Serial Minds - recensioni di serie TV

970x250_FI.JPG

Serial Minds /// Le nostre recensioni delle serie, in TV e in streaming.

Atlanta


Stagione: 1

«Non faccio altro che perdere. Forse certe persone devono semplicemente continuare a perdere, per bilanciare l’equilibrio sulla Terra». Lo dice Earn - circa 30 anni, un futuro a Princeton finito nello sciacquone, una figlia da una donna che non lo vuole più, un lavoro che non gli permette di pagarsi l’affitto - rivolgendosi a uno sconosciuto in completo anni 40, su un bus che attraversa Atlanta. Lo sconosciuto svanisce nel nulla, è un’apparizione vagamente lynchiana, e la sequenza, uno dei tanti momenti surreali di cui la prima stagione di Atlanta è disseminata, ci aiuta a spiegare perché è forse il prodotto televisivo più importante del 2016. In primis perché Donald Glover (stand up comedian, sceneggiatore tv nella scuderia di 30 Rock, prossimo volto di Lando Calrissian nello spinoff di Star Wars su Han Solo, autore di dischi rap e r’n’b con lo pseudonimo Childish Gambino) ne è creatore, interprete, regista, produttore e supervisore delle musiche: un’opera concepita e sviluppata da un unico autore, con grande libertà espressiva, come era accaduto a Louis C.K. con Louie (con cui Atlanta condivide il canale Usa, FX, ai cui dirigenti Glover afferma di aver spudoratamente mentito sulla natura del progetto fino a via libera ottenuto). Cosa vuol dire libertà in una serie tv? Per esempio, che non c’è un solo personaggio che compaia in tutti gli episodi; la trama orizzontale (labilmente agganciata all’ambizione di Earn di diventare manager del rampante rapper Paper Boi, che accidentalmente è anche suo cugino) è talvolta accantonata per digressioni lunghe un episodio intero; una puntata è addirittura “sostituita” da un finto approfondimento giornalistico di un’altrettanto fittizia emittente all black (con tanto di spot pubblicitari inventati ad hoc). Ma la grande forza di Atlanta è nella totale coerenza fra forma e contenuto: sarebbe limitante dire che la serie è “inetichettabile”, che oscilla fra dramma, commedia e musical (Atlanta, la città, sta all’hip hop come Nashville sta al country, e lo show è costellato di riferimenti a quel mondo). Ciò che Glover realizza è una sorta di compendio di “cosa significa essere nero, in America, oggi”, dove la comicità è crepata dal perturbante e il gusto per l’assurdo (di dialoghi e invenzioni visive) rispecchia l’assurdo di uno spaccato sociale. Atlanta scansa il racconto di genere, la predica o un esplicito j’accuse e preferisce piuttosto utilizzare una forma narrativa, sospesa fra realismo e surrealismo, che restituisce una quasi costante percezione di disagio, di tensione, di incomprensione culturale al limite del nonsense. Così, quando a rubare la scena a Paper Boi subentra Justin Bieber, la popstar è interpretata, senza che venga fornita alcuna spiegazione, da un attore nero; quando uno dei protagonisti si esercita al tirassegno con la sagoma di un cane, viene guardato con sospetto da chi preferisce sparare a sagome umane; quando Earn si sente un fallito, si trova accanto il fantasma di un elegante sconosciuto che gli offre pane e Nutella. L’appropriazione bianca della cultura nera, l’ineludibile consonanza fra mondo rap e criminalità, l’incombenza delle forze di polizia si traducono, senza essere strillate, in inceppi narrativi, in scambi demenziali, in alterazioni stranianti. Un prodotto, per certi versi, senza precedenti; il più politicamente rilevante in questa grottesca fase di passaggio tra Obama e Trump. 

Anno: 2016
Genere: Commedia
Produzione: USA

Cast: Donald Glover, Brian Tyree Henry, Lakeith Stanfield, Zazie Beetz, Harold House Moore, Cranston Johnson, Emmett Hunter, Rick Holmes, Ashley John, Erskine C. Johnson III

2010 - Drammatico

Ormai la formula dei dramedy Showtime è evidente: un donna, più o meno abbiente, attraversa una sorta di crisi e, per via di un segreto, conduce una doppia vita, comportandosi in modo sempre più...

Andrea Fornasiero
2011 - Fantasy

Tragico il destino delle maghette. Il cartone giapponese Madoka Magica si rifà alla tradizione delle majokko (“maghette”, appunto), ragazzine che ricevono poteri magici da...

Lorenza Negri
2015 - Poliziesco

Netflix continua a portare in Italia serie britanniche di raro splendore: di recente, con tre procedurali imperdibili - Marcella, Happy Valley e questo River - dove la...

Lorenza Negri
2015 - Commedia - Netflix

Kimmy Schmidt ha passato gli ultimi 15 anni in un bunker sotterraneo da qualche parte nell’Indiana: un sedicente guru ha convinto lei e altre tre donne che l’apocalisse fosse già avvenuta e che...

Alice Cucchetti
2015 - Supereroi - Netflix

C’è un colpo di scena piccolo ma potentissimo, più o meno a metà della prima stagione di Jessica Jones: il villain Kilgrave (un ottimo David Tennant) dà un ordine alla protagonista (l’attrettanto...

Alice Cucchetti

Archivio Serial Minds

Titolo Genere Piattaforma Stagione FilmTv n°
Lilyhammer Commedia - 1 02 / 2015
Orphan Black Azione - 2 01 / 2015
The Newsroom Drammatico - 2 52 / 2014
Homeland Spionaggio - 4 51 / 2014
The Knick Drammatico - 1 50 / 2014
The Killing Poliziesco - 4 49 / 2014
Line of Duty Poliziesco - 1 48 / 2014
Qualunque cosa succeda - Giorgio Ambrosoli Drammatico - - 47 / 2014
The Americans Spionaggio - 2 46 / 2014
Faking It - Più che amiche Commedia - 1 45 / 2014
Les Revenants - 1 44 / 2014
Boardwalk Empire Poliziesco - 4 43 / 2014
Rake Commedia - 42 / 2014
True Detective Poliziesco - 1 41 / 2014
House of Cards Drammatico - 2 40 / 2014
Orange Is the New Black Drammatico - 1 39 / 2014
The Last Ship Azione - 1 38 / 2014
Crisis Azione - 1 37 / 2014
Bones Poliziesco - 8 36 / 2014
Hell on Wheels Western - 3 34 / 2014
The Leftovers - Svaniti nel nulla Fantasy - 1 33 / 2014
24: Live Another Day Azione - 9 32 / 2014
Masters of Sex Drammatico - 1 31 / 2014
Life's Too Short Commedia - 1 30 / 2014
Community Commedia - 5 29 / 2014
True Blood Fantasy - 7 28 / 2014
Top of the Lake - Il mistero del lago Poliziesco - 1 27 / 2014
Veep Commedia - 1 26 / 2014
Misfits Fantascienza - 5 25 / 2014
Orphan Black Azione - 1 24 / 2014

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy