Mary e il fiore della strega di Hiromasa Yonebayashi - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Conan il barbaro è il film da salvare oggi in TV.
Su Spike alle ore 23:30.

Il 29 giugno scorso è uscito negli Usa Soldado , di Stefano Sollima. In Italia uscirà a ottobre, intanto vi riproponiamo la locandina del film di cui Soldado è sequel, ossia Sicario di Denis Villeneuve.

La ricerca di riscatto di un mite toelettatore di cani, la discesa agli inferi di un ex pugile manesco. Il nuovo film del regista di Gomorra torna nella terra di nessuno delle fiabe dark. Premiato come migliore attore al Festival di Cannes il protagonista Marcello Fonte.

Il 18 maggio arriva su Netflix la seconda attesissima stagione di Tredici . Dove eravamo rimasti?

Esiste davvero gente che non ama la musica?

Christophe Honoré quest'anno è al Festival di Cannes con Plaire, aimer et courir vite , in gara anche per la Queer Palm. Vi riproponiamo uno degli Scanners a lui dedicati.

La citazione

«Quando chiesero a Marx cos’è la dittatura del proletariato rispose: ”la Comune di Parigi, perché ha abolito l’esercito e la polizia”. Poi vennero i Soviet e Solidarnosc. Questo è il movimento. Non nacquero per caso. (C.L.R. James)»

cinerama
8027
servizi
2604
cineteca
2566
opinionisti
1669
locandine
984
serialminds
719
scanners
467
Recensione pubblicata su FilmTv 24/2018

Mary e il fiore della strega


Regia di Hiromasa Yonebayashi

Per poter crescere e costruirsi un terreno florido su cui mutare la propria identità in fieri, le piccole donne di Hiromasa Yonebayashi devono sempre rinunciare a un’illusione. La microscopica rubacchiotta Arrietty abbandona il suo mondo segreto, il desiderio d’amore (e di altezza) per l’umano Sho; la solitaria Anna lascia andare Marnie, amica tenuta segreta e guscio protettivo, per provare ad accedere all’universo sociale dei coetanei; la «collezionista di fallimenti» Mary, preadolescente dotata di un’ingombrante zazzera arancione e troppi giorni di noia estiva da smaltire prima dell’inizio della scuola, s’intrufola nella seduttiva università magica Endor, dove è scambiata per strega superbamente potente, ma scopre che l’eccezionalità della propria persona può esistere anche senza convalide esterne, appropriazioni indebite o l’ennesimo travestimento. L’opera terza di Yonebayashi (pupillo di Miyazaki), che inaugura lo Studio Ponoc - precipitato di Ghibli - da lui co-fondato, ed è come i film precedenti tratta da un romanzo per ragazzi (in questo caso La piccola scopa dell’inglese Mary Stewart), è il suo lavoro più visivamente ambizioso (si veda a tal proposito la bellissima sequenza della fuga della mandria di animali rapiti: una gioia per gli occhi in quanto a ricchezza e fluidità d’animazione). È tuttavia anche quello narrativamente più semplice: linearità ariosa di trama, tematiche eco-friendly “ghibliane” a chiare lettere (l’hubris dei maghi-scienziati che vogliono riformare Madre Natura). Un percorso formativo grazioso, ma per l’autore pure un passo, se non incerto, un po’ impigrito.

I 400 colpi

FDM
6
Mary e il fiore della strega (2017)
Titolo originale: Meari to majo no hana
Regia: Hiromasa Yonebayashi
Genere: Animazione - Produzione: Giappone - Durata: 102'

Sceneggiatura: Hiromasa Yonebayashi, Riko Sakaguchi
Musiche: Takatsugu Muramatsu

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy