Opinionisti: rubriche e editoriali

Opinionisti /// Pensieri cattivi, (col)laterali, editoriali. Dal 2008 ad oggi.

Il lungo addio

Nobuhiko Ôbayashi

Sperimentatore eccentrico con l’umiltà del mestierante o dell’artigiano, Nobuhiko Ôbayashi è divenuto un culto per caso, per la sua instancabile volontà di immaginare, al di fuori da ogni schema. Al nome del regista giapponese in genere viene associato un solo titolo: House (1977). Un caso difficilmente superabile di follia su pellicola, in cui l’immaginazione sale al potere senza che nessun limite - di budget, buon gusto o buon senso - la possa rallentare.

Sperimentatore eccentrico con l’umiltà del mestierante o dell’artigiano, Nobuhiko Ôbayashi è divenuto un culto per caso, per la sua instancabile volontà di immaginare, al di fuori da ogni schema. Al nome del regista giapponese in genere viene associato un solo titolo: House (1977). Un caso difficilmente superabile di follia su pellicola, in cui l’immaginazione sale al potere senza che nessun limite - di budget, buon gusto o buon senso - la possa rallentare. Al di fuori di House la storia di Ôbayashi rimane una faccenda per pochi, e fortunati, cinefili incalliti, che magari hanno approfittato del suo passaggio al Far East Film Festival di Udine nel 2016 per approfondire la materia. Gli anni 60 sono quelli dei corti sperimentali, un’attività che attirerà l’interesse dei produttori: la conversione al mercato non rappresenta un problema per Ôbayashi, che gira un’infinità di spot televisivi, spesso con protagoniste star di Hollywood quali Kirk Douglas o Charles Bronson (qui una selezione: www.austinfilm.org/2020/04/watchthis-the-tv-commercials-of-hausu-directo...). Ma è negli 80 che Ôbayashi confeziona i suoi lavori migliori: I Are You, You Am Me (1982) e soprattutto The Girl Who Leapt Through Time (1983, poi rifatto in versione anime) mescolano il romanzo di formazione con derive fantastiche dagli esiti sorprendenti. Il suo ultimo lavoro, Labyrinth of Cinema (2019), presentato a Toronto, racconta di come l’ultimo giorno di proiezioni di una sala cinematografica conduca fisicamente gli spettatori negli orrori della guerra. Un testamento all’altezza della sua fama. 

V

N° 05 / 2016

Visioni dal fondo n° 05/2016

Visioni dal fondo

Orecchiare i discorsi degli spettatori alla fine della proiezione è sempre istruttivo. Ogni critico dovrebbe prestarvi attenzione.  Per esempio, dopo La grande scommessa, un gruppo di signore ha discusso animatamente lasciando la sala....

Roy Menarini

E

N° 14 / 2014

Attraverso le barricate

Editoriale

Strani giorni. Grazie alla lettura di un bel libro, Barricate di carta (Mimesis cinema, 340 pagine, € 24) curato da Alfredo Rossi, Jacopo Chessa e uscito postumo rispetto al suo principale ispiratore Gianni Volpi, si torna a riflettere sul ruolo...

Mauro Gervasini

E

N° 41 / 2016

Corsa agli Oscar

Editoriale

Il processo di nomination per l’Oscar al miglior film straniero è piuttosto tortuoso. In sintesi funziona così: ogni paese designa un proprio candidato su una rosa di autocandidature interne. Quest’anno, in Italia, i film proposti sono stati...

Mauro Gervasini

E

N° 01 / 2015

Soldi al cinema, oh yeah!

Editoriale

La rivista “Box Office”, nel numero di fine dicembre, ha pubblicato la lista dei finanziamenti del MIBACT (Ministero dei beni delle attività culturali e del turismo) alle istituzioni cinematografiche italiane nel 2014. Non rientra nella tabella...

Mauro Gervasini

C

N° 48 / 2009

Gaber

Collateral

Se oggi mi viene in mente di parlare di Giorgio Gaber non è per qualche vacuo legame con le ricorrenze. Il fatto che nel 2009 Gaber avrebbe compiuto settant’anni è stato già ampiamente ricordato ed è per me ininfluente. Se questa mattina, verso...

Tommaso Labranca

Archivio Opinionisti

Titolo Rubrica Autore FilmTv n°
Black Mirror n° 04/2020 Black Mirror Andrea Bellavita 04 / 2020
Il filo nascosto n° 04/2020 Il filo nascosto Sara Martin 04 / 2020
Jô Shishido Il lungo addio Emanuele Sacchi 04 / 2020
La breve vita felice di Howard Ratner Editoriale Roberto Manassero 04 / 2020
Terry Jones Il lungo addio Ilaria Feole 04 / 2020
Visioni dal fondo n° 04/2020 Visioni dal fondo Roy Menarini 04 / 2020
Black Mirror n° 03/2020 Black Mirror Andrea Bellavita 03 / 2020
I cancelli del cielo n° 03/2020 I cancelli del cielo Mauro Gervasini 03 / 2020
Il Sassolino n° 03/2020 (1) Il Sassolino Giona A. Nazzaro 03 / 2020
Il Sassolino n° 03/2020 (2) Il Sassolino Pedro Armocida 03 / 2020
Ivan Passer Il lungo addio Roberto Silvestri 03 / 2020
Mulholland Drive n° 03/2020 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 03 / 2020
Punti di vista n° 03/2020 Punti di vista Caterina Bogno 03 / 2020
Quando ci sarà lui Editoriale Andrea Bellavita 03 / 2020
Will Smith Un post al sole Ilaria Feole 03 / 2020
Black Mirror n° 02/2020 Black Mirror Andrea Bellavita 02 / 2020
Il filo nascosto n° 02/2020 Il filo nascosto Sara Martin 02 / 2020
Lorenza Mazzetti Il lungo addio Emanuela Martini 02 / 2020
Oltre lo specchio Editoriale Giulio Sangiorgio 02 / 2020
Punti di vista n° 02/2020 Punti di vista Giona A. Nazzaro 02 / 2020
Visioni dal fondo n° 02/2020 Visioni dal fondo Roy Menarini 02 / 2020
Black Mirror n° 01/2020 Black Mirror Andrea Bellavita 01 / 2020
Dammi almeno due minuti Editoriale Giulio Sangiorgio 01 / 2020
I cancelli del cielo n° 01/2020 I cancelli del cielo Mauro Gervasini 01 / 2020
Il Sassolino n° 01/2020 Il Sassolino Andrea Fornasiero 01 / 2020
Kevin Spacey Un post al sole Ilaria Feole 01 / 2020
Mulholland Drive n° 01/2020 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 01 / 2020
Black Mirror n° 53/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 53 / 2019
Il filo nascosto n° 53/2019 Il filo nascosto Sara Martin 53 / 2019
Punti di vista n° 53/2019 Punti di vista Matteo Marelli 53 / 2019

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy