Le ragioni dell'aragosta di Sabina Guzzanti - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 37/2007

Le ragioni dell'aragosta


Regia di Sabina Guzzanti

Sabina Guzzanti rimette insieme gli avanzi di Avanzi per costruire uno spettacolo che aiuti i pescatori sardi in crisi perché le aragoste vanno scomparendo. Via verso la Sardegna e Su Pallosu (nomen poco augurale!), che sta nel Sinis (che sta vicino a Oristano). Lì si è rifugiato Pierfrancesco Loche. Arrivano Francesca Reggiani, Cinzia Leone, Antonello Fassari e Stefano Masciarelli. C'è anche l'ex operaio Gianni Usai, adesso pescatore. Ma i personaggi di una volta si sono consumati, la vita di ognuno è andata da altre parti e la stessa Sabina ha troppi dubbi sulla satira e sul mondo. Chissà se lo spettacolo si farà. Il film, comunque, c'è. Un po' divertente e un po' triste. Con le lotte operaie di una volta (impressionante l'accordo dato per approvato con tutti contrari!), Loche che canta Sandokan, Moana, il catechismo di Ratzinger, Masciarelli che racconta un incontro con l'Avvocato, Soru, certe battute di fuoco, il pianto angosciato di Cinzia Leone, l'ex operaio che non vuole più andare in scena e Sabina che ne ha piene le palle... È l'istruttiva storia del brodo, raccontata da Loche, a salvare il salvabile. Un film tenero e malinconico, che non è un film, sulla satira che non è più lei.

Le ragioni dell'aragosta (2007)
Titolo originale: -
Regia: Sabina Guzzanti
Genere: Commedia - Produzione: Italia - Durata: 94'
Cast: Sabina Guzzanti, Pierfrancesco Loche, Francesca Reggiani, Cinzia Leone

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy