Dogs Don't Wear Pants di J.-P. Valkeapää - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Nato a Casal di Principe è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai5 alle ore 22:15.

La Berlinale conferma: il suo fondatore è stato un consigliere nazista

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Quando la leggenda diventa realtà, si stampi la leggenda (John Ford)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
9502
servizi
3973
cineteca
3277
opinionisti
2242
locandine
1102
serialminds
1043
scanners
517
Recensione pubblicata su FilmTv 31/2020

Dogs Don't Wear Pants


Regia di J.-P. Valkeapää

Juha (Pekka Strang), affermato chirurgo finlandese, vive con il senso di colpa provocato dall’annegamento della moglie davanti agli occhi terrorizzati della figlia Elli. Nonostante gli anni trascorrano rapidi e la figlia si trasformi in un’adolescente desiderosa di affetto (Ilona Huhta), Juha fatica a elaborare i suoi sentimenti. Accompagnando Elli a farsi un piercing alla lingua, Juha, inoltrandosi nei sotterranei dello studio di tatuaggi e modificazioni corporee, conosce accidentalmente la dominatrix Mona (Krista Kosonen). Presentato nell’ambito della Quinzaine des réalisateurs 2019, la prima diretta dal Delegato generale Paolo Moretti, Dogs Don’t Wear Pants è un film che fa simpatia. Il regista Valkeapää aveva presentato nel 2014 alle Giornate degli autori di Venezia They Have Escaped e, pur cambiando cifra formale, resta fedele alla sua attenzione per i reietti che si muovono ai margini della società. La relazione fra Juha e Mona si costruisce sull’asfissiofilia (detta anche ipossifilia e nota fra gli appassionati di edgeplay - pratiche sessuali al limite - come breath play). La mancanza del respiro permette a Juha di proiettarsi nello spazio della morte della moglie. Per accedere a questa dimensione, Juha diventa il cane di Mona. Dogs Don’t Wear Pants non è certo Maîtresse di Barbet Schroeder ma si tiene mirabilmente in equilibrio fra commedia nera e scavo dei personaggi. Offre un momento lunghissimo che farebbe rabbrividire The Dentist di Brian Yuzna e ritrae il mondo del bondage senza i pruriti borghesi di certo cinema salottiero. Come dire: un film inimmaginabile dalle nostre parti.

Dogs Don't Wear Pants (2019)
Titolo originale: Koirat eivät käytä housuja
Regia: J.-P. Valkeapää
Genere: Commedia drammatica - Produzione: Finlandia/Lettonia - Durata: 105'
Cast: Pekka Strang, Krista Kosonen, Ilona Huhta, Jani Volanen, Oona Airola, Ester Geislerová, Tomi Salmela, Ilkka Vanne, Amos Brotherus, Ellen Karppo, Samuel Shipway
Sceneggiatura: Juhana Lumme, Jukka-Pekka Valkeapää

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Giona A. Nazzaro

Delegato generale Settimana Internazionale della Critica di Venezia. Programmatore Visions du Réel di Nyon (Svizzera). Collaboratore Festival del Film di Locarno. Autore di libri e saggi. Dischi, libri, gatti, i piaceri. Il resto, in divenire.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy