Scanners - Caccia all'inedito

Scanners /// Raccolta di invisibili dimenticati dalla distribuzione italiana.

Mediterranea

Regia: Jonas Carpignano

Anno: 2015
Genere: Drammatico
Produzione: Italia, Francia, USA, Germania, Qatar
Durata: 107 minuti

Cast: Koudous Seihon, Alassane Sy, Pio Amato, Joy Odundia, Vincenzina Siciliano, Adam Gnegne, Aisha, Sinka Bourehima, Paolo Sciarretta, Susannah Amato

Tra gli aspetti più curiosi di un film estremamente interessante come Mediterranea, ci sono i titoli di coda. Sono lunghissimi e costellati di nomi impensabili per un documentario sui generis come quello di Jonas Carpignano. Fra i produttori, infatti, figurano sia Spike Lee (con la sua The Spike Lee Fellowship Fund, e ci può stare) sia Chris Columbus. A quanto pare, stando alla spiegazione che il giovane regista ha fornito, convincere Columbus a mettere un po’ di soldi nel progetto non è stato affatto difficile. Anzi: il regista è stato ben contento di investire in un film così lontano da Hogwarts. La notazione sui titoli di coda serve, al di là del valore aneddotico, a evidenziare l’ampiezza di riferimento del film di Carpignano e, soprattutto, la capacità del regista di muoversi trasversalmente in mondi apparentemente lontani fra loro. Nel mettere in scena un viaggio dal Burkina Faso a Rosarno, teatro di una sacrosanta protesta dei braccianti africani sottoposti alla disumana legge dello sfruttamento della ‘ndrangheta, Carpignano non si limita a filmare. Piuttosto attraversa e si fa attraversare dai luoghi e dai corpi. Lo sguardo non è mai sociologizzante né banalmente documentario. L’autore sembra avere, anche indirettamente, assorbito il desiderio del racconto di matrice neorealista. Come un Vittorio De Sica degli inizi o un Giuseppe De Santis meno plastico, Carpignano racconta la passione del suo protagonista standogli attaccato ai fianchi. Non perdendolo mai di vista. Il regista non filma con le soluzioni in tasca. La sua politica la prova sul campo, nel perimetro del fare. Indicativo, in questo senso, il racconto della rissa, interpretata nel film dai veri protagonisti di uno sgradevole episodio di intolleranza che il regista non solo ha ricondotto alla ragione, ma li ha anche convinti a prendere parte al suo film. Il cinema, dunque, come verifica, incerta ovviamente, ma anche come linguaggio da inventare e condividere. Emblematiche di questo modo di procedere, tutte le scene nel deserto, cui fa da contrappunto, quasi insostenibile, il lancinante finale dove messinscena, vita, finzione, reale s’intrecciano e si sovrappongono senza soluzione alcuna di continuità. In questa sua volontà così decisa di mettersi in gioco, Carpignano offre l’ipotesi di un cinema italiano e meticcio colto nel suo farsi. Un esserci preso fra le pieghe del mondo.

Le chat du rabbin (2011)

Regia di Antoine Delesvaux, Joann Sfar

I fratelli Zellner sono una specie di incrocio impossibile fra i Farrelly e i Coen (che con Fargo hanno offerto lo spunto a Kumiko, the Treasure Hunter). Con una differenza...

FilmTv n° 24 / 2015

No Home Movie (2015)

Regia di Chantal Akerman

«Non ho mai avuto nostalgia del cinema», disse Chantal Akerman, dopo avere assistito alla masterclass di Michael Cimino, come lei ospite del Festival del Film di Locarno 2015. «Immagino che uno...

FilmTv n° 27 / 2016

The End of Time (2012)

Regia di Peter Mettler

Una delle necessità più impellenti che s’impongono alla cinefilia degli anni zero è di creare una cinefilia del cinema del reale. Una tradizione testuale del cinema non narrativo per evitare che...

FilmTv n° 03 / 2015

Mimosas (2016)

Regia di Oliver Laxe

Oliver Laxe costruisce il suo film come un western picaresco che, se inevitabilmente ricorda le atmosfere pasoliniane di Medea, Edipo e Il fiore delle mille e una notte...

FilmTv n° 23 / 2017

Die Lügen der Sieger (2014)

Regia di Christoph Hochhäusler

Un thriller politico. Ma di quelli rari. Di quelli che fan paura perché si tengono attaccati alla pelle della città e dei fatti. “Le bugie dei vincitori”, suona il titolo in tedesco, e raramente...

FilmTv n° 43 / 2015

Archivio Scanners

Titolo Regia Autore FilmTv n°
By the Time It Gets Dark Anocha Suwichakornpong Emanuele Sacchi 37 / 2017
An Injury to One Travis Wilkerson Giulio Sangiorgio 31 / 2017
Dharma Guns F.J. Ossang Giulio Sangiorgio 31 / 2017
Let Each One Go Where He May Ben Russell Roberto Manassero 31 / 2017
Diamond Island Davy Chou Roberto Manassero 29 / 2017
Le sommeil d'or Davy Chou Roberto Manassero 29 / 2017
Alena Daniel di Grado Fiaba Di Martino 27 / 2017
Excision Richard Bates Jr. Fiaba Di Martino 27 / 2017
Grave Julia Ducournau Giulio Sangiorgio 27 / 2017
Métamorphoses Christophe Honoré Luca Pacilio 25 / 2017
O Ornitólogo João Pedro Rodrigues Giulio Sangiorgio 25 / 2017
Vic + Flo ont vu un ours Denis Côté Roberto Manassero 25 / 2017
Mimosas Oliver Laxe Giona A. Nazzaro 23 / 2017
The Sky Trembles and the Earth Is Afraid and the Two Eyes Are Not Brothers Ben Rivers Giulio Sangiorgio 23 / 2017
Creepy Kiyoshi Kurosawa Emanuele Sacchi 21 / 2017
Daguerrotype Kiyoshi Kurosawa Emanuele Sacchi 21 / 2017
Real Kiyoshi Kurosawa Emanuele Sacchi 21 / 2017
Hawaii Marco Berger Pier Maria Bocchi 19 / 2017
Plan B Marco Berger Pier Maria Bocchi 19 / 2017
Taekwondo Marco Berger, Martín Farina Pier Maria Bocchi 19 / 2017
La mort de Louis XIV Albert Serra Rinaldo Censi 17 / 2017
Nocturama Bertrand Bonello Giulio Sangiorgio 17 / 2017
Rester vertical Alain Guiraudie Roberto Manassero 17 / 2017
American Honey Andrea Arnold Alice Cucchetti 15 / 2017
Certain Women Kelly Reichardt Ilaria Feole 15 / 2017
The Love Witch Anna Biller Alice Cucchetti 15 / 2017
Human Remains Jay Rosenblatt Giulio Sangiorgio 13 / 2017
Los Angeles Plays Itself Thom Andersen Roberto Manassero 13 / 2017
Re: Awakenings Bill Morrison Rinaldo Censi 13 / 2017
Holiday Guillaume Nicloux Alessandro Baratti 11 / 2017

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy