Strane straniere di Elisa Amoruso - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 10/2017

Strane straniere


Regia di Elisa Amoruso

Il corpo dell’immigrato è bersaglio di speculazioni mediatiche, di una scrittura della catastrofe che, devota all’eccesso sensazionalistico, ne fa il protagonista di “eventi” tragici (sia se raccontato in termini di vittima sia di carnefice) che sono pretesto per dar sfogo a una feroce retorica emergenziale. Strane straniere di Elisa Amoruso, che declina il tema al femminile, affronta il discorso stravolgendo la prospettiva appena accennata. Il documentario si confronta con cinque donne (Ana, Ljuba, Radi, Sihem e Sonia) che sono riuscite, integrandosi perfettamente, a creare attività in Italia: le accompagna nella loro quotidianità, chiedendo loro di raccontarsi. L’urgenza però di non creare un “caso” attorno a queste vite, di mantenere sempre un certo understatement nei toni, porta, di contro, a un eccessivo appiattimento.

I 400 colpi

MM
5
Strane straniere (2016)
Titolo originale: -
Regia: Elisa Amoruso
Genere: Documentario - Produzione: Italia - Durata: 70'
Distribuzione: Istituto Luce/Cinecittà
Montaggio: Irene Vecchio
Fotografia: Martina Cocco

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy