Opinionisti: rubriche e editoriali

970x250_FI.JPG

Opinionisti /// Pensieri cattivi, (col)laterali, editoriali. Dal 2008 ad oggi.

Black Mirror

Black Mirror n° 21/2013

Il Trono di Spade è troppo spinto per la Rai? Ecco cosa ne pensava nel 2013 Andrea Bellavita.

Il problema non è se Il trono di spade (Game of Thrones nella versione originale) sia da considerarsi “pornografia”, o se sia lecito e motivato definirlo come tale. Nel primo caso la risposta è no, nel secondo è che ognuno è libero di esprimere la propria opinione. La polemica che ha imperversato la settimana scorsa riguarda una questione più complessa: se cioè un prodotto simile sia adatto a un canale come Rai4, ovvero al “servizio pubblico”. Il trono di spade viene trasmesso negli Usa su HBO, canale cable-satellitare di eccellenza e di extra-nicchia (non solo perché è bello, ma perché l’abbonamento costa, e tanto), ed è diffuso in tutto il mondo quasi esclusivamente su canali satellitari a pagamento. Oltre all’Italia, dove ha avuto un primo passaggio su Sky Cinema 1 HD (a celebrarne la naturale identità para-cinematografica), soltanto altri due paesi europei lo hanno trasmesso su un canale generalista in chiaro e gratuito: la Spagna su Antena 3 (dopo un primo passaggio su Canal+) e la Germania su RTL II (dopo un passaggio su Sky Atlantic e TNT Serie). In entrambi i casi si tratta di emittenti private e destinate a un pubblico giovane, evoluto e curioso. Come Rai4. Cerchiamo di capire: se un prodotto di eccellenza (chi scrive poi non è mai stato un fan appassionato, ma ne riconosce la qualità e l’interesse) viene offerto da un canale tematico a pagamento è “quella televisione che noi non siamo capaci a fare”, se invece passa su una rete gratuita e pubblica, allora diventa disturbante e pericoloso. E se Rai4 fosse l’unico canale d’Europa ad aver fornito davvero un servizio pubblico? Come? Facendo cultura. Perché o ci mettiamo l’anima in pace e capiamo che anche questo strano fenomeno della fiction “difficile” (Rai4 era incorsa in un problema analogo qualche mese fa con Fisica o chimica) è una forma di cultura, oppure, vabbè… continuiamo a farci del male.

d

N° 03 / 2015

detour 165 - Risvolti in 3D

detour

(continua dal numero 2/2015)

Mi fermo ma una parte di me continua a muoversi - lo stesso fa il treno che dovrebbe portarmi a un appuntamento di festosità festiva. Col naso spiaccicato sul vetro a mescolarne il freddo col respiro...

Enrico Ghezzi

B

N° 48 / 2016

Black Mirror n° 48/2016

Black Mirror

Ci sono più elementi in comune di quanto si potrebbe pensare tra The Young Pope e la serie La mafia uccide solo d’estate. A partire da una produzione comune, quella di Wildside, meritoria factory italiana che nel tempo ha...

Andrea Bellavita

E

N° 17 / 2012

Fanta(co)scienza

Editoriale

Credo sia giunto il momento di mettere da parte ogni pensiero politicamente corretto e di infierire. E allora, in mancanza dei Cattivi Pensieri di Filippo Mazzarella (in pausa premio dopo le fatiche in compagnia dei suoi amati supereroi: vedi da...

Aldo Fittante

E

N° 38 / 2013

Cibo matto

Editoriale

Il bello di avere in giro dei bambini o dei ragazzini è che ti costringono a vedere in tv le cose più bizzarre. Come i programmi sul cibo. L’esempio più nobile, si fa per dire, è MasterChef nelle sue varie declinazioni, comprese quelle...

Mauro Gervasini

C

N° 47 / 2011

I cattivi pensieri n° 47/2011

Cattivi pensieri

Spira un’aria dimessa, evviva. Ma per un Caimano che lascia e raddoppia, c’è un Leviatano morente che tira colpi di coda. Come, per esempio, l’ultimo regalo al Paese in extremis del ministro della cultura uscente: ovvero il decreto di...

Filippo Mazzarella

Archivio Opinionisti

Titolo Rubrica Autore FilmTv n°
Firenze, Inferno Editoriale Mauro Gervasini 43 / 2016
Visioni dal fondo n° 43/2016 Visioni dal fondo Roy Menarini 43 / 2016
Black Mirror n° 42/2016 Black Mirror Andrea Bellavita 42 / 2016
La porta del cielo Editoriale Mauro Gervasini 42 / 2016
Mulholland Drive n° 42/2016 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 42 / 2016
American Screen n° 41/2016 American Screen Giulia D'Agnolo Vallan 41 / 2016
Black Mirror n° 41/2016 Black Mirror Andrea Bellavita 41 / 2016
Corsa agli Oscar Editoriale Mauro Gervasini 41 / 2016
Visioni dal fondo n° 41/2016 Visioni dal fondo Roy Menarini 41 / 2016
Black Mirror n° 40/2016 Black Mirror Andrea Bellavita 40 / 2016
Mulholland Drive n° 40/2016 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 40 / 2016
Woody e le sue luci Editoriale Roberto Manassero 40 / 2016
American Screen n° 39/2016 American Screen Giulia D'Agnolo Vallan 39 / 2016
Black Mirror n° 39/2016 Black Mirror Andrea Bellavita 39 / 2016
Si salvi chi può Editoriale Alice Cucchetti 39 / 2016
Visioni dal fondo n° 39/2016 Visioni dal fondo Roy Menarini 39 / 2016
Black Mirror n° 38/2016 Black Mirror Andrea Bellavita 38 / 2016
Mulholland Drive n° 38/2016 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 38 / 2016
Seminario sulla gioventù Editoriale Giulio Sangiorgio 38 / 2016
American Screen n° 37/2016 American Screen Giulia D'Agnolo Vallan 37 / 2016
Black Mirror n° 37/2016 Black Mirror Andrea Bellavita 37 / 2016
Habemus Sorrentino Editoriale Mauro Gervasini 37 / 2016
Visioni dal fondo n° 37/2016 Visioni dal fondo Roy Menarini 37 / 2016
Black Mirror n° 36/2016 Black Mirror Andrea Bellavita 36 / 2016
detour 172 - OGNI VOLTA UNICA, LA FINE DEL MONDO, OVVERO FONDAMENTA DEGLI INVISIBILI detour Enrico Ghezzi 36 / 2016
Mulholland Drive n° 36/2016 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 36 / 2016
Tommaso Editoriale Mauro Gervasini 36 / 2016
Black Mirror n° 35/2016 Black Mirror Andrea Bellavita 35 / 2016
Visioni dal fondo n° 35/2016 Visioni dal fondo Roy Menarini 35 / 2016
Black Mirror n° 34/2016 Black Mirror Andrea Bellavita 34 / 2016

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy