Home

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Below Sea Level è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai3 alle ore 02:50.

Il 3 aprile arriva su Netflix la quarta stagione della serie spagnola di successo. Dove eravamo rimasti?

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

Un ricordo di Emir Kusturica e di un equivoco lungo un festival e oltre.

La citazione

«Lui adesso vive ad Atlantide / con un cappello pieno di ricordi / ha la faccia di uno che ha capito / e anche un principio di tristezza in fondo all'anima / nasconde sotto il letto barattoli di birra disperata / e a volte ritiene di essere un eroe. (Francesco De Gregori - Atlantide)»

scelta da
Matteo Bailo

In edicola: Martedì, 24 Marzo, 2020

La nuova guida alle piattaforme di streaming, speciale prima parte sui registi del futuro, Lost Highway su Walerian Borowczyk, esordio in Italia di Disney+: analisi del servizio e di The Mandalorian, Mina: 80 anni di un mito, locandina di Love Story di Arthur Hiller e tanto, tanto altro.

Acquista il numero
o accedi agli articoli digitali

Editoriale


Domani

Piacere, Film Tv. Le strette di mano non servono, e non per timor di contagio, ma per un motivo semplice semplice. Tra le vostre mani, ci siamo già. Sfogliateci, leggeteci. Siamo un Film Tv nuovo, ma non troppo, di carta, di filmtv.press, di app: con l’idea di essere una guida alle immagini di oggi, come prima, più di prima. Anche se le sale sono chiuse. Anche se immagini nuove non vengono prodotte. Anche se tutto è fermo, e non sappiamo fino a quando. Perché non sappiamo, oggi, cosa sia immaginabile. Così, ora, siamo qui a cercare di guidarvi tra le immagini disponibili. Tantissime. In aumento, con l’arrivo di nuove piattaforme (Disney+) e con il caricamento di film in streaming da parte d’enti d’ogni dove. Vedrete: in queste pagine ricorre di frequente la parola scelta. Scegliamo, per non farci confondere. Aiutiamo a scegliere, perché sfogliando queste pagine è questo che ci chiedete. Scegliamo 50 registi del futuro da seguire, sapendo che la scelta di ogni nome rivendica una posizione sul cinema e sul mondo. Scegliamo di ricominciare, e di farlo con un racconto a puntate di Claudia Durastanti, perché è la voce della letteratura italiana che oggi amiamo di più. Scegliamo di ricordare un inventore di forme dimenticato, Walerian Borowczyk, perché sapeva che il cinema poteva essere altro. Scegliamo. E scelgo di lasciarvelo scoprire, questo numero, con le prime novità (altre ne verranno), senza troppi preamboli retorici. Lasciando la parola a Giona A. Nazzaro, che con Roberto Manassero e me (e il contributo di tanti, a cominciare da Emanuele Sacchi per il cinema orientale), ha curato la selezione dei 50 registi del cinema di domani. Un giorno che aspettiamo.
Giulio Sangiorgio

 

Il futuro. Per dirla con Criswell, il veggente che apre Plan 9 from Outer Space di Ed Wood Jr., siamo tutti interessati al futuro «perché è il luogo dove voi e io vivremo il resto delle nostre vite». Per quanto riguarda il cinema, se preferite le immagini in movimento, l’unico necessario è quello che pensa e guarda al futuro. Roberto Rossellini ha tracciato la strada maestra e tutto il cinema che amiamo, in un modo o nell’altro, è ancora - per fortuna! - rosselliniano. Per cui quando Giulio Sangiorgio ha lanciato l’idea di tracciare una mappa di 50 regist* sotto i 40 che a nostro sindacabilissimo giudizio recano nel proprio lavoro il germe delle cose a venire, ci siamo confrontati su nomi e modi per stilare un elenco attendibile. Il dato fondamentale è che, rispetto al passato, le donne sono finalmente e pienamente protagoniste di questo slancio verso il futuro. Numericamente ancora più numerose sono le produttrici (valga come esempio l’instancabile e giovanissima Myriam Sassine). Anche questo è un dato fondamentale. I tanto criticati Lab, come il Torino FeatureLab, hanno avuto un ruolo storico fondamentale nel favorire questo cambiamento. Perché quindi solo 16 donne su 50 nomi? In seguito a numerose discussioni molto franche, ha prevalso la linea di proporre non solo nomi nuovissimi ma anche regist* che avessero all’attivo più di un film e ottenuto magari una distribuzione più ampia di quella solo festivaliera. (E il fatto che nomi come Helena Wittmann, Hadas ben Aroya, Sofía Quirós, Tereza Nvotová, Marie Grahtø Sørensen, Ena Sendijarević, Isabella Eklöf e Annika Berg siano rimasti fuori dalla lista finale non significa affatto che il futuro farà a meno di loro). Il nostro è un giornale che ambisce al dialogo con il più ampio numero di lettori e quindi proporre 50 regist* per il futuro significa anche scommettere sul nostro futuro assieme ai lettori di Film Tv. E così, nonostante alcune sofferte rinunce, in questi nomi trovate i primi(ssimi) tasselli di un mosaico di un futuro possibile del cinema non più solo bianco, occidentale, maschio, etero. Un cinema nuovo, si spera.
Giona A. Nazzaro

Film Tv Rewind: vuoi comprare i primi due numeri insieme a un prezzo speciale?

rewind1+2

Articolo - Cinelab / Cinenews
6 Gennaio 2020

Il maestro Dario Agazzi, incuriosito dall'editoriale di Giulio Sangiorgio sul n° 47/2019, ha letto La società signorile di massa di Luca Ricolfi. E non gli è piaciuto. Questa è la...

Articolo - Cinelab / Cinenews
6 Gennaio 2020

Un commento di Stefano Isidoro Bianchi, direttore di “Blow Up”, alla recensione di Roberto Silvestri di L’ufficiale e la spia. 

News
3 Gennaio 2020

Fuori(le)Serie #027

L'oroscopo cinese ha parlato: anche il 2020 sarà l'anno del Netflix, come si può notare dal palinsesto dello streaming per la prima...

Articolo - VideoStar
31 Dicembre 2020

§

Articolo - Nuvole in viaggio
31 Dicembre 2020

§

Articolo - Muzik
31 Dicembre 2020

La classifica del 10 migliori dischi italiani, da leggere ascoltando i brani nella nostra...

News
27 Dicembre 2019

Fuori(le)Serie #026

Per festeggiare un buon Natale allo streaming, niente di meglio di un palinsesto vario ed eventuale che accompagna alle novità di...

Articolo - Locandina
23 Dicembre 2019

Dopo essere sfuggita alla portinaia che pretende la pigione arretrata, Nana si reca al cinema a vedere La passione di Giovanna d’Arco di Carl Theodor Dreyer. Sullo schermo Antonin Artaud...

News
20 Dicembre 2019

Fuori(le)Serie #025

Debutta, dopo mesi di attesa e di speculazioni, l'adattamento televisivo di The Witcher, in primis saga di romanzi fantasy ma...

News
19 Dicembre 2019

Dieci titoli per gli anni dieci: questa la domanda

...

Pagine

La Newsletter di FilmTv

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy