Scanners - Caccia all'inedito

Scanners /// Raccolta di invisibili dimenticati dalla distribuzione italiana.

Sieranevada

Regia: Cristi Puiu

Anno: 2016
Genere: Drammatico
Produzione: Romania/Francia/Bosnia ed Erzegovina/Croazia/Macedonia
Durata: 173 minuti

Cast: Mimi Branescu, Judith State, Bogdan Dumitrache, Dana Dogaru, Sorin Hedeleni, Ana Ciontea, Tatiana Jekel, Valer Dellakeza, Ioana Craciunescu

Una riunione di famiglia in attesa d’un pranzo commemorativo, una festa per celebrare i 40 giorni dalla morte del patriarca, un atto d’amore postremo, secondo il dettame del rito ortodosso. 2 ore e 53 minuti di film, chiusi in un appartamento di Bucarest, in attesa del pasto. Un Kammerspiel pieno di gente, nonne, madri, figli, amanti e mariti, un mucchio eterogeneo anagraficamente, differente per ceto, per credo politico, ma drammaticamente omogeneo secondo le norme del sistema-famiglia. Una ciarla continua, irritabile e instabile, irragionevole e isterica. Un jeu de massacre gratuito, che s’accende e si spegne a seconda del momento, del discorso d’occasione, con l’on/off incastrato tra il sensibile e il labile, in un folle balbettio di (ri)sentimenti, in un andirivieni di pathos e apatia. Il titolo scelto da Puiu per questo suo film, in Concorso a Cannes 2016, è un assurdo, che identifica un luogo. Luogo per luogo, parte per il tutto: il focolare domestico, ça va sans dire, sono le camere della Romania. La stessa che il cinema di questo paese, tra un Mungiu, un Sitaru e un Porumboiu, scruta da 15 anni a questa parte, con quello sguardo di cui lo stesso Puiu, da La morte del signor Lazarescu in poi, è stato principale portatore. Un presente su cui pesa il passato, il defunto, l’estinto carissimo, l’ombra del ricordo del comunismo, l’ossessione per le bugie del potere (qui a raggio globale e poi intimo: da Ceausescu si passa all’11 settembre 2001, alla tragedia di “Charlie Hebdo”, poi ai tradimenti tra parenti), il surrealismo concreto di un mondo privo di centro identitario (e dunque di un fulcro narrativo, di uno sviluppo coerente, di un progetto di senso preciso), e il seguente bisogno costante, da parte di ognuno, di simboli e rituali con cui costruirsi, a cui appigliarsi, con cui salvarsi. Come sempre, Puiu sceglie di salvaguardare il grottesco, con la sua macchina da presa che si dichiara immediamente punto d’osservazione impotente e imparziale, incapace di aprire le porte, di dettare il ritmo dell’umana e troppo umana commedia, con quel distacco ghignante che sa di satira e resa. Come fosse lo sguardo del morto, come fosse un turista in Sieranevada. Signori e signore, ecco L’angelo sterminatore di Puiu, un film frammentato, farsesco, umanista, esteticamente estremo, sicuramente stremante: non arriva il momento di mangiare, non arriva lo stacco delle lunghissime inquadrature, non importa che il racconto abbia un fine. Quel che conta è solo l’accumulo di presente, per comprendere quel di cui è fatto e sfatto un paese. In dvd francese da € 19,99. 

Dreileben Trilogy (2011)

Regia di Christian Petzold, Christoph Hochhäusler, Dominik Graf

Nel 2007, la rivista “Revolver” ospita un dialogo tra tre registi sullo stato del cinema in Germania. Dominik Graf, classe 1952, punto di riferimento dell’industria culturale, autore, soprattutto...

FilmTv n° 41 / 2016

Chroniques sexuelles d'une famille d'aujourd'hui (2012)

Regia di Pascal Arnold, Jean-Marc Barr

18 anni vergine. Se per Romain, maggiorenne neovaccinato e novello innamorato, la prima volta rappresenta un’ossessione, non è per caso. Per i suoi compagni, infatti, la sessualità è una...

FilmTv n° 15 / 2013

Lost River (2014)

Regia di Ryan Gosling

Autorità nell’ambito del videosaggio, critico 2.0 che costruisce discorsi con frammenti audiovideo, in Transformers: The Premake Kevin B. Lee raccoglie e assembla materiale prodotto...

FilmTv n° 29 / 2015

Tabu (2012)

Regia di Miguel Gomes

Prima parte: Teatro. Francisco, insegnante di musica in una scuola elementare (dove si mette in scena Biancaneve e i sette nani), si comporta come un adolescente instabile, irragionevole...

FilmTv n° 36 / 2013

J'ai tué ma mère (2009)

Regia di Xavier Dolan

Laurence ha 35 anni, scrive romanzi e poesie, insegna letteratura francese al liceo. Interroga gli alunni, ma soprattutto le parole: ne rilegge la storia, mette in questione la fama di Céline,...

FilmTv n° 01 / 2014

Archivio Scanners

Titolo Regia Autore FilmTv n°
Love Gaspar Noé Mauro Gervasini 29 / 2016
Sleeping Beauty Julia Leigh Luca Pacilio 29 / 2016
The Smell of Us Larry Clark Fiaba Di Martino 29 / 2016
E Agora? Lembra-me Joaquim Pinto Carolina Crespi 27 / 2016
No Home Movie Chantal Akerman Giona A. Nazzaro 27 / 2016
One Cut, One Life Ed Pincus, Lucia Small Roberto Manassero 27 / 2016
11 Minutes Jerzy Skolimowski Giulio Sangiorgio 25 / 2016
Luton Michalis Konstantatos Luca Pacilio 25 / 2016
Magical Girl Carlos Vermut Luca Pacilio 25 / 2016
Alois Nebel Tomás Lunák Ilaria Feole 23 / 2016
Cemetery of Splendour Apichatpong Weerasethakul Roberto Manassero 23 / 2016
Tsili Amos Gitai Giona A. Nazzaro 23 / 2016
13 Sins Daniel Stamm Claudio Bartolini 21 / 2016
La prochaine fois je viserai le coeur Cédric Anger Mauro Gervasini 21 / 2016
Violent Shit: The Movie Luigi Pastore Claudio Bartolini 21 / 2016
Aurora Cristi Puiu Roberto Manassero 19 / 2016
Everyone Else Maren Ade Ilaria Feole 19 / 2016
Gangs of Wasseypur Anurag Kashyap Giona A. Nazzaro 19 / 2016
My Winnipeg Guy Maddin Roberto Manassero 17 / 2016
The Forbidden Room Guy Maddin, Evan Johnson Luca Pacilio 17 / 2016
La plaga Neus Ballús Roberto Manassero 15 / 2016
Mediterranea Jonas Carpignano Giona A. Nazzaro 15 / 2016
Victoria Sebastian Schipper Luca Pacilio 15 / 2016
A Fold in My Blanket Zaza Rusadze Luca Pacilio 13 / 2016
Greek Pete Andrew Haigh Ilaria Feole 13 / 2016
Nasty Baby Sebastián Silva Giulio Sangiorgio 13 / 2016
Fish & Cat Shahram Mokri Giulio Sangiorgio 11 / 2016
Hooked Adrian Sitaru Roberto Manassero 11 / 2016
Night Fishing Chan-kyong Park Ilaria Feole 11 / 2016
Blue Caprice Alexandre Moors Ilaria Feole 09 / 2016

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy