Murray per tutti
Il mito di re William, l'anarchico conquistatore di Hollywood, è grande tanto quanto il piffero che gli frega a Bill Murray di...

Addio e grazie per tutte le news #140

10 Giugno 2019

La regina degli ectoplasmi demoniaci
Ci hanno messo un sacco a partire, su quello non ci piove. Ma se le leggi della fisica applicate all'industria cinematografica ci...

Addio e grazie per tutte le news #139

7 Giugno 2019

Divertirsi, ma con moderazione
Sapete chi, fra tutte le persone del mondo, andrebbe obbligatoriamente invitato a ogni compleanno, chi è la vera anima di qualsiasi festa?...

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy