Serial Minds - recensioni di serie TV

970x250.JPG

Serial Minds /// Le nostre recensioni delle serie, in TV e in streaming.

La casa di carta


Stagione: 1

Spesso gli obiettivi più semplici richiedono piani complessi. Il Professore ne ha uno solo: tergiversare. Si direbbe che penetrare nella zecca di stato spagnola - vestiti di rosso e incappucciati, mascherati da Salvador Dalí e ribattezzati con nomi di città per mantenere l’anonimato -, sigillarla e prendere in ostaggio i presenti (impiegati, guardie giurate e liceali in gita), sia la parte difficile del colpo. Invece è solo l’inizio: perché il Professore, idealista dei nostri tempi e ideatore dell’operazione, ha intenzione di aggiornare il motto alla Robin Hood “rubare ai ricchi per dare ai poveri” in “rubare a nessuno per dare a se stessi”, mettendo in moto a tutta birra le rotative di stampa delle banconote e rendendo dunque più letterale che mai il detto “il tempo è denaro”. A pensarci bene, l’autore della serie Álex Pina e i suoi sceneggiatori perseguono lo stesso obiettivo del Professore: allungare a 22 episodi da 45 minuti circa (ma nella messa in onda originale spagnola le puntate, in una sola stagione, erano suddivise diversamente: 15 da 70 minuti) il plot di un heist movie classico, il film di rapina costruito su un piano iperbolico sotto cui si nasconde almeno un secondo, e più importante, fine, da Inside Man a Ocean’s Eleven. Sia il Professore sia gli autori, dunque, hanno la necessità di edificare trame contorte, seminare false piste, moltiplicare gli scontri tra personaggi, esasperare rivalità e storie d’amore, impilare stalli alla messicana su stalli alla messicana, allineare colpi di scena, in particolare alla fine di ogni episodio per rendere gli spettatori ostaggi del binge watching. Soprattutto, hanno bisogno che Tokyo, Berlino, Nairobi, Denver, Mosca, Rio, Helsinki e Oslo (ovvero gli otto rapinatori in questione) non siano esattamente delle cime: la stupidità, un tocco di follia e un contesto pregno di tensione garantiscono un mix esplosivo che produce linee narrative a getto più o meno continuo. La casa di carta è indubbiamente uno dei casi seriali della stagione 2017/2018: il primo passaggio televisivo su Antena 3 non aveva riscosso particolare clamore, ma la diffusione internazionale su Netflix e un inarrestabile passaparola tra utenti e sul web l’hanno trasformata nella serie non in lingua inglese più vista della piattaforma streaming, al punto che il colosso di Los Gatos ne ha acquistato i diritti per produrre nuovi episodi (nonostante la vicenda, almeno in teoria, sia conclusa). E se a livello di scrittura è ancora acerba (tutte le serie fortemente orizzontali sono debitrici delle soap opera, ma qui la parentela è evidente e sfrontata nei dialoghi spesso ridicoli, nel susseguirsi incessante di scene madri, negli improbabili intrecci sentimentali, nella vaga incoerenza caratteriale di alcuni personaggi), La casa di carta indovina la struttura adrenalinica e le caratteristiche necessarie a farla diventare un fenomeno pop, un evento social: elementi riconoscibili e ripetibili (le maschere alla V per Vendetta, la ricorrenza del rosso, il tormentone Bella ciao) e una generica ispirazione anti-sistema, ideologicamente confusa e molto più normativa di quel che vorrebbe. Ma d’altronde, forse, ognuno ha la rivoluzione che si merita.

Anno: 2017
Genere: Thriller, Gangster
Produzione: Spagna

Cast: Úrsula Corberó, Itziar Ituño, Álvaro Morte, Paco Tous, Pedro Alonso, Alba Flores, Miguel Herrán, Jaime Lorente, Esther Acebo, Enrique Arce

1993 - Fantascienza

Ci ripetiamo, ma ne vale la pena: senza Twin Peaks non ci sarebbe stata X-Files. Gli agenti FBI (due al posto di uno) e i casi ai confini tra provincia violenta e sovrannaturale...

Ilaria Feole
2015 - Gangster - Netflix

Apparentemente Pablo Escobar è solo un uomo vagamente malinconico, vestito male e con manie di grandezza. Quasi vittima dell’impero della droga messo in piedi attraverso il terrore e la...

Adriano Aiello
2008 - Poliziesco

Si era concluso con il volo dell’angelo di Sam Tyler il meraviglioso Life on Mars, cult britannico ambientato nella Manchester degli anni 70, e iI pubblico pretendeva la risposta...

Lorenza Negri
2016 - Erotico - Infinity

Christine è carina, anche se a tratti pare un pulcino bagnato. Provinciale, giunta nella metropoli per studiare legge, trova impiego come stagista in un grande studio legale. Dietro l’aspetto tra...

Adriana Marmiroli
2016 - Musicale - Netflix

La morte di Mercuzio, in Romeo + Giulietta, Baz Luhrmann la fa così: su una spiaggia-ghetto battuta dal vento, un cielo pesante di nuvole plumbee, tra le rovine di un vecchio teatro...

Alice Cucchetti

Archivio Serial Minds

Titolo Genere Piattaforma Stagione FilmTv n°
2 Broke Girls Commedia - 1 22 / 2012
Misfits Fantascienza - 3 21 / 2012
Californication Commedia - 4 20 / 2012
Farscape Fantascienza - Serie completa 19 / 2012
Criminal Minds Drammatico - 7 18 / 2012
Smash Musicale - 1 17 / 2012
Madoka Magica Fantasy - 1 16 / 2012
New Girl Commedia - 1 (1-13) 15 / 2012
30 Rock Commedia - 3-4-5 14 / 2012
Homeland Spionaggio - 1 13 / 2012
C'era una volta Fantasy - 1 12 / 2012
Ashes to Ashes Poliziesco - 1 11 / 2012
Alcatraz Poliziesco - 1 (1-8) 10 / 2012
Boardwalk Empire Poliziesco - 2 09 / 2012
The Event Fantascienza - 1 08 / 2012
Doctor Who (2005) Fantascienza - 6 07 / 2012
Il Destino del Maestro di Spada Fantasy - 1 06 / 2012
True Blood Fantasy - 3-4 05 / 2012
American Horror Story Horror - 1 04 / 2012
Castle Poliziesco - 3 03 / 2012
The Big Bang Theory Commedia - 4 02 / 2012
Hawaii Five-0 Poliziesco - 1 01 / 2012
Terra Nova Fantascienza - 1 52 / 2011
The Killing Poliziesco - 1 51 / 2011
Psych Poliziesco - 1-5 50 / 2011
NCIS Poliziesco - 8 49 / 2011
The Good Wife Drammatico - 2 48 / 2011
Braquo Poliziesco - 1 47 / 2011
Jersey Shore Commedia - 4 46 / 2011
Torchwood Miracle Day Fantascienza - 4 45 / 2011

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy