Servizi / Interviste

Servizi /// Presentazioni, interviste, Lost Highway, filmografie, approfondimenti.

Bastardi senza (più) gloria


La Berlinale conferma: il suo fondatore è stato un consigliere nazista

I tedeschi devono sempre fare le cose in grande per dimostrare di essere meglio. E come dare loro torto: l'hanno dimostrato con le macchine, con i reich, con le guerre mondiali, e ora ci si mettono anche con la cancel culture. Ché se gli amici alemanni gettano qualcuno dalla rupe dell'oblio, non lo fanno solo quando si è mostrato alla stagista con i mutandoni di lana alle caviglie; ma anche e soprattutto quando di un personaggio pubblico si scopre, seppur tardivamente, un'affiliazione nazista precedentemente rimasta nascosta. È il caso di Alfred Bauer, storico del cinema e primo direttore del Festival internazionale del cinema di Berlino, che i più attenti ricorderanno omaggiato nel nome di uno degli Orsi d'argento - riservato a “film ritenuti particolarmente innovativi e che aprono nuove prospettive sull'arte cinematografica” - assegnati dalla giuria della manifestazione. Premio che è stato spogliato del suo nome sin dall'ultima edizione, dal momento che già alla fine di febbraio il quotidiano tedesco Die Zeit aveva pubblicato le prime indiscrezioni, che svelavano la presunta collaborazione di Bauer con la macchina propagandistica creata da Joseph Goebbels per il regime nazista. Subito dopo lo scoop, la Berlinale aveva commissionato all'istituto di storia contemporanea di Leibniz una ricerca approfondita per stabilire la veridicità delle accuse. Oggi, a qualche mese di distanza, il Festival conferma: Alfred Bauer fu affiliato (fin al 1933) a varie organizzazioni nazionalsocialiste, mentre durante gli ultimi anni del regime fu consigliere del Reichsfilmintendant, posizione creata da Goebbels nel 1942 per accentrare i poteri da direttore artistico dell'industria cinematografica nazionale. “Bauer dev'essere stato consapevole dell'importanza del Reichsfilmintendant all'interno dell'apparato propagandistico del regime nazista. Il suo impiego in quell'ufficio ha contribuito al funzionamento, la stabilizzazione e la legittimazione del regime nazista” dicono i vertici della Berlinale, che non hanno ancora comunicato il nuovo nome dell'ormai ufficialmente ex Premio Alfred Bauer.

Intervista a M. Night Shyamalan

Lorenza Negri

M. Night Shyamalan, regista e sceneggiatore di quelle che lui definisce «storie inusuali», ha presentato a Milano il suo ultimo film, il thriller Split. Protagonista James McAvoy, nei panni di un uomo la cui psiche si è fratturata in 23...

FilmTv n° 04/2017

Lucky Terence - Intervista a Terence HIll

Rocco Moccagatta

Impossibile pensare a lui come Mario Girotti, come recita l’anagrafe. Per il suo pubblico fedelissimo e innamorato, dopo anni di visioni e revisioni al cinema e poi in tv, resta sempre Terence Hill. «Un nome nato quasi per caso, in un periodo in...

FilmTv n° 50/2018

[Speciale Suspiria] Io sono l'orrore

Fiaba Di Martino, Giulio Sangiorgio, Mariuccia Ciotta, Rocco Moccagatta, Roberto Silvestri

Intervista a Luca Guadagnino e Tilda Swinton

Nonostante l’impavido incrocio di forme - mélo che costeggia il saffico, thriller storico, sperimentazione ...

FilmTv n° 01/2019

Cronache marziane

Roy Menarini

Se c’è una cosa che non interessava a Philip K. Dick era il romanticismo. Quando nel 1982, poco prima di morire, vide la copia lavoro di Blade Runner - così diverso dal controverso e cinico Il cacciatore di androidi, noto anche...

FilmTv n° 02/2018

Pinocchio, la storia infinita - Intervista a Matteo Garrone

Roberto Manassero

Il cuore del Pinocchio di Matteo Garrone comincia a battere quando, sotto i colpi di Mastro Geppetto, il burattino non è ancora terminato. L’effetto speciale alza e abbassa leggermente la superficie del legno, rende concreta la fretta di venire...

FilmTv n° 52/2019

Archivio Servizi

Titolo Autore FilmTv n°
3000 Dollar Baby Chiara Bruno 51 / 2009
La gentilezza del tocco Raffaella Giancristofaro 51 / 2009
Tornando a casa Arianna Cantoni 51 / 2009
Una strada madre per Hollywood - Prima puntata Cristina Borsatti 51 / 2009
Un’anima divisa in due Silvia Colombo 51 / 2009
Silvana Mangano: il marmo che si fa sangue Mario Sesti 50 / 2009
L’amore transversale Claudio Bartolini 49 / 2009
L’asso nella Manica Boris Sollazzo 49 / 2009
Obama (fa) il prezioso Enrica Re 49 / 2009
Todo Sciascia Mauro Gervasini 49 / 2009
Fargo ai Coen Ilaria Feole 48 / 2009
Hardimentosa - Intervista a Violante Placido Adriana Marmiroli 48 / 2009
Inseparabili - Intervista a Luc Dardenne Andrea Fornasiero 48 / 2009
Starman Giulia Accardi 48 / 2009
500 giorni di Sole e pioggia Chiara Bruno 47 / 2009
È Lee. E tornerà Giulia Accardi 47 / 2009
Freddo come un gatto - Intervista a Vinicio Marchioni Cristina Bianchino 47 / 2009
Notti e nebbie dal Giappone Giona A. Nazzaro 47 / 2009
Piccolo e grande - Intervista ad Ottavia Piccolo Enrica Re 47 / 2009
...e il cinema è Nicholas Ray Mariuccia Ciotta 46 / 2009
Il sonno della ragione (di Stato) Aldo Fittante 46 / 2009
La rivoluzione di Monte Hellman Simone Emiliani 46 / 2009
Piccoli vampiri (non) crescono Lorenza Negri 46 / 2009
Storie di fantasmi americani Mauro Gervasini 46 / 2009
È ’na passione Alberto Castellano 45 / 2009
Kusturica pensiero Mario Sesti 45 / 2009
L'onda rumena Enrica Re 45 / 2009
La cine educación Cristina Borsatti 45 / 2009
Roma odia: a Cinecittà si può sparare! - Intervista a Umberto Lenzi Mauro Gervasini 45 / 2009
A volte ritorna Mauro Gervasini 44 / 2009

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy