Opinionisti: rubriche e editoriali

970x250_FI.JPG

Opinionisti /// Pensieri cattivi, (col)laterali, editoriali. Dal 2008 ad oggi.

Visioni dal fondo

Visioni dal fondo n° 17/2018

Ma quanto era comico Alfred Hitchcock? Roy Menarini racconta. Di aule universitarie, cadute nel vuoto, vendette "trasversali".

Trovo sempre un po’ discutibile deridere pubblicamente gli svarioni degli studenti da parte dei docenti universitari. Nel mio caso, cerco di farlo il meno possibile, anche perché l’aneddoto e l’ironia appaiono un po’ ingenerosi, e forse spiegano molto del fastidio che - anche alle ultime elezioni - le élite culturali hanno suscitato. Premessa questa excusatio non petita, faremo un’eccezione. Come ogni anno, tra i titoli che cerco di analizzare in aula c’è La finestra sul cortile, che non è solo un ottimo film di per sé, e quindi autosufficiente a giustificarne la presenza in un corso di Storia del cinema, ma anche utilissimo per le ben note metafore del voyeurismo, per il rapporto tra fotografia e cinema, realtà e rappresentazione, genere e autore, e così via. Arrivati alle sequenze finali, quando Jeff si trova inerme di fronte a Thorwald, si aggrappa al cornicione della finestra e infine cade, è accaduto qualcosa di strano. Quello è il picco della tensione, poiché per la prima volta il diaframma costituito dal buio, dal cortile interno e dal cannocchiale (o dall’obiettivo della macchina fotografica) viene squarciato. L’assassino è nella stanza in carne e ossa, dunque c’è poco da stare tranquilli. Ebbene, nel momento in cui Jeff precipita, l’aula (piena di circa 150 studenti) è esplosa in una risata collettiva, un vero e proprio boato di ilarità. Ora, ci sono due modi per reagire a questa vicenda da parte di un docente. Uno è infuriarsi per quanto avvenuto, scuotere la testa di fronte a una reazione così screanzata, e domandarsi che ne sarà del mondo. Oppure chiedersi (e chiedere, sinceramente incuriositi) perché mai la sequenza abbia suscitato tanta comicità. Le risposte che ho avuto sono di fatto tre: «La scena è girata male, e il modo di cadere di Jeff è ridicolo»; «Uno con una gamba rotta che casca dalla finestra fa ridere», e infine «Non lo so, mi è semplicemente sembrato buffo». Nel primo caso, non c’è alcuna abitudine (né pietà) per le tecniche del passato, e un vecchio film viene percepito come più obsoleto di un quadro o di un disco. Nel secondo, c’è un rifiuto a stare alle regole del genere. Nel terzo, la cosa in sé interessa poco, e il consumo avviene distrattamente, o dettato da emozioni momentanee. In tutti i casi mi sono compiaciuto per aver mostrato Un chien andalou e fatto svenire come ogni anno un paio di persone alla scena dell’occhio tagliato.

d

N° 02 / 2015

detour 164 - Risvolti in 3D

detour

(«In this lively yarn, Thomas Pynchon […] provides a classic illustration of the principle that if you can remember the 60’s, you weren’t there... or... if you were there, then you... or, wait, is it...») Pare sia noto che l’autore di L’...

Enrico Ghezzi

C

N° 21 / 2010

Yogurt

Collateral

Eccomi di ritorno dal Salone del Libro di Torino. Come con Sanremo, che ogni anno mi riprometto di ignorare, vivendo sintonizzato sulla radio del Madagascar, e invece ogni anno non ne perdo una serata, magari con la sola esclusione di quella...

Tommaso Labranca

E

N° 14 / 2016

Grandi speranze

Editoriale

Era forse impensabile sperare che un romanzo potesse ancora trasformarsi nella forma d’arte contemporanea per eccellenza. Un romanzo vero, non una forma romanzesca modellata su una serie tv o su un album hip hop concettuale. Il fatto poi che l’...

Roberto Manassero

B

N° 14 / 2015

Black Mirror n° 14/2015

Black Mirror

Maccio is back. Seppure a mezzo servizio, e con una funzione da supervisore creativo e (mini) regista. Il prodotto è Bob Torrent. La peggiore serie del web: webserie prodotta e licenziata dal servizio on demand Infinity di Mediaset, a...

Andrea Bellavita

E

N° 45 / 2012

Lee, qui, altrove

Editoriale

Un anno fa Piera Detassis era a capo del Festival Internazionale del Film di Roma, Marco Müller pareva saldamente al comando della Mostra di Venezia, Olivier Père guidava Locarno e il Primo Piano sull’Autore. Rassegna del Cinema Italiano (al cui...

Aldo Fittante

Archivio Opinionisti

Titolo Rubrica Autore FilmTv n°
Paura e desiderio Piattaforma Love Streams Emanuele Sacchi 03 / 2018
Raman Raghav 2.0 Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 03 / 2018
Refuso gastrico n° 03/2018 Refuso gastrico Adriano Aiello 03 / 2018
Sette minuti dopo la mezzanotte Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 03 / 2018
The Fantastic Water Babes Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 03 / 2018
Una settimana e un giorno Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 03 / 2018
Uomini e topi Editoriale Giulio Sangiorgio 03 / 2018
Visioni dal fondo n° 03/2018 Visioni dal fondo Roy Menarini 03 / 2018
All'ultimo voto Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 02 / 2018
Black Mirror n° 02/2018 Black Mirror Andrea Bellavita 02 / 2018
CJ7 Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 02 / 2018
Drunken Master Piattaforma Love Streams Emanuele Sacchi 02 / 2018
I Don’t Feel at Home in This World Anymore Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 02 / 2018
La bussola d'oro n° 02/2018 Bussola d'oro Marianna Cappi 02 / 2018
La signora di tutti Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 02 / 2018
Mulholland Drive n° 02/2018 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 02 / 2018
Perché il cinema appartiene agli amanti Editoriale Rinaldo Censi 02 / 2018
Punti di vista n° 02/2018 Punti di vista Roberto Manassero 02 / 2018
Shampoo Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 02 / 2018
Sieranevada Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 02 / 2018
Silence Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 02 / 2018
The Bad Batch Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 02 / 2018
Tutti i colori del buio Piattaforma Cineteca - a cura della Redazione - 02 / 2018
Black Mirror n° 01/2018 Black Mirror Andrea Bellavita 01 / 2018
Il Sassolino n° 01/2018 Il Sassolino Rocco Moccagatta 01 / 2018
Le cose che verranno Editoriale Giulio Sangiorgio 01 / 2018
Manolo Bolognini Il lungo addio Alberto Pezzotta 01 / 2018
Punti di vista n° 01/2018 Punti di vista Emanuele Sacchi 01 / 2018
Refuso gastrico n° 01/2018 Refuso gastrico Adriano Aiello 01 / 2018
Visioni dal fondo n° 01/2018 Visioni dal fondo Roy Menarini 01 / 2018

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy