Opinionisti: rubriche e editoriali

970x250_TIM.JPG

414_TIM.JPG

Opinionisti /// Pensieri cattivi, (col)laterali, editoriali. Dal 2008 ad oggi.

Editoriale

Rock’n’Roll Attitude

Questo articolo è stato scritto dopo la strage al Bataclan di Parigi, nel novembre 2015. Lo riproponiamo dedicandolo a Johnny Hallyday, scomparso il 6 dicembre scorso a 74 anni, e alla sua idea di rock...

Il titolo va letto alla francese, come nell’omonima canzone di Johnny Hallyday. «Vivre. Tous les moments qu’on a rêvés de vivre. Respirer chaque minute qu’on respire. Rock’n’roll attitude». Il significato si intuisce anche senza traduzione, rêver vuol dire sognare. In poche parole il più parigino dei rocker ha concentrato il senso di un genere musicale che è energia liberatoria e, appunto, attitudine alla vita. Questo nonostante uno dei principali quotidiani italiani, all’indomani delle carneficine di Parigi, abbia tradotto il nome degli Eagles of Death Metal, che suonavano al Bataclan subito prima che i terroristi cominciassero a uccidere persone, con «aquile della morte metallica», stigmatizzando la presunta cultura di morte dell’hard rock. Gli avvenimenti del 13 novembre costringono al rigore delle proporzioni, così lo scivolone giornalistico diventa più comico che drammatico, perché i drammi sono altri. Per la cronaca, “Eagles” si riferisce proprio agli Eagles: Glenn Frey, Don Henley e compagnia, non esattamente un plotone d’esecuzione. Un fanatismo sanguinario e follemente moralista ha colpito il rock’n’roll, perché è ormai appurato che il luogo, peraltro gestito da fine Ottocento da una famiglia di origine ebraica, e il concerto, sono stati scelti non per caso. Acquista quindi un certo peso che tra i primi a rendere omaggio in loco alle vittime siano stati gli U2, o che i Pearl Jam, sul palco in un’altra parte del mondo, abbiano voluto cantare brani degli Eagles of Death Metal (immaginiamo improvvisati al momento). Fragile, molto umana, forma di resistenza: come quella di continuare a ripeterci che la vita continua e possiamo andare al cinema o in piazza o in metropolitana senza paura, così da non dargliela vinta. Questo numero di Film Tv vorrebbe essere resistente e rock secondo l’attitude di Johnny Hallyday. Il quale tra l’altro è appena tornato con una nuova, bella canzone intitolata De l’amour. Altro che morte.

B

N° 11 / 2014

Black Mirror n° 11/2014

Black Mirror

Lo ammetto, io faccio proprio una cosa da stronzo snob: quando c’è in video l’adattamento italiano di un format internazionale io guardo su YouTube le versioni originali. E con The Voice of Italy è proprio sparare ad alzo zero di fronte...

Andrea Bellavita

I

N° 19 / 2017

Il Sassolino n° 19/2017

Il Sassolino

Anche noi, come Maureen in Personal Shopper (vedi Film Tv n. 14 e 15/2017), aspettiamo un segno. Un segno della bravura o dell’intensità di Kristen Stewart, che secondo la globalità delle opinioni contribuisce a fare del film di Assayas...

Ilaria Feole

B

N° 13 / 2016

Black Mirror n° 13/2016

Black Mirror

Superando ogni più rosea aspettativa, Casa Siffredi si candida a diventare il programma cult assoluto della stagione. Non stracult, perché difficilmente ci è capitato di assistere a un caso di tv eccentrica così in asse: trattasi...

Andrea Bellavita

E

N° 04 / 2011

il Giorno della Memoria

Editoriale

In un forum razzista statunitense, legato ad associazioni vicine a Ku Klux Klan e Fratellanza Ariana, viene scoperta una sezione che bersaglia ebrei italiani. Certi giornali splatter di casa nostra minimizzano: sono i soliti nazisti dell’...

Mauro Gervasini

B

N° 09 / 2016

Black Mirror n° 09/2016

Black Mirror

Non posso nascondere che l’idea di rianimare il Rischiatutto di Mike Bongiorno mi aveva lasciato non poco perplesso: certo il gusto per il recupero spettacolare del vintage di Fabio Fazio è un valore sicuro, ma esperimenti come quello...

Andrea Bellavita

Archivio Opinionisti

Titolo Rubrica Autore FilmTv n°
Tishri Collateral Tommaso Labranca 37 / 2009
Capitolo 15. Un buco nella memoria (2004) Haiducii Tommaso Labranca 36 / 2009
Transit Collateral Tommaso Labranca 36 / 2009
Una nuova stagione con la passione di sempre Editoriale Aldo Fittante 36 / 2009
Capitolo 14. Il futuro nei tarocchi (2039) Haiducii Tommaso Labranca 35 / 2009
Ciiiccio! Collateral Tommaso Labranca 35 / 2009
Una Mostra speriamo senza mostri Editoriale Aldo Fittante 35 / 2009
Alcol Collateral Tommaso Labranca 34 / 2009
Capitolo 13. In fondo, sono come noi (2005) Haiducii Tommaso Labranca 34 / 2009
Una scandalosa dedizione Editoriale Aldo Fittante 34 / 2009
Capitolo 12. Jukebox all’azoto (2005) Haiducii Tommaso Labranca 33 / 2009
L’estate sta finendo Editoriale Aldo Fittante 33 / 2009
Quiz! Collateral Tommaso Labranca 33 / 2009
Assistiti Collateral Tommaso Labranca 32 / 2009
Capitolo 11. Mitridatizzazione (2006) Haiducii Tommaso Labranca 32 / 2009
Raiality Editoriale Adriana Marmiroli 32 / 2009
Capitolo 10. All You Need Is Love (2008) Haiducii Tommaso Labranca 31 / 2009
Cruel Intentions Editoriale Raffaella Giancristofaro 31 / 2009
Retrovirus Collateral Tommaso Labranca 31 / 2009
Buon copione, Mr. Winchell Editoriale Raffaella Giancristofaro 30 / 2009
Capitolo 9. Molière e il 3x2 (2007) Haiducii Tommaso Labranca 30 / 2009
Volgarità Collateral Tommaso Labranca 30 / 2009
Capitolo 8. Uccellacci e uccellini (2004) Haiducii Tommaso Labranca 29 / 2009
Fabbriturismo Collateral Tommaso Labranca 29 / 2009
Turista per caso Editoriale Mauro Gervasini 29 / 2009
Capitolo 7. La parabola del ricco stolto (2005) Haiducii Tommaso Labranca 28 / 2009
Goodbye Dave Editoriale Mauro Gervasini 28 / 2009
Parvenze Collateral Tommaso Labranca 28 / 2009
Capitolo 6. Qu’est-ce que la propriété (2006) Haiducii Tommaso Labranca 27 / 2009
Strega Collateral Tommaso Labranca 27 / 2009

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy