Un altr'anno e poi cresco di Federico Di Cicilia - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 30/2001

Un altr'anno e poi cresco


Regia di Federico Di Cicilia

Doppio esordio di un regista-attore romano d'adozione, ma che sfoggia ancora un vivo e originario dialetto calabrese (ed è la sua nota sicuramente più simpatica). La storia è quella di Faustino, un giovane disoccupato ipocondriaco. I genitori sono morti nell'esplosione della casa, e lui staziona al pronto soccorso per essere pronto in caso di malessere. Conosce una donna bella e indipendente, single con figlia, e dovrebbe finalmente decidersi a crescere. Come regista e sceneggiatore, Federico Di Cicilia orchestra intorno alla vicenda centrale un altro paio di coppie di personaggi, ma non ha fiato per reggerne nemmeno una, e si abbandona a qualche goffa parentesi surreale e ad azzardi di doppiaggio "creativo". Come attore, dovrebbe reggere il film tutto sulle sue spalle, ma non fa che parlarsi addosso. Piuttosto, sarebbe ora di sfruttare decentemente al cinema Paola Cortellesi, evitando che si inflazioni inesorabilmente in commediole di second'ordine.

Un altr'anno e poi cresco (2000)
Titolo originale: -
Regia: Federico Di Cicilia
Genere: Commedia - Produzione: Italia - Durata: 91'
Cast: Federico Di Cicilia, Gabriele Mainetti, Novello Novelli, Paola Cortellesi

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy