Il mistero di Storyville di Mark Frost - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 31/1994

Il mistero di Storyville


Regia di Mark Frost

Cray Fowler, rampollo di una ricca famiglia della Louisiana, si reca una sera a un appuntamento galante con Lee Phang, una bella orientale che ha casualmente conosciuto. Qualche tempo dopo, deve difenderla in tribunale dall'accusa di omicidio. La ragazza è coinvolta in un giro di ricattatori, ma lo svolgimento del processo riserverà ben altre sorprese, tra cui la verità sulla misteriosa morte del padre di Cray e sull'improvviso arricchirsi della famiglia Fowler. Un giallo giudiziario con risvolti politici, tratto da un romanzo di successo e pieno di colpi di scena. Forse meritava un'uscita migliore: in piena estate rischia di passare inosservato. James Spader, che interpreta l'avvocato di successo, aveva vinto un premio a Cannes 1989 per Sesso, bugie e videotapes di Steven Soderbergh. Ci sono anche due vecchie glorie come Jason Robards e Piper Laurie: quest'ultima, attrice giovane negli anni Cinquanta, era già apparsa nel ruolo della donna anziana in Carrie lo sguardo di Satana (era la madre della ragazza dai poteri extrasensoriali).

Il mistero di Storyville (1992)
Titolo originale: Storyville
Regia: Mark Frost
Genere: Thriller - Produzione: USA - Durata: 113'
Cast: James Spader, Joanne Whalley-Kilmer, Jason Robards, Charlotte Lewis

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy