Serial Minds - recensioni di serie TV

Serial Minds /// Le nostre recensioni delle serie, in TV e in streaming.

The OA


Stagione: 1

Un consiglio: guardatela, The OA. Resistete sino alla fine. Fatelo anche se gran parte di quel che mette in scena è fuori misura, lontano dal buon senso, a un passo dal pessimo gusto, oltre il ridicolo. Fatelo anche se niente di quel che racconta Prairie - questa giovane riapparsa dal nulla, cieca e ora vedente, scomparsa per anni - vi sembra credibile. «Fate finta di credermi, fatelo fino a che non mi crederete sul serio». Poi, quando avete finito di guardarla, di ascoltarla, tornate a queste parole. The OA chiede un atto di fede da parte dello spettatore. E lo è, in tutto e per tutto. Un atto di fede radicale nello storytelling, nel racconto come dimensione d’incontro, nelle storie come forma taumaturgica. Prairie, la protagonista, sceglie cinque persone a cui raccontare la propria vicenda, la notte, prima di dormire, nel territorio neutro, fuori dal mondo, di una casa abbandonata. I cinque ascoltatori sono emarginati, uomini, donne, transgender, tutti in attesa di un futuro, di un passaggio, tutti in cerca di coraggio. Lei racconta loro il proprio passato, racconta una storia incredibile: una cronaca che sa di fiaba allucinata tra la Russia, gli Usa e l’aldilà, una storia fatta di morti e ritornanti, di studi immorali, di angeli chiusi in laboratorio come cavie, di demoni della ragione accecati dal progresso. Loro ascoltano, scegliendo di mettere tra parentesi, tutte le sere, le loro storie personali, i loro drammi. Come se quell’incontro intorno al fuoco fosse un rito antico, o quantomeno una serie dei tempi che furono, quelle da gustar giorno dopo giorno, in attesa. Noi guardiamo un mondo che, puntata dopo puntata, parola di Prairie dopo parola, si fa immagine secondo le proprie non credibili regole, secondo traiettorie che sbandano nella paccottiglia new age, sforano nella sci-fi kitsch, affogano nella poesia poverissima. Eppure. Eppure, al crescere dello sforzo di fede richiesto, all’esasperarsi del patto con lo spettatore di fronte a tutto questo patetico assurdo, la storia si fa intensa, nonostante i nonostante, e ci spinge ad abbandonarci allo sfacciatissimo incantesimo. Sino a un finale, di svergognata e scomposta beltà, che suggella il tutto con un ulteriore atto di fede. Con un gesto di coraggio. Se Sense8 di Wachowski & Straczynski, anch’esso prodotto da Netflix, era fautore di una connessione tra persone lontane, e allegoria del web come strumento di empatia, luogo in cui sentirsi finalmente se stessi ed essere riconosciuti nel proprio personale funzionamento, la serie creata da Brit Marling e Zal Batmanglij riporta il tutto alla conversazione vis à vis (probabilmente piacerebbe a Sherry Turkle e al suo La conversazione necessaria), al racconto orale in praesentia. E ribadisce la centralità dello storytelling nella formazione delle persone, il bisogno di miti con cui confrontarsi, con cui crescere, la necessità delle storie come filtro per comprendere il mondo. Come se il cinema fosse stato l’occhio del Novecento e le serie tv, oggi, potessero essere quello di questo presente di frammenti rubati, di selfie inopportuni, di un voyeurismo che non si chiede quel che sta dietro le immagini sottratte al reale. Non è un caso che la serie si apra con una ripresa da cellulare caricata su YouTube: The OA chiede di trovare la fede, il tempo e il coraggio d’ascoltare ciò che quella immagine nasconde.

Anno: 2016
Genere: Fantascienza
Produzione: Usa

Cast: Brit Marling, Emory Cohen, Phyllis Smith, Jason Isaacs, Alice Krige, Scott Wilson, Patrick Gibson, Brendan Meyer, Brandon Perea, Ian Alexander

2017 - Commedia - Netflix

Wet Hot American Summer: Ten Years Later rivela che ne è stato dei protagonisti dell’omonimo piccolo cult movie Usa del 2001, misconosciuto in Italia, sugli squinternati animatori di un...

Rocco Moccagatta
2017 - Drammatico

Tra guardare e vedere c’è uno scarto. Guardare, lo fanno tutti: e balzare a conclusioni affrettate, appiccicare etichette. Soprattutto - ma non solo - a Monterey, California,...

Alice Cucchetti
2011 - Commedia

Le strade affollate, lerce e pericolose di una metropoli non sono il posto adatto per crescere figli; meglio i vialetti quieti di una paradisiaca cittadina dei sobborghi. Beh, questione di punti...

Alice Cucchetti
1993 - Fantascienza

Ci ripetiamo, ma ne vale la pena: senza Twin Peaks non ci sarebbe stata X-Files. Gli agenti FBI (due al posto di uno) e i casi ai confini tra provincia violenta e sovrannaturale...

Ilaria Feole
2016 - Erotico - Infinity

Christine è carina, anche se a tratti pare un pulcino bagnato. Provinciale, giunta nella metropoli per studiare legge, trova impiego come stagista in un grande studio legale. Dietro l’aspetto tra...

Adriana Marmiroli

Archivio Serial Minds

Titolo Genere Piattaforma Stagione FilmTv n°
Romanzo criminale Drammatico - 1 (1) 47 / 2008
Studio 60 on the Sunset Strip Commedia - 1 46 / 2008
CSI - Scena del crimine Poliziesco - 8 (17) 45 / 2008
The Shield Poliziesco - 6 44 / 2008
Pushing Daisies Fantasy - 1 43 / 2008
Dexter Drammatico - 1 42 / 2008
Boston Legal Commedia - 3 (1-3) 41 / 2008
Skins Drammatico - 2 40 / 2008
Cold Case Poliziesco - 5 (1-2) 39 / 2008
Nip/Tuck Commedia - 5 (1-3) 38 / 2008
The Black Donnellys Drammatico - 1 37 / 2008
Terminator: The Sarah Connor Chronicles Fantascienza - 1 36 / 2008
Big Love Drammatico - 2 35 / 2008
Dirty Sexy Money Commedia - 1 34 / 2008
Psych Poliziesco - 2 (1-2) 33 / 2008
Supernatural Fantasy - 2 (1-12) 32 / 2008
Brothers & Sisters Sisters - 1 31 / 2008
Robin Hood Avventura - 1 30 / 2008
The Nine Drammatico - 1 29 / 2008
Boris Commedia - 2 (1-8) 28 / 2008
Quo vadis, baby? Poliziesco - 1 27 / 2008
Chuck Commedia - 1 26 / 2008
Six Feet Under Drammatico - 4 25 / 2008
Reaper Commedia - 1 24 / 2008
In Treatment Drammatico - 1 23 / 2008
Heroes Fantascienza - 2 22 / 2008
I Soprano Gangster - 6 (21) 21 / 2008
Lost Fantascienza - 4 (1-7) 20 / 2008
I Tudors Storico - 1 19 / 2008
Damages Drammatico - 1 18 / 2008

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy