Due volte nella vita di Emanuela Giordano - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 15/1999

Due volte nella vita


Regia di Emanuela Giordano

Dopo essere stata portata con successo nei teatri italiani, la commedia "Una volta della vita" è diventata un film, con il titolo leggermente modificato ma con la stessa regia della pièce teatrale (Emanuela Giordano, già vincitrice del Sacher fFestival di Nanni Moretti). Nel triste stanzone di un obitorio stazionano cinque cadaveri, che non vogliono rendersi conto di essere tali: un piccolo delinquente, un illusionista fallito, un professore pedante e pignolo, una prostituta siciliana e un'infermiera che cerca di arrotondare il magro salario. I personaggi si studiano, si conoscono, si odiano e si comprendono: dopo la vita troveranno la solidarietà umana di cui avevano bisogno. Inizio lento e trasognato, ma poi il film acquisisce ritmo e il bianco e nero elaboratissimo conferisce la giusta tonalità alla narrazione e fa da contrappunto alle dosi massicce di humour nero. Il coatto e il professore propongono dialoghi irresistibili, il finale alla Zavattini ci sta proprio bene. Un piccolo film, una scommessa riuscita.

Due volte nella vita (1999)
Titolo originale: -
Regia: Emanuela Giordano
Genere: Commedia - Produzione: Italia - Durata: 95'
Cast: Dodi Conti, Lorenza Indovina, Antonio Manzini, Neri Marcoré

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy