Servizi / Interviste

Servizi /// Presentazioni, interviste, Lost Highway, filmografie, approfondimenti.

Bastardi senza (più) gloria


La Berlinale conferma: il suo fondatore è stato un consigliere nazista

I tedeschi devono sempre fare le cose in grande per dimostrare di essere meglio. E come dare loro torto: l'hanno dimostrato con le macchine, con i reich, con le guerre mondiali, e ora ci si mettono anche con la cancel culture. Ché se gli amici alemanni gettano qualcuno dalla rupe dell'oblio, non lo fanno solo quando si è mostrato alla stagista con i mutandoni di lana alle caviglie; ma anche e soprattutto quando di un personaggio pubblico si scopre, seppur tardivamente, un'affiliazione nazista precedentemente rimasta nascosta. È il caso di Alfred Bauer, storico del cinema e primo direttore del Festival internazionale del cinema di Berlino, che i più attenti ricorderanno omaggiato nel nome di uno degli Orsi d'argento - riservato a “film ritenuti particolarmente innovativi e che aprono nuove prospettive sull'arte cinematografica” - assegnati dalla giuria della manifestazione. Premio che è stato spogliato del suo nome sin dall'ultima edizione, dal momento che già alla fine di febbraio il quotidiano tedesco Die Zeit aveva pubblicato le prime indiscrezioni, che svelavano la presunta collaborazione di Bauer con la macchina propagandistica creata da Joseph Goebbels per il regime nazista. Subito dopo lo scoop, la Berlinale aveva commissionato all'istituto di storia contemporanea di Leibniz una ricerca approfondita per stabilire la veridicità delle accuse. Oggi, a qualche mese di distanza, il Festival conferma: Alfred Bauer fu affiliato (fin al 1933) a varie organizzazioni nazionalsocialiste, mentre durante gli ultimi anni del regime fu consigliere del Reichsfilmintendant, posizione creata da Goebbels nel 1942 per accentrare i poteri da direttore artistico dell'industria cinematografica nazionale. “Bauer dev'essere stato consapevole dell'importanza del Reichsfilmintendant all'interno dell'apparato propagandistico del regime nazista. Il suo impiego in quell'ufficio ha contribuito al funzionamento, la stabilizzazione e la legittimazione del regime nazista” dicono i vertici della Berlinale, che non hanno ancora comunicato il nuovo nome dell'ormai ufficialmente ex Premio Alfred Bauer.

Notti e nebbie dal Giappone

Giona A. Nazzaro

«Lui è un samurai», diceva Imamura Shohei di Oshima Nagisa. Indicando con ciò una differenza di classe e non solo. «Io sono un contadino», concludeva. E proprio come un samurai, Oshima ha inferto un taglio netto al cinema giapponese del passato...

FilmTv n° 47/2009

Cinerama - Speciale Venezia74

Ilaria Feole

Questa è la prima parte del nostro Speciale Cinerama tutto dedicato alla Mostra del Cinema di Venezia 2017.

Raccoglie le recensioni dei film in concorso visti dai nostri collaboratori fino al 1° settembre 2017.

FilmTv n° 36/2017

Film Review - Il cavaliere oscuro

Adriano Aiello

Difficile isolare uno dei tre Batman da una trilogia/tragedia così completa e coerente (al di là di ogni disputa critico-qualitativa) sotto il profilo autoriale. Trilogia che, nel bene e nel male, ha lasciato un segno importante: ha ritemprato...

FilmTv n° 01/2015

Pugni chiusi - Il mito di Rocky (e Creed)

Adriano Ercolani

L’intervista con Sly comincia nel più inaspettato dei modi, dal momento che è lui a porre la prima domanda. «Cosa significa il 91 che hai tatuato sulla mano? C’entra Dennis Rodman, vero?». Imbarazzato e insieme fiero gli spiego quanto quel...

FilmTv n° 02/2016

American Girl

Emanuela Martini

Nel 1962, quando in Il visone sulla pelle continuava a sottrarsi alle manovre, ai regali, al fascino del maturo ma irresistibile seduttore Cary Grant fino a costringerlo a sposarla, la chiamavano “la fidanzata d’America”: allora, Doris...

FilmTv n° 24/2019

Archivio Servizi

Titolo Autore FilmTv n°
Per una nuova navigazione - Intervista a Elena Capparelli, Maurizio Imbriale e Roberto Turigliatto Matteo Marelli 16 / 2020
Riscrivere il copione Alice Cucchetti 16 / 2020
Un posto al sole ancora ci sarà Matteo Marelli 16 / 2020
Vedere per credere Rocco Moccagatta 16 / 2020
Dall'altra parte - Intervista a Fabrizio Ferraro Roberto Manassero 15 / 2020
Il racconto di un mito Maria Sole Colombo 15 / 2020
Intervista ad Antonio Albanese Adriana Marmiroli 15 / 2020
Jexi, la voce dominante Emanuele Sacchi 15 / 2020
Kung Fu & Co. Giona A. Nazzaro 15 / 2020
La notte non basta Matteo Marelli 15 / 2020
La prova del (copri)fuoco Ilaria Feole 15 / 2020
La sete di vita e lo schianto Alberto Pezzotta 15 / 2020
Le scelte di Film Tv Fiaba Di Martino 15 / 2020
Più che un remake è un reboot Alice Cucchetti 15 / 2020
Sempre meglio che lavorare Rocco Moccagatta 15 / 2020
Vengono prima i vivi - Quarta puntata Claudia Durastanti 15 / 2020
Alla corte di Re Joe Alice Cucchetti 14 / 2020
C'era una volta a... Hollywood Alice Cucchetti 14 / 2020
Ennio: Uno nessuno centomila Rocco Moccagatta 14 / 2020
Fatti fummo a esser come Sordi Matteo Marelli 14 / 2020
I racconti del Maestro Marco Grosoli 14 / 2020
Intervista a Simone Massi Matteo Marelli 14 / 2020
La grande scommessa - Intervista a Guido Maria Brera Alice Cucchetti 14 / 2020
Le scelte di Film Tv Ilaria Feole 14 / 2020
Parole al macero Roberto Manassero 14 / 2020
Racconti da un loop esistenziale Emanuele Sacchi 14 / 2020
Restate a Casa Blum Rocco Moccagatta, Pietro Bianchi, Emanuele Sacchi, Ilaria Feole, Pier Maria Bocchi 14 / 2020
Se scappi ti compro Andrea Bellavita 14 / 2020
Unico nel suo genere Fiaba Di Martino 14 / 2020
Vengono prima i vivi - Terza puntata Claudia Durastanti 14 / 2020

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy