Opinionisti: rubriche e editoriali

Opinionisti /// Pensieri cattivi, (col)laterali, editoriali. Dal 2008 ad oggi.

Il lungo addio

Nobuhiko Ôbayashi

Sperimentatore eccentrico con l’umiltà del mestierante o dell’artigiano, Nobuhiko Ôbayashi è divenuto un culto per caso, per la sua instancabile volontà di immaginare, al di fuori da ogni schema. Al nome del regista giapponese in genere viene associato un solo titolo: House (1977). Un caso difficilmente superabile di follia su pellicola, in cui l’immaginazione sale al potere senza che nessun limite - di budget, buon gusto o buon senso - la possa rallentare.

Sperimentatore eccentrico con l’umiltà del mestierante o dell’artigiano, Nobuhiko Ôbayashi è divenuto un culto per caso, per la sua instancabile volontà di immaginare, al di fuori da ogni schema. Al nome del regista giapponese in genere viene associato un solo titolo: House (1977). Un caso difficilmente superabile di follia su pellicola, in cui l’immaginazione sale al potere senza che nessun limite - di budget, buon gusto o buon senso - la possa rallentare. Al di fuori di House la storia di Ôbayashi rimane una faccenda per pochi, e fortunati, cinefili incalliti, che magari hanno approfittato del suo passaggio al Far East Film Festival di Udine nel 2016 per approfondire la materia. Gli anni 60 sono quelli dei corti sperimentali, un’attività che attirerà l’interesse dei produttori: la conversione al mercato non rappresenta un problema per Ôbayashi, che gira un’infinità di spot televisivi, spesso con protagoniste star di Hollywood quali Kirk Douglas o Charles Bronson (qui una selezione: www.austinfilm.org/2020/04/watchthis-the-tv-commercials-of-hausu-directo...). Ma è negli 80 che Ôbayashi confeziona i suoi lavori migliori: I Are You, You Am Me (1982) e soprattutto The Girl Who Leapt Through Time (1983, poi rifatto in versione anime) mescolano il romanzo di formazione con derive fantastiche dagli esiti sorprendenti. Il suo ultimo lavoro, Labyrinth of Cinema (2019), presentato a Toronto, racconta di come l’ultimo giorno di proiezioni di una sala cinematografica conduca fisicamente gli spettatori negli orrori della guerra. Un testamento all’altezza della sua fama. 

C

N° 09 / 2010

Bossa

Collateral

Se il Frecciarossa procede a 250 km/h, pieno di persone che riassumono, urlando ai cellulari, i fallimenti di una giornata tra ministeri romani (come Mastroianni, da telefono fisso, nell’ultimo episodio di Ieri, oggi, domani), se...

Tommaso Labranca

M

N° 08 / 2018

Mulholland Drive n° 08/2018

Mulholland Drive

Mosso da curiosità morbosa per tutto ciò che è Star Wars, ho messo le mani con colpevole ritardissimo su una copia della parodia hard (ma il termine è riduttivo: si tratta di una rilettura, pur sfrontata, che per scrupolo...

Filippo Mazzarella

P

N° 48 / 2020

Punti di vista n° 48/2020 - Torino chiama America

Punti di vista

Anziché perdersi nelle traiettorie scivolose di Ron Howard e della sua Elegia americana, (vedi recensione su Film Tv n. 47/2020), dove ci si dimentica spesso di entrare nel cuore di un territorio, di una comunità e della disillusione di...

Adriano De Grandis

d

N° 21 / 2014

detour 153 - rinviat(t)ori del futuro

detour

CapitanAmerica si lancia continuo e ossessivo col suo superscudo nel futuro di sé, anche ludicamente voglioso di funzionare da esercito individuale, uscito da un’ibernazione che sembra attenere al mondo stesso, teca sbiadita da cui stanno...

enrico ghezzi

M

N° 02 / 2014

Mulholland Drive n° 02/2014

Mulholland Drive

Spericolatezza. Qualche giorno fa, una preziosa firma di Film Tv (a cui devolverò sotto forma di birre medie parte degli emolumenti percepiti per questo pezzo) si chiedeva giustamente in un suo post su Facebook «Ma come si fa a sostenere che il...

Filippo Mazzarella

Archivio Opinionisti

Titolo Rubrica Autore FilmTv n°
Il rosa e l'azzurro Editoriale Emiliano Morreale 08 / 2021
Maurizio Liverani Il lungo addio Rocco Moccagatta 08 / 2021
Visioni dal fondo n° 08/2021 Visioni dal fondo Roy Menarini 08 / 2021
Black Mirror n° 07/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 07 / 2021
Christopher Plummer Il lungo addio Emanuela Martini 07 / 2021
Jean-Claude Carrière Il lungo addio Giulio Sangiorgio 07 / 2021
Mulholland Drive n° 07/2021 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 07 / 2021
Peppino, il primo piano e l’uovo al tegamino Editoriale Alberto Pezzotta 07 / 2021
Black Mirror n° 06/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 06 / 2021
Creatura cosmica Il lungo addio Vincenzo Rossini 06 / 2021
Punto ristoro Editoriale Pedro Armocida 06 / 2021
Visioni dal fondo n° 06/2021 Visioni dal fondo Roy Menarini 06 / 2021
A torto o sragione Editoriale Giulio Sangiorgio 05 / 2021
Black Mirror n° 05/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 05 / 2021
Cantamacabro adieu Il lungo addio Mauro Gervasini 05 / 2021
Il filo nascosto n° 05/2021 Il filo nascosto Sara Martin 05 / 2021
L'ultimo tango western Il lungo addio Mauro Gervasini 05 / 2021
Mulholland Drive n° 05/2021 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 05 / 2021
Black Mirror n° 04/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 04 / 2021
Cecilia Mangini, la rivoluzionaria Editoriale Roberto Silvestri 04 / 2021
I cancelli del cielo n° 04/2021 I cancelli del cielo Mauro Gervasini 04 / 2021
Visioni dal fondo n° 04/2021 Visioni dal fondo Roy Menarini 04 / 2021
Arnold Schwarzenegger Un post al sole Ilaria Feole 03 / 2021
Black Mirror n° 03/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 03 / 2021
Il filo nascosto n° 03/2021 Il filo nascosto Sara Martin 03 / 2021
Michael Apted Il lungo addio Roberto Manassero 03 / 2021
Mulholland Drive n° 03/2021 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 03 / 2021
Supponiamo sia il cinema Editoriale Pier Maria Bocchi 03 / 2021
Barbara Shelley Il lungo addio Emanuela Martini 02 / 2021
Black Mirror n° 02/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 02 / 2021

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy