Robinù di Michele Santoro - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 49/2016

Robinù


Regia di Michele Santoro

Testimonianze dirette e indirette della vita dei baby boss. Sguardi, sentenze e strafottenze che raccontano i nuovi codici della criminalità, il superamento della vecchia camorra a favore di un precario equilibrio della devianza. Che si sfalda sanguinosamente il 2 luglio 2015, con l’omicidio di Emanuele Sibillo, soprannominato Robinù, re della mala a 19 anni, tra i teorici della paranza dei bambini, modello di elevazione sociale per «ragazzi che devono avere le palle e la mano ferma». Sorprende per coesione e capacità di impressionare una realtà così soffocante, il documentario di Santoro. Il suo istinto giornalistico o il suo tono di voce, per usare un’espressione molto in voga, da una parte gli permette di mettere a fuoco gli elementi più calzanti e di fare emergere le nuove peculiarità della criminalità partenopea, l’individualismo anarchico e nichilista su tutte. Dall’altra gli consente di raccontare vite spezzate, soffermandosi a riflettere, magari rimanendo con l’obiettivo sui volti di questi giovani gangster, da cui sembra emergere un vuoto incolmabile. Non hanno avuto nulla e ora vogliono prendersi tutto con la forza: la contraddizione esplode e si esprime fuori dalle formule sociologiche, mettendo i brividi. Un materialismo sfacciato basato sulla triade «soldi, femmine e potere», ostentato magari celebrando una sincera esegesi della bellezza del kalashnikov, che «è meglio di una donna bellissima perché è uno scudo e ti permette di avere il mondo in mano». Peccato per alcune sottolineature eccessive (le musiche), alcuni didascalismi e per la scentrata parentesi francese, ma per tutto il film si respira un opprimente senso di verità. 

I 400 colpi

AA
7
MG
6
media
6.5
Robinù (2016)
Titolo originale: -
Regia: Michele Santoro
Genere: Documentario - Produzione: Italia - Durata: 97'
Distribuzione: Videa
Sceneggiatura: Michele Santoro, Maddalena Oliva, Micaela Farrocco
Musiche: Lele Marchitelli
Fotografia: Marco Ronca, Raoul Garzia

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy