Il fantasma di João Pedro Rodrigues - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 40/2000

Il fantasma


Regia di João Pedro Rodrigues

Guai a considerare il film di João Pedro Rodrigues un film realistico. Le notti di un giovane netturbino, Sergio, preda di personalissime ossessioni erotiche, concupito da una collega, dentro desideri e incontri molto cupi alla ricerca di non sa bene cosa, partono da presupposti concreti ed evolvono in un universo fantastico e surreale, malsano, privato, incomunicabile. Sono le stesse ossessioni dell'autore? Se il punto di partenza del film può farlo somigliare ad altri "pezzi di vita" del cinema portoghese, nel suo corso sentiamo echi di "Il sangue di un poeta" di Cocteau, dall'immaginario incomparabilmente più ricco, e nella parte finale, quando Sergio si fa fantasma e fasciato in un tuta di lattice si vendica del prossimo inamato e si mimetizza e scompare in un mondo di rifiuti, evoca il "Fantomas" di Feuillade. Mai però, si sente Genet, cui forse il regista voleva che si pensasse: il suo universo, le sue fantasie restano privati, solo suoi. Strano film poco simpatico, "Il fantasma": la sua "diversità" è, per una volta, davvero tale, esplicito nelle immagini e, nei contenuti, incomunicabile come un fantasma.

Il fantasma (2000)
Titolo originale: O fantasma
Regia: João Pedro Rodrigues
Genere: Drammatico - Produzione: Portogallo - Durata: 90'
Cast: Ricardo Meneses, Beatríz Torcato, André Barbosa, Eurico Vieira

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy