Serial Minds - recensioni di serie TV

Serial Minds /// Le nostre recensioni delle serie, in TV e in streaming.

Tredici


Stagione: 1

Complice un ricorso sfiancante a stereotipi e situazioni abusate (e magari pure una diffusa inclinazione a prendere poco sul serio gli adolescenti), il teen drama è un genere che non gode di buona fama. Eppure ve n’è traccia in capisaldi rivoluzionari (I segreti di Twin Peaks), ha saputo essere fenomeno generazionale (Beverly Hills 90210, Dawson’s Creek), ha coltivato evoluzioni seminali e l’autoconsapevolezza del medium (Buffy), e qualche volta è stato, semplicemente, splendida tv (Friday Night Lights). Sottovalutare Tredici, produzione originale Netflix tratta dal successo letterario di Jay Asher, è però impossibile: in poche settimane online ha generato più traffico social di qualsiasi altro show della piattaforma, ha indotto ad articolate disamine addetti ai lavori ma anche sociologi, psicologi ed esperti vari, ha suscitato vibranti polemiche, ha ancorato al binge watching una grande quantità di spettatori. Perché è una serie sul tema, e su uno di quelli difficili da eludere: il bullismo scolastico, che nasce e prolifera, fisicamente, tra aule e corridoi, ma non si estingue, anzi insiste, dopo lo squillo della campanella, sugli schermi di computer e cellulari. Che lascia cicatrici - visibili, invisibili e talvolta, come nel caso di Hannah, letali - e si alimenta di un sistema, sedimentato e connivente, per cui, nel delicato momento della vita in cui l’identità si costruisce soprattutto nello sguardo degli altri, gli altri fanno branco nel modo più pregiudizialmente conservatore. Tredici racconta il tema, ma senza dimenticarsi di essere un teen drama, anzi correndo il rischio di intrappolarsi in una struttura rigida che riesca a essere, contemporaneamente, appassionante e faticosa: 13 episodi - come i 13 lati di audiocassette che Hannah ha registrato, prima di suicidarsi, ognuno dedicato a un presunto colpevole dell’estremo gesto - sono troppi, ma non bastano davvero. La lentezza con cui Clay, ragazzo gentile e insospettabile motivo n. 11, ascolta i succitati nastri è esasperante, ma incolla alla storia; il modo in cui i topoi del teen drama s’impongono (inevitabile ballo compreso) suona forzato, ma corrisponde a un paesaggio esistenziale che non lascia scampo al ruolo prestabilito (il campione, la secchiona, il teppista, la sgualdrina, la reginetta, e così via). I genitori sono drammaticamente ciechi, e dunque riflesso del punto di vista adolescente. La fatica di guardare Tredici - la stessa, ovviamente, che Hannah ha impiegato a incidere i suoi j’accuse, ben più macchinosa di un immateriale file mp3 - s’accompagna all’impossibilità di distogliere lo sguardo, come davanti a un incidente osceno. Qualcuno solleva un sopracciglio morale (è giusto mostrare il momento in cui Hannah si taglia le vene? O insistere su un volto durante uno stupro?), ma Tredici è un buon teen drama soprattutto perché va fino in fondo, e si rifiuta testardamente di sfuggire alle responsabilità: verso se stesso, i suoi personaggi, il suo target, chiunque. Al tema risponde con un messaggio diretto, perfino banale, quasi sovversivo: ogni azione ha una conseguenza di cui rendere conto. Non ci sono scuse, non chiudete gli occhi.

Anno: 2017
Genere: Drammatico
Produzione: Usa

Cast: Dylan Minnette, Katherine Langford, Christian Navarro, Kate Walsh, Brian d’Arcy James, Justin Prentice, Devin Druid, Brandon Flynn, Alisha Boe, Miles Heizer, Ross Butler, Amy Hargreaves

2015 - Thriller

Interessante esperimento (ben riuscito) 100 Code, serie che innesta in terra svedese, con cast condiviso tra paese scandinavo e States, gli stilemi del crime americano. Un pool di reti...

Adriana Marmiroli
2017 - Western - Netflix

Ok. Un western. Vero. Derivativo il giusto (Gli spietati e Il cavaliere della valle solitaria, Corbucci e Leone, Frank Perry e Walter Hill) ma senza strafare, con molte buone...

Mauro Gervasini
2011 - Drammatico

Coproduzione europea, da non confondersi con la coeva The Borgias di Neil Jordan, I Borgia è affidata a registi inglesi e tedeschi, su tutti l’Oliver Hirschbiegel di La...

Andrea Fornasiero
1993 - Fantascienza

Ci ripetiamo, ma ne vale la pena: senza Twin Peaks non ci sarebbe stata X-Files. Gli agenti FBI (due al posto di uno) e i casi ai confini tra provincia violenta e sovrannaturale...

Ilaria Feole
2008 - Gangster

La guerra fra bande di Melbourne, avvenuta tra il 1995 e il 2004, accumulò 34 cadaveri. Quei fatti, raccontati nel libro Leadbelly: Inside Australia’s Underworld, hanno originato la...

Andrea Fornasiero

Archivio Serial Minds

Titolo Genere Piattaforma Stagione FilmTv n°
CSI - Scena del crimine Poliziesco - 8 (17) 45 / 2008
The Shield Poliziesco - 6 44 / 2008
Pushing Daisies Fantasy - 1 43 / 2008
Dexter Drammatico - 1 42 / 2008
Boston Legal Commedia - 3 (1-3) 41 / 2008
Skins Drammatico - 2 40 / 2008
Cold Case Poliziesco - 5 (1-2) 39 / 2008
Nip/Tuck Commedia - 5 (1-3) 38 / 2008
The Black Donnellys Drammatico - 1 37 / 2008
Terminator: The Sarah Connor Chronicles Fantascienza - 1 36 / 2008
Big Love Drammatico - 2 35 / 2008
Dirty Sexy Money Commedia - 1 34 / 2008
Psych Poliziesco - 2 (1-2) 33 / 2008
Supernatural Fantasy - 2 (1-12) 32 / 2008
Brothers & Sisters Sisters - 1 31 / 2008
Robin Hood Avventura - 1 30 / 2008
The Nine Drammatico - 1 29 / 2008
Boris Commedia - 2 (1-8) 28 / 2008
Quo vadis, baby? Poliziesco - 1 27 / 2008
Chuck Commedia - 1 26 / 2008
Six Feet Under Drammatico - 4 25 / 2008
Reaper Commedia - 1 24 / 2008
In Treatment Drammatico - 1 23 / 2008
Heroes Fantascienza - 2 22 / 2008
I Soprano Gangster - 6 (21) 21 / 2008
Lost Fantascienza - 4 (1-7) 20 / 2008
I Tudors Storico - 1 19 / 2008
Damages Drammatico - 1 18 / 2008
CSI - Scena del crimine Poliziesco - 7 (12-15) 17 / 2008
Californication Commedia - 1 16 / 2008

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy