Cuori estranei di Edoardo Ponti - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 38/2002

Cuori estranei


Regia di Edoardo Ponti

Quando passerà in Tv, incastrato fra un talk-show e qualche velina, non farà una brutta figura: come Tv-movie, "Cuori estranei" ("Between Strangers") è un prodotto medio con cast stellare, dovuto agli agganci del regista che, nel caso non lo sapeste, è figlio di Carlo Ponti e Sophia Loren. Oltre alla mamma, ha ingaggiato Mira Sorvino, Deborah Unger, Malcolm McDowell, Gérard Depardieu, Pete Postlethwaite e Klaus-Maria Brandauer. Le prime due sono a tutti gli effetti co-protagoniste: il film racconta di tre donne, Sophia è una casalinga vessata dal marito, Mira una fotografa in crisi esistenziale, Deborah una violoncellista il cui padre esce di galera dopo 22 anni. Tre storie familiari, dolorose, che si incontrano solo nel finale buonista e speranzoso. La Loren pare uscita da "Una giornata particolare", ma non è l'unica citazione vivente del film: anche McDowell consente a Ponti un audace ricordo di "Arancia meccanica".

Cuori estranei (2002)
Titolo originale: Between Strangers
Regia: Edoardo Ponti
Genere: Drammatico - Produzione: Italia/Canada - Durata: 97'
Cast: Sophia Loren, Mira Sorvino, Deborah Kara Unger, Malcolm McDowell, Klaus Maria Brandauer, Gérard Depardieu

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy