September Tapes di Christian Johnston - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 46/2004

September Tapes


Regia di Christian Johnston

September Tapes, ovvero "Osama Bin Laden Project": è impossibile non fare il paragone con Blair Witch Project nel commentare questo film americano sull'Afghanistan che entra a gonfie vele nella galleria dei falsi d'autore. Un documentarista americano sbarca a Kabul nell'estate 2002 con un operatore, assume un interprete e va alla caccia di coloro che danno la caccia a Osama bin Laden. Vuole documentarne la cattura. Strada facendo scopriamo che sua moglie è morta nelle Twin Towers. Fanno tutti una brutta fine e tempo dopo i loro nastri vengono ritrovati, e ora li vediamo. Questo ciò che racconta il film fino ai titoli di coda. In realtà è tutto finto. I tre sono attori che interpretano una parte (l'operatore è lo stesso regista Christian Johnston), la missione in Afghanistan è inventata. Sono vere (e non è poco) le persone che i tre incontrano: leader dell'Alleanza del Nord, cacciatori di taglie, esponenti dell'Afghanistan post-talebano. Girare il film non è stato sicuramente una passeggiata. Ma più della sostanza politica (non nuovissima), conta la provocazione: un falso spacciato per vero, allo scopo di costringere gli spettatori a riflettere su ciò che è "vero o falso" nell'universo dei media. La provocazione è riuscita. Il film un po, meno.

September Tapes (2004)
Titolo originale: Septem8er Tapes
Regia: Christian Johnston
Genere: Drammatico - Produzione: USA - Durata: 95'
Cast: George Calil, Wali Razaqi, Sunil Sadarangani, Baba Jon

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy