Adam di Maryam Touzani - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv 22/2021

Adam


Regia di Maryam Touzani

A Casablanca la vedova Abla accoglie in casa Samia, ragazza incinta che bussa alla sua porta. Un apologo semplice e lineare sulla solidarietà femminile in una nazione di patriarcato ancora dominante. Un confronto tra due donne diversamente sole che relega sullo sfondo l’uomo, per riportarlo in primo piano con la nascita di Adam, nome simbolico di un’auspicata nuova mascolinità. In un gioco di forze opposte, Abla cerca di convincere Samia a non dare il nascituro in adozione, Samia, da parte sua, induce la vedova a riaprirsi alla vita e all’amore. Scrittura asciutta - pur nell’evidenza del sottotesto metaforico e nel facile lirismo di alcuni passaggi - che sorregge con efficacia drammatica i suoi motivi forti, solo a tratti stemperati dal calcolo effettato della messa in scena.

Adam (2019)
Titolo originale: Adam
Regia: Maryam Touzani
Genere: Drammatico - Produzione: Marocco/Fran/Belgio/Qatar - Durata: 100'
Cast: Lubna Azabal, Nisrin Erradi, Douae Belkhaouda
Distribuzione: Movies Inspired
Sceneggiatura: Maryam Touzani

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy