Gangor di Italo Spinelli - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 10/2011

Gangor


Regia di Italo Spinelli

In concorso al Festival Internazionale del Film di Roma 2010, un film nato dall'incontro tra il regista (anche teatrale) e documentarista Italo Spinelli - innamorato dell'India, nonché direttore del Festival Asiatica Film Mediale di Roma - e la scrittrice Mahasweta Devi (1926), attivista a favore dei gruppi tribali (che in India corrispondono a circa 90 milioni di persone). In particolare, dal suo racconto Dietro il corsetto, cui la sceneggiatura s'ispira direttamente. Fotoreporter per un quotidiano indiano dei giorni nostri, Upin si addentra col suo assistente Ujan a Purulia, nel Bengala occidentale. In ambienti di estrema povertà, Upin viene a contatto con lo sfruttamento del lavoro e l'espropriazione governativa delle terre, con conseguente invio dei contadini in poco rassicuranti "centri di accoglienza". E scatta per caso delle intense fotografie a Gangor, ragazza madre bellissima, seno nudo e sguardo in camera. Quell'immagine diventa, molto oltre la volontà dell'autore, il simbolo della protesta delle donne locali contro l'inveterata abitudine dello stupro di gruppo. E condanna la ragazza all'esclusione dal sistema sociale cui appartiene. Gangor è l'equivalente cinematografico dei reportage fotogiornalistici che leggiamo su "Internazionale" e l'istantanea della protagonista ricorda gli scatti che si aggiudicano il plauso della World Press Photo, déjà vu compreso. È un genere preciso, consapevole, difficile, quello che Spinelli rincorre e cerca di dispiegare al meglio delle possibilità (alludendo persino a Professione: Reporter di Antonioni). In quanto genere, anche codificato: videointerviste in stile inchiesta, sottotitoli per i dialetti, macchina a mano, senza mai rinunciare alla cura della fotografia (di Marco Onorato) e del montaggio (Jacopo Quadri). Ma anche della narrazione: un percorso circolare, semplice, dimostrativo, che sottintende teorie semiotiche per scatenare il cortocircuito tra punto di vista borghese e realtà sottoproletaria rurale, e il paradosso tra visibilità e verità.

Gangor (2010)
Titolo originale: -
Regia: Italo Spinelli
Genere: Drammatico - Produzione: Italia/India - Durata: 91'
Cast: Adil Hussain, Paoli Dam, Samrat Chakrabarti, Tillotama Shome, Seema Rahmani, Priyanka Bose, Ashok Kumar Beniwal

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Forza e bellezza delle donne -...» Interviste (n° 10/2011)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy