Roger Waters - Us + Them di Sean Evans, Roger Waters - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Francesco Foschini dice che Vediamoci chiaro è il film da salvare oggi in TV.
Su Rete4 alle ore 02:15.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Lui adesso vive ad Atlantide / con un cappello pieno di ricordi / ha la faccia di uno che ha capito / e anche un principio di tristezza in fondo all'anima / nasconde sotto il letto barattoli di birra disperata / e a volte ritiene di essere un eroe. (Francesco De Gregori - Atlantide)»

scelta da
Matteo Bailo

cinerama
9282
servizi
3750
cineteca
3176
opinionisti
2186
locandine
1087
serialminds
999
scanners
512
Recensione pubblicata su FilmTv 40/2019

Roger Waters: Us + Them


Regia di Sean Evans, Roger Waters

Cronaca in sintesi dell’omonimo tour? Non proprio. Film jukebox con pezzi vecchi e nuovi sulla falsariga delle cariatidi del rock in perenne “ultima tournée”? Ma non diciamo stupidaggini. Dopo un esperimento cinematografico simile dedicato a The Wall, Roger Waters, insieme al regista Sean Evans, realizza l’opera definitiva sul senso del suo essere artista. Quella roba lì - il rock: psichedelico, sinfonico, progressive, pop, declinatelo come vi pare - è sempre stata per il bassista-cantante una questione politica. Non solo per i testi, nel corso degli anni sempre più didascalici, ma per le musiche e, appunto, gli show. Se interessa la materia, questo Us + Them è una sintesi superba del “sentire” il palcoscenico, della connessione tra una band (spaziale: lo dico da gilmouriano convinto - difatti ce ne vogliono due di talenti per avvicinarsi a lui - ma i chitarristi Dave Kilminster e Jonathan Wilson sono qualcosa di grandioso; di Wilson guardate su YouTube le US Social Club Session) e un pubblico che è un popolo (il “muro” è crollato da mo’). Il controcanto con la ragazza durante l’esecuzione di Welcome to the Machine è, per chi scrive, uno dei migliori pezzi di cinema dell’anno. Roger Waters è questa cosa qui da Set the Controls for the Heart of the Sun (1968), e lo ha rivendicato anche presentando il film alla 76ª Mostra di Venezia, di fronte alla solita obiezione «tu sei troppo politico». Tra immagini di sfondo su migranti e “maiali” (Trump, May, Johnson...) il cuore di Us + Them sono i brani di Animals, quella “fattoria degli animali” che ancora oggi racconta come siamo diventati, e quale sia la reale posta in gioco.

I 400 colpi

PA
7
MG
8
GAN
6
media
7.0
Roger Waters: Us + Them (2019)
Titolo originale: Roger Waters: Us + Them
Regia: Sean Evans, Roger Waters
Genere: Documentario/Musicale - Produzione: Gb - Durata: 135'

Musiche: Roger Waters
Montaggio: Katharine Mcquerrey
Fotografia: Brett Turnbull

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Mauro Gervasini

Firma storica di Film Tv, che ha diretto dal 2013 al 2017, è consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e insegna Forme e linguaggi del cinema di genere all'Università degli studi dell'Insubria. Autore di Cuore e acciaio - Le arti marziali al cinema (2019) e della prima monografia italiana dedicata al polar (Cinema poliziesco francese, 2003), ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare su cinema francese e di genere.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy