Serial Minds - recensioni di serie TV

Serial Minds /// Le nostre recensioni delle serie, in TV e in streaming.

Wild Wild Country


Stagione: -

Vale sempre, ma per il true crime di più: ogni racconto, anche e soprattutto se di una “storia vera”, è una questione di manipolazione. Delle informazioni, dell’organizzazione del discorso, di come si dice quel che si dice, e di quel che si tace: l’ostaggio (volontario) è lo spettatore, la sua curiosità, la sua attenzione, la sua reazione (di pancia e di testa). In questo, Wild Wild Country è sfacciata fin dal trailer: «Pieno di colpi di scena incredibili!» urla, come la copertina di un foglio scandalistico; «Non potrete fare a meno di continuare a guardare!» promette, tipo un penny dreadful ottocentesco. Si apre sul solito tranquillo paesino di provincia, quello in cui tradizionalmente «non succede mai niente», e subito lo popola di fantasmi rossi e arancioni, apparizioni sinistre che inondano strade, campi e vallate come un esercito zombie: solo che non è un film di Romero, sono vere immagini di videocamere e tg anni 80, con l’inconfondibile sfarfallio catodico, la grana imprecisa e rovinata del nastro videoregistrato. La domanda «cosa sta succedendo?» è accesa, e non si spegne praticamente mai, fino agli ultimi titoli di testa della miniserie scritta e diretta dai fratelli Chapman e Maclain Way (The Battered Bastards of Baseball, anch’esso Netflix), e prodotta dai fratelli del mumblecore Jay e Mark Duplass. Approdi a Wild Wild Country per l’interesse pruriginoso su una “setta del sesso”, o perché vuoi saperne di più su Osho, quel santone strambo diventato un meme su Facebook; resti perché, di questa lotta senza quartiere né esclusione di colpi tra un’arrogante comune new age e un manipolo di redneck spaventati e ottusi, non si è letteralmente in grado di prevedere la prossima mossa. Ti fermi a ponderare, davanti al televisore spento, perché Wild Wild Country ti ha manipolato, sì, per inchiodarti al divano, ti ha rovesciato addosso un’escalation d’eventi inimmaginabile (c’entrano, tra le altre cose, milizie armate, avvelenamenti di massa, frodi elettorali, immigrazione illegale, tentati omicidi, bombe, castori e la Nike), ti ha presentato personaggi romanzeschi (su tutti impera Ma Anand Sheela, l’allora segretaria del guru, strafottente e bugiarda, luciferino architetto di tutta l’operazione, adepta devota, assetata di potere, capro espiatorio). Ma non ti ha dato, davvero, alcuna risposta: oltre 30 anni dopo i fatti, i reduci hanno lo stesso sguardo di allora, i sannyasin (cioè gli adepti di Osho, che all’epoca si faceva chiamare Bhagwan Shree Rajneesh) s’illuminano e si commuovono ricordando un’utopia che per un attimo è parsa a portata di mano, gli oregoniani ancora non capiscono chi fossero e cosa volessero questi stranieri capelloni vestiti in tutte le sfumature del rosso. «Difendere il nostro stile di vita, con ogni mezzo necessario» risponderebbero entrambe le fazioni. Conquistare una frontiera, far piazza pulita degli autoctoni, porre le fondamenta di un futuro sfolgorante per un Uomo nuovo, e presidiare fino alla fine il forte, l’appartenenza alla comunità: il Sogno americano? Al posto dei sannyasin oggi c’è un ritiro per giovani ultra-cristiani: «In fondo non sono così diversi, ma fanno meno rumore».

Anno: 2018
Genere: Documentario
Produzione: Usa
2016 - Poliziesco

Ancora pochi anni fa sarebbe stato impossibile trovare nella tv nostrana un personaggio come il vicequestore Schiavone. Manzini, attore e sceneggiatore da riscoprire (almeno Il siero della...

Rocco Moccagatta
2018 - Commedia, Fantasy - AmazonPrime

Quanto dura il “per sempre”? Se scegliamo una persona con cui trascorrerlo, c’è modo di revocare la scelta? E se invece restiamo con quella persona “per sempre”, come facciamo a capire chi siamo...

Ilaria Feole
2009 - Poliziesco

Il titolo è la contrazione di rapinatore, ma il perché una serie poliziesca priva di sezione antirapina si intitoli così è meglio non spiegarlo. Creazione di Olivier Marchal, che ne ha diretto di...

Andrea Fornasiero
2018 - Biografico

«Dove credete di essere: in un film?» rompe sarcastico la quarta parete Fletcher Chace, il fixer di casa Getty interpretato da un Brendan Fraser in stato di grazia, nel finale di ...

Alice Cucchetti
2006 - Fantascienza

Terminano su Jimmy le ennesime repliche del cult inglese Life on Mars che in patria ha avuto un sequel in Ashes to Ashes e in America un travagliato remake (dal 23/4 su Foxcrime...

Andrea Fornasiero

Archivio Serial Minds

Titolo Genere Piattaforma Stagione FilmTv n°
Braccialetti rossi Drammatico - 1 06 / 2014
The Tomorrow People Fantascienza - 1 05 / 2014
Nashville Musicale - 1 04 / 2014
Gli anni spezzati Drammatico - - 03 / 2014
The Americans Spionaggio - 1 02 / 2014
Mad Men Drammatico - 5 01 / 2014
Casa e bottega Commedia - - 53 / 2013
The Newsroom Drammatico - 1 52 / 2013
Nord e sud Drammatico - - 51 / 2013
Sleepy Hollow Drammatico - 1 (1-9) 50 / 2013
Shameless (US) Commedia - 3 49 / 2013
The Killing Poliziesco - 3 48 / 2013
Californication Commedia - 6 47 / 2013
Cult Drammatico - - 46 / 2013
Homeland Spionaggio - 3 (1-5) 45 / 2013
Chicago Fire Drammatico - 1 44 / 2013
Once upon a time Fantasy - 2 43 / 2013
Breaking Bad Drammatico - 5 (09-16) 42 / 2013
The Churchmen - Uomini di fede Drammatico - 1 41 / 2013
Golden Boy Poliziesco - 1 40 / 2013
Vicini del terzo tipo Commedia - 1 39 / 2013
Parenthood Commedia - 2 38 / 2013
Castle Poliziesco - 5 37 / 2013
Revolution Fantascienza - 1 36 / 2013
Under the Dome Drammatico - 1 (1-9) 35 / 2013
Non fidarti della str**** dell'interno 23 Commedia - 2 34 / 2013
Suits Drammatico - 1-2 33 / 2013
True Blood Fantasy - 6 (1-7) 32 / 2013
The Bridge Drammatico - 1 (1-3) 31 / 2013
Happy Endings Commedia - 3 30 / 2013

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy