La leggenda di Al, John e Jack di Aldo, Giovanni e Giacomo, Massimo Venier - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 51/2002

La leggenda di Al, John e Jack


Regia di Aldo, Giovanni e Giacomo, Massimo Venier

Saprete già tutto di Al, John e Jack, visto che le televisioni e i giornali non parlano d'altro. Riassumendo: ricordate i gangster italo-americani dell'inizio di "Tre uomini e una gamba"? Bene, rieccoli in un film interamente dedicato alle loro strambe avventure. Mafiosi dallo slang "broccolino" al soldo del boss Aldo Maccione detto "coscia di pollo". Naturalmente non ne combinano una giusta: fanno fuori il Frank sbagliato, taglieggiano il negozio che non dovrebbero e uccidono la zia del capo. Urge un piano per non finire a mollo nell'acido muriatico. Sarà, quello di Al John & Jack, al secolo Aldo, Giovanni e Giacomo, un nuovo miracolo italiano (cinematograficamente parlando, s'intende)? È una domanda retorica: un film che sta per uscire in settecento sale ha ben poche possibilità di deludere il botteghino. Il pubblico del resto è sinceramente affezionato ai tre attori. Li ha resi popolari la Tv ma per fortuna (loro e nostra) hanno saputo mantenere integra l'origine "teatrale" e molto fisica delle loro performance comiche. Di cosa si ride guardando Aldo, Giovanni e Giacomo? Del gioco delle parti e delle maschere (il pignolo pasticcione alla Ollio, il tontolone, il goffo) e dell'eterno segreto d'ogni vis comica, ovvero quella "commedia" molto umana degli equivoci che rivolta la realtà come un guanto senza mai restituirne l'equilibrio. Aldo, Giovanni e Giacomo sono tra i pochi, in Italia, ad aver conservato il senso "rivoluzionario" del mestiere . Nulla di trascendentale, per carità, nessun Tati o Totò, neppure nelle intenzioni, ma chi ama lo stile delle loro performance resterà abbastanza soddisfatto da que-sto "La leggenda di Al, John & Jack". Astraendoci però dalla specificità delle gag e dei singoli momenti, e focalizzando l'insieme, il film rispetto al precedente "Chiedimi se sono felice" è deludente. Prima di tutto i tre gansgter, per quanto sgangherati e divertenti, non sono personaggi in grado di reggere da soli centocinque minuti di film. In secondo luogo le ambizioni cinematografiche e la sontuosità del contesto rischiano di schiacciare l'evidenza delle gag. Dolly sul ponte di Brooklyn, fotografia ricercatissima (e un po' patinata), centinaia di comparse, una sceneggiatura inutilmente complicata, una storia un po' lunghetta... Armati d'ogni buona intenzione, abbiamo comunque goduto appieno del ritorno di Aldo Maccione, gigante dell'italica commedia da anni "esiliato" in Francia. Anche qui, un grande.

La leggenda di Al, John e Jack (2002)
Titolo originale: -
Regia: Aldo, Giovanni e Giacomo, Massimo Venier
Genere: Commedia - Produzione: Italia - Durata: 105'
Cast: Aldo Baglio, Giovanni Storti, Giacomo Poretti, Aldo Maccione, Antonio Catania, Ivano Marescotti

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy