Opinionisti: rubriche e editoriali

970x250_TIM.JPG

414_TIM.JPG

Opinionisti /// Pensieri cattivi, (col)laterali, editoriali. Dal 2008 ad oggi.

Editoriale

Rock’n’Roll Attitude

Questo articolo è stato scritto dopo la strage al Bataclan di Parigi, nel novembre 2015. Lo riproponiamo dedicandolo a Johnny Hallyday, scomparso il 6 dicembre scorso a 74 anni, e alla sua idea di rock...

Il titolo va letto alla francese, come nell’omonima canzone di Johnny Hallyday. «Vivre. Tous les moments qu’on a rêvés de vivre. Respirer chaque minute qu’on respire. Rock’n’roll attitude». Il significato si intuisce anche senza traduzione, rêver vuol dire sognare. In poche parole il più parigino dei rocker ha concentrato il senso di un genere musicale che è energia liberatoria e, appunto, attitudine alla vita. Questo nonostante uno dei principali quotidiani italiani, all’indomani delle carneficine di Parigi, abbia tradotto il nome degli Eagles of Death Metal, che suonavano al Bataclan subito prima che i terroristi cominciassero a uccidere persone, con «aquile della morte metallica», stigmatizzando la presunta cultura di morte dell’hard rock. Gli avvenimenti del 13 novembre costringono al rigore delle proporzioni, così lo scivolone giornalistico diventa più comico che drammatico, perché i drammi sono altri. Per la cronaca, “Eagles” si riferisce proprio agli Eagles: Glenn Frey, Don Henley e compagnia, non esattamente un plotone d’esecuzione. Un fanatismo sanguinario e follemente moralista ha colpito il rock’n’roll, perché è ormai appurato che il luogo, peraltro gestito da fine Ottocento da una famiglia di origine ebraica, e il concerto, sono stati scelti non per caso. Acquista quindi un certo peso che tra i primi a rendere omaggio in loco alle vittime siano stati gli U2, o che i Pearl Jam, sul palco in un’altra parte del mondo, abbiano voluto cantare brani degli Eagles of Death Metal (immaginiamo improvvisati al momento). Fragile, molto umana, forma di resistenza: come quella di continuare a ripeterci che la vita continua e possiamo andare al cinema o in piazza o in metropolitana senza paura, così da non dargliela vinta. Questo numero di Film Tv vorrebbe essere resistente e rock secondo l’attitude di Johnny Hallyday. Il quale tra l’altro è appena tornato con una nuova, bella canzone intitolata De l’amour. Altro che morte.

C

N° 09 / 2012

I cattivi pensieri n° 09/2012

Cattivi pensieri

Ho fatto un sogno. Un sogno in cui ero felice per Leonardo DiCaprio e per la sua incontestabile vittoria, anche se mi spiaceva molto che il premio non fosse andato a Andy Serkis, giustamente nominato per la sua performance in L’alba del...

Filippo Mazzarella

B

N° 26 / 2013

Black Mirror n° 26/2013

Black Mirror

A pelle ti verrebbe da chiederti perché mai produrre (prima che guardare) un programma in cui un gruppo di vip si esibisce in una gara di tuffi (costumi attillati esclusi). Poi però ti rendi conto che il talent con i tuffi è uno dei format...

Andrea Bellavita

E

N° 37 / 2015

Cineforum

Editoriale

Parliamo un po’ di noi, e di voi. Film Tv organizza un cineforum (restiamo tenacemente affezionati a questa parola per qualcuno démodé) al cinema Beltrade di Milano, in collaborazione con Movieday. Movieday è una piattaforma che propone...

Mauro Gervasini

d

N° 07 / 2012

detour 58 - linea recta lunghissima

detour

Vedere un film, trovare una scena, riconoscerla, (credere di) ricordarla. Il cinema cambia ripercorrendosi, percorrendo a perdifiato (sulle orme di godard/bertolucci) il proprio louvre, museo(di)sé che è tutto oltre l’ultimo respiro ghiacciato (...

Enrico Ghezzi

C

N° 42 / 2012

Scie

Collateral

In un pomeriggio d’estate del 1988, mi trovavo su uno scomodo treno e tornavo da Lugano. Mai mi sarei aspettato di vivere un momento che mi avrebbe modificato l’esistenza, eppure accadde. Salirono a bordo verso Como, diretti a Malpensa, quattro...

Tommaso Labranca

Archivio Opinionisti

Titolo Rubrica Autore FilmTv n°
Black Mirror n° 43/2017 Black Mirror Andrea Bellavita 43 / 2017
Il Sassolino n° 43/2017 Il Sassolino Mariuccia Ciotta 43 / 2017
Per amor nostro Editoriale Giulio Sangiorgio 43 / 2017
Visioni dal fondo n° 43/2017 Visioni dal fondo Roy Menarini 43 / 2017
Black Mirror n° 42/2017 Black Mirror Andrea Bellavita 42 / 2017
Buone notizie Editoriale Giulio Sangiorgio 42 / 2017
La bussola d'oro n° 42/2017 Bussola d'oro Marianna Cappi 42 / 2017
Mulholland Drive n° 42/2017 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 42 / 2017
Black Mirror n° 41/2017 Black Mirror Andrea Bellavita 41 / 2017
Il Sassolino n° 41/2017 Il Sassolino Ilaria Feole 41 / 2017
Teoria della classe disagiata Editoriale Giulio Sangiorgio 41 / 2017
Visioni dal fondo n° 41/2017 Visioni dal fondo Roy Menarini 41 / 2017
Black Mirror n° 40/2017 Black Mirror Andrea Bellavita 40 / 2017
Ci rubano il pane Editoriale Giulio Sangiorgio 40 / 2017
Mulholland Drive n° 40/2017 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 40 / 2017
Black Mirror n° 39/2017 Black Mirror Andrea Bellavita 39 / 2017
Ehilà Beppe! Editoriale Rocco Moccagatta 39 / 2017
Visioni dal fondo n° 39/2017 Visioni dal fondo Roy Menarini 39 / 2017
Black Mirror n° 38/2017 Black Mirror Andrea Bellavita 38 / 2017
La bussola d'oro n° 38/2017 Bussola d'oro Marianna Cappi 38 / 2017
Mulholland Drive n° 38/2017 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 38 / 2017
Vengo dalla Luna Editoriale Ilaria Feole 38 / 2017
Black Mirror n° 37/2017 Black Mirror Andrea Bellavita 37 / 2017
Il clan dei marxigliesi Editoriale Mauro Gervasini 37 / 2017
Il Sassolino n° 37/2017 Il Sassolino Ilaria Feole 37 / 2017
Visioni dal fondo n° 37/2017 Visioni dal fondo Roy Menarini 37 / 2017
Black Mirror n° 36/2017 Black Mirror Andrea Bellavita 36 / 2017
I diari di Twin Peaks n° 36/2017 I diari di Twin Peaks Matteo Marelli 36 / 2017
La bussola d'oro n° 36/2017 Bussola d'oro Marianna Cappi 36 / 2017
Mulholland Drive n° 36/2017 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 36 / 2017

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy