Charlie Brooker: «La quarta stagione di Black Mirror sarà più ambiziosa»

970x250_TIM.JPG

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che Brothers è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 02:35.

Cinema e potere, un rapporto intricato e complesso. Ve ne parliamo su FilmTv n° 50 in uno speciale. Qui trovate la recensione della prima stagione di The Crown​, una delle serie citate nello speciale.

Questo articolo è stato scritto dopo la strage al Bataclan di Parigi, nel novembre 2015. Lo riproponiamo dedicandolo a Johnny Hallyday, scomparso il 6 dicembre scorso a 74 anni, e alla sua idea di rock...

Sarà proiettata al #TFF35 la serie d'autore Tokyo Vampire Hotel , ma Sion Sono è un habitué della rubrica Scanners. Vi proponiamo Himizu e vi consigliamo di scoprire tutti gli altri inediti.

Mentre Sky Atlantic HD trasmette la terza stagione di Gomorra - La serie, riproponiamo la riflessione che il giornalista-scrittore fece in esclusiva per Film TV sull’importanza di una fiction televisiva che a trent'anni dalla prima Piovra ha di nuovo il coraggio di raccontare la criminalità organizzata. Un “sistema” che anche il suo libro ZeroZeroZero, a sua volta destinato a ispirare un'altra serie tv diretta da Stefano Sollima, ha saputo descrivere nei suoi connotati transnazionali.

Visconti e il lato positivo della censura, ovvero quando Gianni Amelio vide per la prima volta Rocco e i suoi fratelli .

La citazione

«What happened to Gary Cooper? The strong, silent type. That was an American. He wasn’t in touch with his feelings. He just did what he had to do. (David Chase - The Sopranos)»

cinerama
7553
cineteca
2407
servizi
2294
opinionisti
1510
locandine
952
serialminds
635
scanners
452
Articolo pubblicato esclusivamente su questo sito

Charlie Brooker: «La quarta stagione di Black Mirror sarà più ambiziosa»


Charlie Brooker l'ideatore e lo showrunner di Black Mirror sceneggiatore di quasi tutti gli episodi della serie, e ha parlato con Deadline Hollywood del registro più vario che avranno le puntate della quarta stagione. dal 29 dicembre su Netflix. 

L'episodio forse più sorprendente di questa nuova annata non sarà quello che omaggia Star Trek, bensì Hang the DJ diretto da Tim Van Patten (noto come regista dei Soprano) dedicato agli appuntamenti romantici e definito dall'autore come «la cosa più vicina che abbiamo a una rom-com». Ha poi aggiunto: «Nella quarta stagione c'è una enorme varietà di storie e toni, di generi ed estetiche, tutte le puntate sono molto diverse. Questa stagione è più ampia e ambiziosa. La terza ci ha dato fiducia per portare nuove cose dentro la serie e mostrare che Black Mirror può avere anche altri significati, non dobbiamo essere per forza neri e nichilisti. Possiamo essere intelligenti in diversi generi e toni, in modo sorprendente, pur mantenendo il nostro DNA».

arkangel.jpg

L'autore che è poi passato a raccontare dell'importanza della scenografia e degli oggetti di scena, per esempio l'apparecchio simile a un tablet che nell'episodio Arkangel viene usato dai genitori per monitorare i figli: «Gran parte del lavoro è nel design, per cui ci impegniamo molto nel look di apparecchi e interfacce. Anche se sono assurdi, vogliamo che abbiano una loro logica interna. Non potremmo fare questo lavoro se non ci piacesse la tecnologia, perché passiamo un sacco di tempo a studiare interfacce e a cambiarne l'aspetto».

Ci sarà infatti persino un episodio in bianco e nero, Metalhead, che con una durata di 38 minuti sarà il più corto dell'intera serie e vedrà la protagonista alle prese con un terrificante cane robot. Diretto da David Slade affronterà il tema degli automi impiegati a scopi militari. 

metalhead.jpgRiguardo la collaborazione con Jodie Foster, che è regista di Arkangel, ha detto: «Ha due figli ed era un'attrice bambina, per cui nessuno meglio di lei sa lavorare con i bambini. È una persona con i piedi ben piantati per terra, anche se è sotto lo sguardo del pubblico da quando aveva 3 anni» 

Brooker ha escluso che gli episodi facciano da lancio per altre serie sul proprio mondo, quindi niente spin-off in questo senso, ma ha poi aggiunto: «Si potrebbe fare una serie animata o un fumetto basato su storie originali in linea con Black Mirror, non abbiano nulla in contrario, ma non ne abbiamo il tempo perché siamo sempre preoccupatissimi dal prossimo episodio».

Infine, riguardo una eventuale conclusione di Black Mirror con la quarta stagione (che completa l'ordine iniziale di episodi fatto da Netflix) Brooker ha detto: «Il mondo di certo non manca di darci idee, cerchiamo di essere sempre un passo avanti agli sviluppi tecnologici».


Articoli consigliati


Black Mirror» Serial Minds (n° 26/2015)
Diversamente seriale» Servizi (n° 46/2013)
Lo specchio magico» Servizi (n° 42/2016)
Black Mirror» Serial Minds (n° 46/2016)
Simply the best 2016 - Le nostre...» Servizi (n° 51/2016)
I vincitori degli Emmy Awards» Servizi (n° 38/2017)
I migliori trailer della settimana» Servizi (n° 46/2017)
I migliori trailer della settimana» Servizi (n° 48/2017)
I migliori trailer della settimana» Servizi (n° 49/2018)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy