Rodin di Jacques Doillon - la recensione di FilmTv

414_TIM.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv C0/2017

Rodin


Regia di Jacques Doillon

Che il cinema di Doillon guardasse a Rodin ci era chiaro. Basterebbe un prelievo casuale tra i coiti tesissimi di Mes séances de lutte a confermarlo. Qui, vis à vis con la biografia dello scultore, si trova costretto al biopic grand public, al prodotto Arte e via elencando: realismo mimetico, attori in costume (Vincent Lindon protagonista), teatro storico/didattico (la galleria degli intellettuali del tempo, tutti chiamati per cognome, perché allo spettatore nulla sfugga, l'abbecedario di frasi memorabili etc etc), e il solito tentativo di raccontare i sentimenti dell'uomo dietro l'artista (vedi alla voce Camille Claudel). Doillon declina il format eludendo la beatificazione, prediligendo il movimento dei corpi ai primi piani (regnano i campi medi) e trovando una morale sardonica. Ma resta solo un variare di classe su una forma consunta.

I 400 colpi

SE
4
RM
3
LP
6
GS
5
FT
5
Rodin (2017)
Titolo originale: Rodin
Regia: Jacques Doillon
Genere: Drammatico - Produzione: Francia, Belgio - Durata: 119'
Cast: Vincent Lindon, Izïa Higelin, Severine Caneele, Edward Akrout, Zina Esepciuc, Magdalena Malina, Patricia Mazuy, Lea Jackson, Olivia Baes, Serge Bagdassarian

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy