The Informer - Tre secondi per sopravvivere di Andrea Di Stefano - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Francesco Foschini dice che Vediamoci chiaro è il film da salvare oggi in TV.
Su Rete4 alle ore 02:15.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Life... don't talk to me about life...»

scelta da
Alice Cucchetti

cinerama
9282
servizi
3750
cineteca
3176
opinionisti
2186
locandine
1087
serialminds
999
scanners
512
Recensione pubblicata su FilmTv 42/2019

The Informer - Tre secondi per sopravvivere


Regia di Andrea Di Stefano

Veterano della guerra in Iraq, ottimo soldato, un recente passato in carcere, una giovane moglie e una bambina: il profilo del perfetto informatore dell’FBI, con molto da perdere e la giusta esperienza “sul campo”. Si chiama Pete Koslow, origine polacca e infatti lo fanno infiltrare in una gang di “pols” che opera a New York. Purtroppo finisce in mezzo a un casino inaspettato, ci rimette la pelle un poliziotto, lui torna in galera di nuovo ricattato dall’FBI, ma l’agente di collegamento Rosamund Pike subisce la cattiva compagnia del superiore Clive Owen, e non vi diciamo di più. Scorre sottotraccia una trama parallela, quella del detective della NYPD che annusa la giusta pista per far luce sull’omicidio del collega. Lo interpreta Common, il rapper, già noto agli spettatori per la sua partecipazione alla serie western Hell on Wheels, trasmessa in Italia da RaiMovie. Il suo poliziotto si chiama Grens e a ispirarlo è il personaggio seriale di una coppia di scrittori svedesi, Roslund & Hellström, autori del romanzo Tre secondi (Einaudi) al quale hanno attinto gli autori di The Informer. Italianissimo il regista Andrea Di Stefano, che già convinse con il film precedente, Escobar (2014). Questo action/crime è forse più convenzionale (soprattutto nella parte carceraria) e non sfrutta in pieno la potenzialità di tutti i personaggi, ma s’intuisce il tentativo di affrontare una storia complessa, fuori dai cliché, così come era stato per l’epopea un po’ sui generis del narco colombiano interpretato da Benicio Del Toro.

I 400 colpi

PA
7
AC
6
MG
6
RMO
6
media
6.3
The Informer - Tre secondi per sopravvivere (2019)
Titolo originale: The Informer
Regia: Andrea Di Stefano
Genere: Thriller - Produzione: Gb - Durata: 113'
Cast: Joel Kinnaman, Rosamund Pike, Ana de Armas, Common, Clive Owen, Arturo Castro, Ruth Bradley, Sam Spruell, Martin McCann, Jenna Willis
Sceneggiatura: Andrea Di Stefano, Rowan Joffe, Matt Cook

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Articoli consigliati


Intervista a Andrea Di Stefano» Interviste (n° 42/2019)

Mauro Gervasini

Firma storica di Film Tv, che ha diretto dal 2013 al 2017, è consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e insegna Forme e linguaggi del cinema di genere all'Università degli studi dell'Insubria. Autore di Cuore e acciaio - Le arti marziali al cinema (2019) e della prima monografia italiana dedicata al polar (Cinema poliziesco francese, 2003), ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare su cinema francese e di genere.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy